Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Folgaria: cane segregato in un tugurio, intervengono i Carabinieri

Folgaria: cane segregato in un tugurio, intervengono i Carabinieri

I Carabinieri di Folgaria, in un intervento congiunto con ENPA, hanno proceduto al sequestro di uno spinone in stato di grave sofferenza.

L’animale era stato segregato dal suo proprietario in una sorta di recinto diroccato. Non aveva cuccia, ma solo una vecchia baracca di lamiera gelida che non poteva proteggerlo dal freddo.

Il cane non aveva neppure una ciotola: veniva invece nutrito con avanzi di cibo gettati direttamente sul terreno, peraltro ricoperto di feci.

Lo spinone era probabilmente mantenuto in questo modo da lungo tempo, dal momento che si presentava assolutamente terrorizzato e non faceva che cercare di rendersi invisibile a chiunque lo notasse.

A seguito di un sopralluogo da parte dell’ENPA, si è proceduto alla segnalazione per maltrattamento e infine, sul posto, sono intervenuti i Carabinieri di Folgaria assieme alle Guardie Forestali.

Il cane è stato sequestrato immediatamente e successivamente confiscato.

Il responsabile del suo maltrattamento, il proprietario, ha subito un decreto di condanna (i cui dettagli non sono noti).

Lo spinone maltrattato è ricoverato al canile della Pan Eppa ai Fiori di Rovereto e attende ora una nuova famiglia. Si spera che qualcuno vorrà adottarlo prima di Natale.

Foto: lo spinone maltrattato (fonte Corriere delle Alpi).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Che rabbia sentire di queste cose, ma perchè prendersi il cane se poi lo si deve maltrattare?
    Il massimo disprezzo ed odio per individui che fanno questo!

    Un pensiero a questi animaletti che soffrono in silenzio, speriamo che siano tutti liberati, ovunque si trovino.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com