Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Ucraina: il cane disabile Rayan arriva in Italia, ma Alitalia rifiuta il viaggio umanitario

Ucraina: il cane disabile Rayan arriva in Italia, ma Alitalia rifiuta il viaggio umanitario

Nella giornata di ieri Andrea Cisternino, da Kiev, ha confermato che Rayan ha trovato famiglia in Italia e che partirà nei prossimi giorni per arrivare nel nostro Paese.

L’attivista per i diritti animali di stanza in Ucraina per contrastare la brutale mattanza dei randagi (pre e post Euro2012) si era preso l’impegno di garantire al cane, un giovane esemplare rimasto paralizzato a seguito degli abusi dei dog hunter, una casa in Italia, e come sempre è stato di parola: Rayan inizierà presto una nuova vita a Barga, nel lucchese. La sua nuova famiglia sarà formata da Angy e Walter, e dalla cagnolona Lara che gli farà da mamma.

Una storia brutta ma conclusasi con un lieto fine, se non fosse per la “macchia” del viaggio in Italia.

Alitalia, segnala infatti Andrea, “si è rifiutata di fare un viaggio umanitario con lui, e non è servita neanche la mediazione dell’ambasciatore italiano a Kiev. Vogliono un biglietto aereo intero per Rayan e non hanno voluto fare alcuna agevolazione”.

Come sempe, il lavoro di Cisternino è molto complesso.

Fortunatamente, ad accorrere in aiuto di Rayan è stata la compagnia aerea Ukranian Airlines.

“Quindi appena pronti gli ultimi documenti, per venerdì, il cucciolone volerà con me verso l’Italia”, spiega Andrea nella sua nota su Facebook.

La partenza di Rayan è prevista per il prossimo lunedì.

Rayan è il secondo cane abusato in Ucraina a trovare casa nel nostro Paese per mano di Cisternino. Mesi fa, anche Ciliegia – i cui cuccioli erano stati massacrati di fronte ai suoi occhi mentre lei, ridotta in fin di vita, assisteva impotente – è stata portata qui ed ora vive una vita serena.

Nel frattempo, la situazione in Ucraina non migliora e gli attivisti sono costretti ad affrontare ogni giorno nuovi orrori. Negli scorsi giorni, nell’area di Kiev, tre cucciole di cane sono state ritrovate uccise in un cantiere edile e disposte a terra come ai vertici di un triangolo.

Per loro, la morte è arrivata a colpi di bastone, o forse dopo urti ripetuti contro il suolo.

Andrea Cisternino è, in questo periodo e come già spiegato in questo nostro articolo, impegnato nella raccolta fondi per la costruzione di Rifugio Italia, un’area protetta in cui i randagi bisognosi di Kiev potranno trovare riparo e cure.

Considerato l’assoluto disinteresse e l’assordante indifferenza delle istituzioni dopo la bagarre (tutta momentanea) di Euro2012, invitiamo a fare un giro sul sito di Cisternino e ad effettuare una piccola donazione perché Rifugio Italia possa prendere vita al più presto.

Ogni aiuto conta.

Di seguito, un video relativo a Rayan girato lo scorso giugno.

Nella foto: Rayan (fonte Andrea Cisternino-Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Sempre grandissimo quest’uomo! Grazie Andrea, e grazie A4A la questione pare che stia scivolando nel dimenticatoio..

    Alytaglia che è stata salvata dai finanziamenti statali con ingenti costi per i fondi pubblici (300 MILIONI DI EURO sottrati a ben più importanti questioni), per non parlare delle politiche monopolistiche ai limiti della legalità da questa operate con costi altissimi ingiustificati per i passeggeri, dovrebbe solamente DIRE GRAZIE e iniziare a fare qualcosa di buono.

    Cosa le sarebbe costato? Tra l’altro pubblicità gratis e in bella vista.

    Razza di ingrati schifosi, questa gente mi fa schifo.

    Boycott this SHIT!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com