Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / [VIDEO] Cremona: nutria ammazzata a badilate in centro città

[VIDEO] Cremona: nutria ammazzata a badilate in centro città

Si parla di una vera e propria “invasione di nutrie a Cremona”, nell’ANSA che riporta la notizia.

Un esemplare in particolare è stato ammazzato a colpi di badile da un Volontario della Provincia, che aveva tentato inutilmente di catturarlo.

Animal Amnesty, che ha parlato della questione già nella giornata di ieri, sottolinea come l’uccisione violentissima sia avvenuta sotto l’occhio dei Vigili presenti.

Versione sostanzialmente confermata anche dal comandante della Polizia Municipale di Cremona Fabio Germanà Ballarino, che spiega: “Due agenti della Polizia Municipale hanno assistito alla cattura ma il nostro intervento è stato solo di supporto. Ad aver messo in atto la cattura è stato uno dei volontari formati dalla Provincia”.

Cattura, in realtà, è un termine poco appropriato, dal momento che l’animale è stato in realtà ucciso senza complimenti.

La giustificazione dell’intervento, da parte delle istituzioni presenti, è molto chiara: la nutria è stata ammazzata perché “particolarmente aggressiva”.

“Sto appurando quanto accaduto, mi è stato riferito che la nutria era particolarmente aggressiva. Ci sarà una relazione di servizio degli agenti presenti e chiameremo anche il volontario intervenuto”.

Il rischio dell’accusa di maltrattamento di animali è tangibile, pertanto il comandante della Municipale sottolinea che dovrà essere valutato lo “stato di necessità” ossia, di fatto, la giustificazione ad abbattere una creatura considerata “pericolosa per i cittadini”.

In questo caso, spiega Ballarino, “un’azione violenta potrebbe anche essere giustificata dalle condizioni”.

In realtà, la presunta aggressività delle nutrie è oggetto di discussioni quantomeno controverse, trattandosi di un animale vegetariano, per sua natura preda, e quindi particolarmente timoroso dell’uomo e, istintivamente, spinto a mettere in atto la classica “strategia di fuga”.

L’Assessore all’Ambiente della Provincia di Cremona, Gianluca Pinotti, invece, di giustificazioni alla violenza esercitata non ne trova: “Abbattere le nutrie con sistemi non rispettosi del benessere dell’animale è vietato per legge”.

E seppure “abbattere con benessere” sembra quasi una contraddizione in termini, Pinotti commenta: “Non è consentito, non si transige. È necessario rispettare i metodi consentiti dalla legge e contenuti nel Piano nutrie della Provincia”.

Il piano prevede la cattura con gabbia, l’abbattimento con fucili (da parte di cacciatori muniti di licenza e solo durante la stagione venatoria), la pistola ad aria compressa.

Animal Amnesty, nella sua nota relativa alla vicenda, segnala che procederà senza dubbio a sporgere denuncia e definisce quanto accaduto “gravissimo”.

Di seguito: il video che mostra l’uccisione, che chiunque può visionare per valutare se fosse necessario un intervento simile. Va precisato che le riprese possono risultare impressionanti per il pubblico più sensibile.

Nella foto: il corpo della nutria dopo l’intervento a colpi di badile (fonte Animal Amnesty).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com