Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / [VIDEO] In Ucraina il massacro dei randagi continua nell’indifferenza più totale

[VIDEO] In Ucraina il massacro dei randagi continua nell’indifferenza più totale

C’è un detto che dice: finita la festa, gabbato lo santo. In qualche modo, si accosta bene a quanto sta (ancora) capitando nell’Ucraina di Euro 2012.

Tutte le manifestazioni di protesta, l’indignazione, le promesse, gli articoli di giornale in merito al massacro dei cani randagi per “ripulire” il Paese in vista della manifestazione sportiva sono finiti.

E, in un silenzio assordante, i dog hunter continuano ad uccidere.

Per Andrea Cisternino, il più famoso attivista che si trova a combattere ogni giorno contro la violenza infinita, senza pubblicità il problema perde di interesse. Probabilmente ha ragione.

E se anche la sempre puntuale Geapress fornisce regolarmente spazio al lavoro dell’attivista, non bastano le notizie che può pubblicare al riguardo un blog come il nostro. Dove sono i giornali “grossi”, importanti, gli organi di informazione da cui la maggior parte delle persone attinge le notizie?

Cisternino continua strenuamente a documentare quello che succede a Kiev e dintorni e, se si escludono poche eccezioni, difficilmente si tratta di aggiornamenti che lasciano tirare il fiato.

La situazione, in Ucraina, è pessima.

Secondo Geapress, è in autunno che i dog hunter (gli ammazzacani) diventano particolarmente feroci. Gli animali vengono uccisi senza pietà, spesso e volentieri a colpi di veleno.

L’ultimo video pubblicato da Andrea mostra cani ritrovati già senza vita ed altri in fuga con il veleno in corpo. Tutto terribile, tutto tenuto sotto pressoché sostanziale silenzio.

Così come ben poca indignazione sembra essere seguita alla proposta di legge del governo ucraino, che cerca di parificare cani e gatti randagi alla selvaggina presa di mira dai cacciatori.

“Lo dirò finché vivrò. Finiti gli Europei di calcio tutti se ne sono fregati, gli animali ammazzati hanno fatto solo pubblicità e se ora li uccidono è colpa di questo silenzio”, ribadisce Cisternino a Geapress.

Cisternino fa tanto, ma non può fare tutto, non può scindersi in mille Andrea ed essere presente ovunque.

I cani uccisi nell’ultima mattanza organizzata dai dog hunter sono stati freddati da un farmaco che, per legge, dovrebbe essere vietato e che ha colpito il fegato degli animali, rendendolo necrotico. Non è l’unico ingrediente del micidiale mix, comunque, fatto di veleno per topi, cianuro e arsenico.

Negli ultimi tempi, Andrea è impiegato nel progetto di un maxi canile per tenere al sicuro gli animali. Si chiamerà Rifugio Italia. Anche in questo caso, l’attivista è solo. Di persone come Alexey Vedula, invece, ce ne sono fin troppe.

Vi invitiamo a fare una donazione (libera) a Cisternino attraverso il suo sito ufficiale. Noi lo abbiamo fatto e goccia a goccia, insieme potremo aiutare l’attivista anche da qui. Anche da quell’Italia che, di lui, pare essersi completamente dimenticata.

Di seguito: gli ultimi video pubblicati da Andrea.

Nella foto: Cisternino con uno dei cani salvati (fonte Andrea Cisternino-Facebook).


© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Ciao a tutti,
    io sto seguendo da tanto lui e mi son vista tutti i suoi videoclip su youtube (e non sono italiana e non vivo in Italia ma nella Svizzera Italiana), canale suo a cui son pure associata………non sono solo le associazioni italiane ad aver fatto promesse NON MANTENUTE, ma pure il GOVERNO UCRAINO là…; e comunque non si spiega neanche lui tante cose…
    Buona giornata a chi legge!!

    Lui è uno di noi e non fa’ nulla a “scopo di lucro”…

  2. Grandissimo Andrea Cisternino, il suo lavoro è incommensurabile!
    Concordo con Rosanna, a conti fatti pare anche a me che sia così purtroppo.

    Ottima iniziativa l’invito ad una donazione, grazie A4A, appoggerò sicuramente quanto prima!

  3. Secondo me si devono vergognare soprattutto le grandi associazioni miliardarie che hanno fatto finta di voler aiutare Cisternino (Chissà quanto avranno intascato con le varie minifestazioni e quanto gli avranno donato per davvero per aiutarlo nel suo tremendo e faticosissimo impegno?????)

  4. io da un po’ me ne sto VERGOGNANDO..per chi VERGOGNA NON HA e aiuta pure con l’assenteismo e l’indifferenza questi UMANI CRUDELI E SENZA PIETÀ!
    Buona serata

  5. Ancora vanno dicendo che sono “leggende internaute”… e questo è vergognoso quasi quanto sta accadendo in quei luoghi!
    Mi vergogno sempre di più dell’appartenenza alla razza umana.
    M.

  6. APPUNTO PER QUESTO SERVONO DONAZIONI A CISTERNINO!!!
    Sulla sua pagina web dà l’indicazione per farlo..ha pure scritto un libro per 30 €…
    SIATE GENEROSI. LUI DA SOLO COI VOLONTARI UCRAINI FA’ DI TUTTO MA HA SPESO TUTTI I RISPARMI e prima che i cani finiscano ancora male ha UN PROGETTO AMBIZIOSO IN MENTE ma se il terreno c’è e qualche AIUTO PER FARLO I SOLDI SERVONO ANCORA (io quel poco che posso l’ho dato!!)

  7. fatta piccola donazione… ma le gocce costituiscono gli oceani … spero che Andrea Cisternino riesca a creare là una struttura per proteggere queste povere anime e che soprattutto si risveglino le coscienze di chi ha in mano la comunicazione ad ampio raggio!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com