Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Vittoria: niente allevamento di visoni da pelliccia a Rivarolo del Re

Vittoria: niente allevamento di visoni da pelliccia a Rivarolo del Re

Il sindaco di Rivarolo del Re, nel cremonese, ha ufficialmente annunciato che l’allevamento lager di visoni da pelliccia non verrà costruito.

La notizia della possibile installazione della “fabbrica di pelli” era trapelata alcuni giorni fa e anche noi ne avevamo parlato esaustivamente in questo articolo.

La comunicazione del primo cittadino Marco Vezzoni è arrivata alla LAV e avrebbe tenuto in considerazione la “valutazione preventiva” e le “circostanze oggettive di problematica convivenza nel territorio”, fino a stabilire che l’insediamento della struttura lager di visoni allevati intensivamente per essere poi trasformati in babbucce non è cosa da farsi.

Molto bene.

La proposta di installare la fabbrica di pellicce non era piaciuta a molti e critiche erano piovute su Vezzoni, che si era lanciato nella ritrita (e ben poco veritiera) protesta agli attivisti che si scandalizzano tanto per gli animali mentre i bambini muoiono di fame e vengono abortiti.

Simone Pavesi, responsabile LAV per la Campagna Pellicce, dichiara: “Siamo soddisfatti della decisione dell’amministrazione di Rivarolo e ringraziamo il sindaco Vezzoni per aver bloccato sul nascere questo luogo di sfruttamento. La chiusura degli allevamenti di animali da pelliccia non può però essere frutto solo delle contestazioni e dell’indignazione popolare”.

“È necessario che le istituzioni, in primis il legislatore nazionale, prendano atto dei cambiamenti valoriali di rispetto verso gli animali, sempre più diffusi e condivisi nella società odierna, mettendo fuorilegge la pratica di uccidere animali per la loro pelliccia”.

In Italia gli allevamenti di visoni sono relativamente pochi, circa una decina, ma uccidono comunque oltre 150,000 animali all’anno.

Foto: le condizioni degli animali negli allevamenti finalizzati alla produzione di pellicce (fonte Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com