Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Arzignano: mamma e figlia salvano volpe investita e tramortita

Arzignano: mamma e figlia salvano volpe investita e tramortita

In tanti, vedendo la volpe immobile sul ciglio della strada, avrebbero tirato dritto senza degnarla di un secondo sguardo.

È morta, si sarebbero detti, non c’è più nulla che si possa fare per lei.

Altri ancora non avrebbero fermato la macchina per timore, schifo, pregiudizio o stomaco debole.

Fortunatamente Asia, figlia 17enne di una donna di nome Bernadette Loeffen, ha un carattere diverso.

Qualche giorno fa, trovandosi in auto con la madre e vedendo il fagotto di pelo rosso a bordo strada, ha chiesto e ottenuto di fermarsi e controllare. Le due donne si trovavano nella zona di Arzignano e stavano tornando a casa loro, a Pugnello.

Sulla via Restena, la volpe. Stesa sulla carreggiata e immobile.

Sembra morta ma non lo è. Di certo è stata investita, sicuramente è tramortita, ma respira e il suo cuore batte.

Dichiara Bernadette: “Mia figlia è scesa dall’auto per avvicinarsi. L’animale respirava. Era una volpe e sanguinava, non si muoveva. Forse era stata investita”.

Bernadette e Asia sono spaesate ma neppure per un attimo pensano di risalire in auto e andarsene come se nulla fosse successo.

Contattano dapprima il 112 ma, come prevedibile, neppure i Carabinieri sanno bene come soccorrere un animale selvatico ferito.

Poi telefonano ai Vigili del Fuoco, ed è proprio dai pompieri che ricevono qualche consiglio.

Mamma e figlia raccolgono delicatamente la volpe dalla carreggiata, la avvolgono in una coperta mentre ancora è tramortita e la portano a casa.

La notte, la volpe ferita la trascorre nel bagno di casa di Bernadette e Lola.

La foto che la ritrae accoccolata su una coperta, la lunga coda rilassata e gli occhi chiusi, è una delle più commoventi che abbiamo mai incluso in questo blog.

Quando le due donne aprono la porta del bagno la mattina seguente, l’animale è finalmente sveglio, vispo persino. Neppure per un istante dà l’impressione di essere minimamente aggressivo nei confronti di madre e figlia.

Forse – anzi, quasi certamente – sa bene che se non fosse per loro, non ci sarebbe stata alcuna seconda possibilità.

La docile volpe è stata successivamente affidata alle cure della Polizia Provinciale. Ci auguriamo che verrà trattata con la stessa gentilezza, che si riprenda al meglio e che, una volta libera, non incappi in nessun essere umano che voglia farle del male.

Nella foto: la volpe addormentata in bagno (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Marilena Albiero

    A Bernadette e Asia tutto il mio plauso. Sono anch’io di Arzignano e anche qui non so quanti avrebbero prestato soccorso a un animale per di più selvatico. Quanto alla Polizia Provinciale mah.. dico solo speriamo…

  2. A volte, gli angeli umani esistono… 😉

  3. Che bello!
    Bravissime, sono molto contento che la volpetta si riprenderà e che ci siano persone così in giro, grazie!

  4. Meno male che c’e’ ancora gente con cuore: BRAVE!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com