Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Vittoria: anche Air India tra le compagnie che non trasportano animali da vivisezione

Vittoria: anche Air India tra le compagnie che non trasportano animali da vivisezione

Anche Air India entra a far parte ufficialmente della lista dei buoni: la compagnia aerea ha infatti dichiarato di aderire al cartello contro la vivisezione, rifiutandosi di trasportare animali destinati ai laboratori.

Air India è solo l’ultima compagnia ad aver deciso di dire no ai voli della morte e la lista include ora una cinquantina di nomi, che includono, tra l’altro, Alitalia, British Airways, Lufthansa, Virgin Atlantic, Ryanair, Air Phoenix.

ENPA ha commentato la decisione attraverso la sua presidente Carla Rocchi: “Accogliamo con grande soddisfazione la scelta strategica di Air India: fermare i viaggi della morte è una decisione che paga, anche dal punto di vista della soddisfazione del cliente, sia in Italia – dove la stragrande maggioranza dei cittadini è contraria alla sperimentazione sugli animali – sia nel resto del mondo, dove cresce sempre di più l’opposizione alla vivisezione”.

Continua la Rocchi: “La stessa comunità scientifica internazionale sembra ammettere implicitamente l’inutilità delle ricerche sugli animali. Autorevoli ricercatori hanno bocciati alcuni recenti studi sull’OGM, ritenendoli inattendibili perché ‘gli uomini non sono ratti’. Conferme in tal senso arrivano anche dal prestigioso quotidiano francese Le Monde, secondo cui un numero crescente di studiosi sta abbandonando il modello animale per la ben più affidabile tossicogenomica”.

Il più importante ente internazionale contro la vivisezione, BUAV, si è definito “deliziato” di poter includere Air India tra le compagnie che hanno deciso di non farsi più tramite tra i luoghi di reclusione degli animali appena prelevati dalle foreste e i tavoli dei vivisettori.

La sua campagna Cargo Cruelty, attiva ormai da diverso tempo per persuadere un sempre più crescente numero di compagnie aeree a interrompere i viaggi della morte, ha raggiunto un altro obiettivo, decisamente importante.

Michelle Thew di BUAV ha a tal proposito dichiarato: “Siamo deliziati di poter aggiungere Air India alla lista delle compagnie che non trasportano primati per la ricerca. Le prove da noi ottenute rivelano l’immensa sofferenza inflitta a questi animali durante la loro cattura in natura, la successiva reclusione, il trasporto e infine l’arrivo in laboratorio. Vogliamo ringraziare Air India per avere chiarito di non essere in alcun modo coinvolta in questo traffico crudele. BUAV continuerà la sua campagna per spingere tutte le compagnie a proibire il trasporto di primati destinati a questa industria crudele”.

Al momento attuale, la campagna più massiccia è contro AirFrance-KLM, una delle compagnie chiave nel trasporto di animali da laboratorio.

Foto: una scimmia viene prelevata in natura per essere poi ceduta ai laboratori (fonte BUAV).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Una bella notizia certamente che merita il giusto plauso e la giusta attenzione.
    – 1!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com