Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Sondrio: in una baita di montagna 4 quintali di animali cacciati e smembrati

Sondrio: in una baita di montagna 4 quintali di animali cacciati e smembrati

Era una vera e propria macelleria clandestina quella ritrovata dai Carabinieri in una baita di montagna a Sondrio. La struttura è stata scoperta quasi casualmente durante una serie di perquisizioni a carico di alcuni cacciatori della Valmalenco: l’obiettivo era rinvenire armi e attrezzatura fuorilegge.

La macelleria era stata attrezzata nella cantina della baita: i militari hanno ritrovato ganci al soffitto, tavoli per la macellazione, segacci, coltellacci e un tubo per lo scarico del sangue.

Erano poi presenti due grosse celle frigorifere dalle quali sono state prelevate due teste intere di cervo e capriolo e ben quattro quintali di carne già macellata.

Si ritiene che la carne sequestrata, in prevalenza appartenente a cervi, caprioli e altri ungulati, sarebbe stata successivamente rivenduta a ristoranti e macellerie. Si sospetta inoltre che una parte delle carni appartenga a specie che è proibito cacciare, e per questa ragione i resti verranno ora analizzati più approfonditamente.

Oltre alla carne macellata, i Carabinieri hanno ritrovato e sequestrato anche due carabine illegalmente detenute e relativi proiettili.

È stato denunciato in stato di libertà alla Procura di Sondrio il proprietario della baita, un 55enne incensurato della zona.

Foto: repertorio (fonte ZapTheDingbat-Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com