Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Wisconsin: la caccia al lupo potrebbe terminare in anticipo, è già strage

Wisconsin: la caccia al lupo potrebbe terminare in anticipo, è già strage

Già alla terza settimana di caccia i lupi del Wisconsin sono stati quasi del tutto sterminati.

La prima caccia al lupo da parte dello Stato americano potrebbe quindi terminare alla fine di novembre invece che a quella di febbraio, come inizialmente pianificato, a causa dell’altissima percentuale di animali già uccisi.

Lo Stato ha predisposto una “quota” di uccisioni pari a 201 esemplari distribuiti in sei zone, e ha rilasciato 116 permessi di caccia, oltre ad altri 85 per i nativi americani della riserva Chippewa (che probabilmente non verranno utilizzati).

Fino ad ora, ben 57 lupi sono stati massacrati, 32 dei quali dopo essere stati catturati con trappole e tagliole.

Lo scorso agosto, le tribù Chippewa di Wisconsin, Minnesota e Michigan avevano ufficialmente chiesto al Dipartimento di Risorse Naturali di proibire la caccia al lupo almeno nell’area nord dello Stato, sostenendo che la caccia sarebbe stata “un danno culturale per gli Indiani Chippewa”, per i quali il lupo è “un animale molto importante”.

A sostenere le tribù, anche Humane Society e Fund for Animals che hanno garantito di intraprendere azioni legali per fermare la caccia in Wisconsin e Minnesota, con l’obiettivo di far reintegrare i lupi nella lista delle specie in pericolo.

“Le istituzioni si sono messe in mano alle agenzie per il controllo della fauna selvatica, perché gestissero la popolazione dei lupi in modo responsabile. Ma i loro piani, più che zelanti e in realtà estremi, di far partire una caccia al trofeo, totalmente ricreativa, immediatamente dopo l’esclusione della specie dalla lista rossa dimostrano che questa fiducia è stata mal riposta” è la bordata di Wayne Pacelle, presidente e CEO di Humane Society US.

“Tra la promessa non mantenuta del Minnesota di attendere cinque anni prima di cacciare i lupi e il comportamento inarrestabile del Wisconsin, che tra trappole e caccia ha ucciso centinaia di lupi solo nel primo anno, è dolorosamente chiaro che debba essere nuovamente garantita alla specie la protezione federale. Gli stati hanno autorizzato alla gestione del lupo le voci più estreme, e il risultato potrebbe essere devastante”.

I naturalisti sottolineano come i piani di caccia non abbiano tenuto nella benché minima considerazione le minacce attuali alla sopravvivenza del lupo, ossia il bracconaggio e le uccisioni da parte di contadini e rancheros.

Addirittura il Minnesota ha rilasciato 3600 licenze di caccia per uccidere 400 lupi: una lotta impari, scorretta. Crudele.

Fino ad ora, 45 lupi sono morti nello Stato mentre gli attivisti continuano a protestare. Le tribù Chippewa, intanto, hanno stabilito un bando totale di caccia e trappole su tutte le loro riserve.

Quasi 600 lupi saranno destinati a morire in questa guerra che inizia e finisce, come sempre in questi casi, da una parte sola.

Foto: un lupo (fonte Angell Williams-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. io ho sempre pensato che gli animali fossero come noi, da piccola non mangiavo il vitello, l’agnello, la papera… perchè sentivo quando li guardavo morti, spellati, un coltello che trafiggeva anche me, e pensavo PERCHE? perchè gli uomini non capiscono?qualcuno mi diceva che loro sono cattivi, e io rispondevo che gli animali non sono cattivi e solo che se noi facciamo questo loro non possono rimanere inerti alle nostre cattiverie devono pur difendersi per salvarsi, per sfamare i loro cuccioli ecc…
    GLI ANIMALI VANNO PROTETTI E SALVATI DA CHI GLI VUOL FAR DEL MALE!!!
    p.s =io ammiro tutte quelle persone che lo fanno grazie a nome degli animali

  2. che senso ha questa strage?

  3. no alla strage dei lupi sono sicuro che un giorno ve ne pentirete di aver distrutto questa meraviglia

  4. Per quanto tempo ancora distruggeremo queste meraviglie della natura?
    Non mi stancherò mai di ripetere quanto i lupi siano esseri meravigliosi dai quali dovremmo soltanto imparare.
    Siamo noi gli invasori del loro territorio e non viceversa! L’uomo ritiene che il pianeta sia tutto suo e che gli altri animali diano fastidio… ma non è così! Non impareremo mai a rispettare il loro habitat, siamo scandalosamente prepotenti, insensibili e ignoranti.
    Le popolazioni evolute, come i nativi, convivono da secoli con lupi, bisonti e gli altri animali selvatici rispettandoli e ammirandoli…

  5. Gli “americani” tutto ciò prima lo hanno fatto con i Nativi, poi con tutti gli altri.
    Mi domando se questi animali non sarebbero potuti essere delocalizzati, oppure sarebbero potute essere prese misure per far sì che nessuno venisse infastidito da questi meravigliose creature (e non ci credo che davano fastidio, la colpa è sempre dell’uomo che sottrae ricchezza alla natura).

    Grandi Chippewa, strano però che a loro che ci vivono da sempre, i lupi non diano fastidio… o no?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com