Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Voto storico potrebbe mettere fine per sempre alle fattorie della bile in Asia

Voto storico potrebbe mettere fine per sempre alle fattorie della bile in Asia

Le migliaia di orsi della luna imprigionati nella fattorie della bile dell’Asia potrebbero essere finalmente rilasciati: la IUCN (International Union for the Conservation of Nature) ha infatti deciso per lo stop all’attività al suo ultimo Congresso Mondiale.

Gli orsi della luna, specie in pericolo di estinzione, vengono cacciati e imprigionati perché gli allevatori possano prelevare la loro bile e rivenderla al mercato asiatico della medicina tradizionale.

Gli orsi vengono prelevati in natura, spesso quando sono ancora cuccioli, e rinchiusi per la vita in gabbie microscopiche, nelle quali non possono neppure muoversi.

Una volta immobilizzati, un catetere viene inserito senza anestesia nel loro ventre in modo che la bile possa essere “munta” dai loro corpi due volte al giorno.

Gli orsi, in preda alla disperazione e al dolore, sbattono la testa contro le sbarre di metallo delle gabbie, o arrivano al punto di lasciarsi morire pur di sfuggire alla loro miserevole esistenza.

Lo scorso 14 settembre questi odiosi crimini sono diventati di dominio pubblico e finalmente riconosciuti come intollerabili – e un movimento formale per porre fine alle fattorie della bile è stato messo in atto.

Ora, dopo anni di battaglie internazionale e di infinito, stremante lavoro da parte di eccellenti associazioni come Animals Asia, per le fattorie della bile dovrebbe arrivare finalmente l’ordine di chiusura.

“Gli orsi soffrono immensamente per la reclusione e per le condizioni di detenzione, ed è ora che questo dolore arrivi al termine”, ha dichiarato Chris Gee di WSPA. “Lo IUCN ha preso la decisione giusta e milioni di supporter e di amanti degli animali da tutto il mondo saranno felici di questa notizia”.

Si assisterà, con un po’ di fortuna, ad una vera e propria decapitazione di quest’industria e ci si augura che chiunque supporti questo genere di tortura provi – se ne è capace – che ciò che fa non minaccia la già diradata popolazione degli orsi oltre che l’efficacia scientifica degli orrori che commette.

Se si continuerà a combattere nel modo giusto, gli orsi non dovranno più essere prelevati dalle foreste per essere incarcerati a vita in bare di ferro. Non dovranno più essere sottoposti all’atroce tortura del continuo prelievo della bile, sostanza che non ha alcun valore medico, ma ancora cercata al punto da causare crudeltà animale su larga scala.

Continuiamo a lottare per sotterrare definitivamente questa barbara e spregevole usanza: la mozione è stata approvata, ma c’è ancora tanto lavoro da fare perché diventi realtà.

Secondo quanto stabilito da IUCN, si dovrà procedere alla chiusura di tutte le strutture per l’estrazione della bile, specialmente in territori delicati come la Cina, la Corea del Sud e il Vietnam.

Al ministro dell’ambiente sudcoreano Yoo Yung Sook viene richiesto di annunciare ufficialmente lo smantellamento delle strutture di detenzione e prelievo nel Paese nell’arco dei prossimi mesi. La nazione dovrà pertanto stanziare un budget adeguato e provvedere ad un piano preciso di chiusura di tutte le fabbriche della bile sul territorio.

Nella foto: la direttrice di Animals Asia Jill Robinson in soccorso di un orso detenuto (fonte).

Di seguito, un video su questa pratica atroce.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. BASTA CRUDELTA’ SUGLI ANIMALI…TUTTI LIBERI!!!

  2. Magari fosse così, che cazzo di schifo!

  3. Conoscendo i merdosissimi cinesi ci sarà da battagliare, ma almeno hanno riconosciuto l’assurdità e l’orrore di queste mostruose “fabbriche”… speriamo sia il primo tassello verso la fine.

  4. Speriamo che le chiudano davvero tutte e per sempre.

  5. francescamanimali

    spero ardentemente…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com