Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / [Dossier] Crudeltà animale: il lupo incatenato e costretto a combattere contro l’aquila

[Dossier] Crudeltà animale: il lupo incatenato e costretto a combattere contro l’aquila

 

C’è un’usanza, nella sperduta regione del Kirghizistan (Asia Centrale, tra Cina, Kazakistan, Tagikistan e Uzbekistan): quella di far combattere fino alla morte un lupo contro un’aquila.

La manifestazione non si discosta molto dalle crudeli pratiche di tauromachia tutte europee (Francia e Spagna), e viene tenuta regolarmente nel corso di un festival venatorio.

Il lupo, rigorosamente selvatico, viene incatenato ad un palo nel bel mezzo di un campo. Completamente inerme, il lupo non si è mai sentito così vulnerabile nella sua vita. Abituato ad essere un superpredatore, è improvvisamente diventato preda.

Non può sfuggire a quello che lo attende: può solo aspettare che l’aquila gli piombi addosso e lo ferisca.

L’unica cosa che il lupo può fare per proteggersi è muoversi continuamente da un lato all’altro, facendo scattare le mascelle in direzione del suo opponente, nel tentativo (vano) di spaventarlo e allontanarlo.

Ma l’aquila è un macchina di morte ben addestrata dall’uomo: si tratta infatti di rapaci normalmente utilizzati dai cacciatori nomadi del Kirghizistan.

L’aberrante gioco di morte si svolge nel corso del festival di caccia Salburun, nel villaggio di Tyup, il primo maggio di ogni anno.

Si tratta di una manifestazione che dura due giorni e che raggruppa, a Tyup, quelli che vengono ritenuti i migliori cacciatori della nazione.

La lotta mortale (e totalmente impari) tra i due predatori è il climax della festa. Normalmente, finisce con la lunga agonia e la sanguinosa morte del lupo. Ma entrambi gli animali sono vittima dei giochi crudeli dell’uomo.

Per la cultura del Kirghizistan, i lupi sono considerati nemici e una minaccia. Per questo vengono puniti, prima con l’umiliazione, e poi con l’uccisione.

Il lupo viene cacciato nel primo giorno del festival. Viene imprigionato, reso inoffensivo e infine legato nel campo ad attendere il suo destino.

Una petizione può essere firmata a questo indirizzo.

Nel video: un’aquila addestrata a cacciare il lupo.

Nelle foto: le fasi del combattimento (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. si infatti, anche perchè se no con un morso stacca la testa al volatile…gioco crudele come ce ne sono purtroppo anche in occidente…spagna e tori non vi dice niente?

  2. terribile… 🙁 e sì, anche a noi pare che il lupo possa aprire la bocca solo in parte.

  3. Scusate l’ignoranza ma il lupo nelle foto, ha il muso legato?
    A me parrebbe proprio di sì, cazzo!

    Non si limitano solo a questo purtroppo ste merde:
    http://www2.manager.co.th/Home/ViewNews.aspx?NewsID=9540000060489&TabID=3&

  4. Comunque in certe parti del mondo l’uomo è proprio fermo in tutto.
    Ma come cazzo si fa?
    Il senso di tutto ciò?
    Confinano con la Cina…basta sapere questo.

  5. Allucinante… siamo una razza sanguinaria pericolosa ed insensibile!
    Solo quando ci estingueremo gli animali potranno vivere in modo naturale la loro vita…

  6. ma guarda dove vivono… non hanno niente da fare tutto il giorno… proviamo a mandargli dei televisori così speriamo perdano certe abitudini di merda… e magari anche qualche libro…. l’istruzione non ha mai fatto male a nessuno

  7. Che tradizioni del cazzoooooo!!!!! Siamo nel tremila e dobbiamo ancora leggere simili obbrobri! E’ veramente pazzesco! Ma che vadano affan…lo con tutto il cuore! Trogloditi mostruosi! Lasciate in pace quei poveri animali!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com