Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Come Alexey Vedula: in UK arrestato 19enne, condannato al carcere

Come Alexey Vedula: in UK arrestato 19enne, condannato al carcere

Ha qualcosa che ricorda l’odioso Alexey Vedula, l’ammazzacani ucraino, il 19enne arrestato in UK per le brutali sevizie perpetrate ai danni di numerosi animali.

La notizia arriva dal Chronicle, che racconta di come il caso in questione sia considerato il peggiore mai scoperto nella zona.

I file multimediali mostrati in tribunale di fronte alla corte che doveva giudicare l’aguzzino hanno nauseato i presenti.

Le fotografie e i video, ritrovati in una sordida collezione su due cellulari dell’imputato, mostravano cervi e volpi aggrediti e dilaniati dai cani da caccia, ratti vivi dati in pasto ad un boa constrictor per il divertimento dell’aguzzino, che non faceva che ridere.

I magistrati di Bedlington, nel Northumberland, sono rimasti sbalorditi dalla crudeltà estrema delle riprese.

Nei video, gli animali urlavano e piangevano disperati mentre cercavano inutilmente di sfuggire alle grinfie del sadico.

In una clip in particolare, Ben Cairns (l’imputato) si riprende mentre spezza le corna ad un cervo ancora vivo, mentre in un’altra un cane ferito e sanguinante cerca inutilmente di sfuggirgli, prima di essere recuperato.

In quei momenti, Cairns non era solo: in sottofondo si sentono le voci di persone che esultano e ridono mentre tengono volpi e cervi schiacciati a terra con i piedi, e lasciano che vengano orrendamente dilaniati dai cani.

Ben Cairns è stato condannato ad una pena detentiva di 18 settimane dopo essersi dichiarato colpevole di sei reati di crudeltà verso gli animali.

È stato inoltre bandito dal possesso di qualunque tipo di animale per i prossimi vent’anni.

Dalla sua abitazione sono stati sequestrati i due cani ripresi nei video, e anch’essi, a loro volta, vittime di sevizie e abusi: erano detenuti in una casetta esterna, completamente al buio, in mezzo ai loro escrementi. Verranno ora sottoposti ad un programma di rieducazione e successivamente affidati a nuove famiglie.

Gli orribili abusi sono riconducibili al periodo tra il giugno 2011 e il gennaio 2012, e sono stati scoperti grazie ad un’investigazione congiunta tra polizia e guardie zoofile della RSPCA.

L’ispettrice RSPCA Helen Bestwick, che ha condotto le indagini, ha definito quanto scoperto come il peggior caso di violenza gratuita e deliberata cui avesse mai lavorato.

“Il numero di video, la durata di alcuni di essi e il numero di animali torturati a morte da quest’uomo sono qualcosa che non potrò mai dimenticare. Le urla di quegli animali terrorizzati mentre vengono dilaniati sono intollerabili. Il dolore che è stato inflitto ai cervi e alle volpi, e ai cani, è inconcepibile. Le persone presenti nelle riprese chiaramente godono di quelle attività, e infatti li si sente ridere e scherzare”.

Come se uccidere chi è più indifeso fosse la cosa più naturale del mondo.

Nella foto: Ben Cairns, l’aguzzino (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Crepa mostrooooo!!!!!!

  2. per me pena di morte questa gente va eliminata che carcere io non voglio pagare per delle merde perchè i carceri secondo voi chi li paga noi cittadini io a morire li farei lui e chi rideva adesso secondo me ride menotroia di un mentecatto che dio ti fulmini

  3. mio dio ma che faccia io le chiavi della prigione le butterei ma solo dopo che avrei messo un leone a fargli quello che lui a fatto agli animali!!!! che faccia di culo anzi il culo e meglio della sua faccia brutto stronzo

  4. Ma come si puo’essere cosi’ crudeli? Altro che 18 settimane di carcere: cella di isolamento a vita con un pasto ogni 3 giorni e tante botte quotidianamente a lui e soci.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com