Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Varese: volpe ritrovata impiccata ad un albero, indaga la Provinciale

Varese: volpe ritrovata impiccata ad un albero, indaga la Provinciale

È stata una cittadina a segnalare al quotidiano La Provincia di Varese che una volpe è stata ritrovata impiccata ad un albero in una zona di campagna.

Il corpo del povero animale è stato scoperto dalla lettrice nella zona del Roccolo e la foto è subito arrivata in redazione. Anche noi la ripubblichiamo in apertura.

Il quotidiano dichiara che la zona in cui la volpe è stata uccisa è prettamente agricola e che pertanto il gesto potrebbe essere riconducibile ad una sorta di spregio nei confronti del piccolo predatore.

Ornella Jurinovich, referente LAV Varese, interpellata sull’accaduto commenta: “Gli animali selvatici che si avvicinano alle case quest’anno sono più numerosi rispetto al passato. Le cause sono molteplici. Da una parte ci sono i cacciatori che immettono animali sul territorio per farli proliferare, dall’altra il terreno disponibile per gli animali che è sempre meno. Questa cosa costringe esemplari schivi di natura ad avvicinarsi alle abitazioni e addirittura ad accettare cibo dalle mani dell’uomo. Un episodio come quello di Cascina Mentasti, a mio parere, è opera di qualcuno che non ha avuto difficoltà a prendere la volpe. Potrebbero essere stati anche adolescenti che, purtroppo, non sono nuovi ad atti di questo tipo”.

E se da un lato si vocifera di riti voodoo e messe sataniche, dall’altro la Polizia Provinciale sarebbe impegnata a individuare il colpevole.

Dichiarano gli agenti che è necessario “capire come è morto l’animale. Se è stato preso al laccio è un reato penale. Dubitiamo che la volpe sia stata messa lì per far passare ai suoi simili la voglia di avvicinarsi. Magari si tratta di un animale caduto in una trappola. Faremo delle verifiche e prenderemo provvedimenti”.

Stiamo a vedere.

Nella foto: la volpe uccisa (fonte La Provincia di Varese).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Finchè ci sarà la caccia col suo business milionario, ci saranno animali morti o seviziati, a qualunque “parte della barricata” appartengano.
    Si dice che la caccia sia un fenomeno da baraccone in via d’estinzione, effettivamente a parte in certe zone, mi pare che il cacciatore medio sia vecchio e stanco.

    Chissà, nella vita si spera sempre in meglio.

  2. siamo circondati da mostri

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com