Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / UK: la donna che piange tenendo tra le braccia il suo cane accoltellato

UK: la donna che piange tenendo tra le braccia il suo cane accoltellato

La foto in apertura ritrae il terribile momento in cui una donna si china disperata sul suo cane morente, trafitto da decine di coltellate.

La foto in apertura immortala, in un dolore indicibile, una vicenda che ha dell’assurdo e che arriva dal Regno Unito.

Il cane morente della foto è un bulldog di nome Tyson. La donna che piange è la sua compagna umana, la 41enne Daisy Jenkins.

Tyson è stato vittima dell’aggressione furiosa di un uomo, che, dopo una baruffa tra il bulldog e il suo cane, gli si è avventato contro con un coltello, trafiggendolo ventitré volte.

Una vendetta inconcepibile, sanguinosa, frutto del sadismo e della pura crudeltà.

Daisy racconta di aver pregato, supplicato Tyson di farcela, di vivere, mentre chiedevano aiuto: “Lo sentivo sanguinare sotto le mani ma continuavo a tenerlo stretto. Gli dicevo resisti, ti prego resisti. Devi farcela”.

“Pensavo davvero che sarebbe sopravvissuto. Era il cane migliore del mondo”.

Il fatto è avvenuto una settimana fa, quando la signora Jenkins si trovava in passeggiata con Tyson tra Hampstead e la sua casa a Belsize Park.

Il bulldog e un altro cane sono stati coinvolti in una breve, banale baruffa – una di quelle che chiunque conviva con un quattrozampe conosce bene.

Dopo che gli animali erano stati separati, il proprietario dell’altro cane si era allontanato per ritornare a tutta carica qualche attimo dopo, armato stavolta di due coltelli dalla lama di venticinque centimetri ciascuno.

Con quei coltelli, l’uomo ha ferito Tyson febbrilmente e ripetutamente. Sul corpo del cane sono stati trovati i segni di ventitré fendenti.

Le armi ancora insanguinate sono state ritrovate sulla scena. La lama di un coltello si era piegata nella violenza dell’aggressione.

La testimone Allison Havey, che stava tornando a casa proprio in quel momento, racconta di aver visto bene Daisy: “Era coperta di sangue, disperata. Era un vero bagno di sangue, una scena terribile, con questa donna distrutta che teneva tra le braccia un cane bellissimo, ferito, la cui vita stava scivolando via”.

“Mi ha detto: la prego mi aiuti. Mi aiuti a far vivere il mio cane. È stato tutto molto triste”.

Il veterinario chiamato per soccorrere Tyson, un esemplare adulto di 42 chili di peso, non ha neppure fatto in tempo ad arrivare sul posto. Il cane è morto nell’attesa.

Il veterinario ha successivamente dichiarato di non aver mai visto ferite tanto orribili: “C’era un totale di 23 coltellate su quel corpo, tutte profonde abbastanza da penetrare l’addome. Una di esse ha reciso un’arteria e ha ucciso l’animale”.

La polizia ha arrestato un uomo di 41 anni come responsabile dell’uccisione del cane. Si chiama Wayne Stearman. Ha dichiarato di aver ucciso Tyson perché aveva aggredito il suo terrier. Ha lamentato il fatto che il cane venisse lasciato spesso senza guinzaglio e senza museruola. Si è infine definito felice di averlo ucciso, perché convinto che l’American Bulldog avrebbe finito con l’aggredire un bambino, prima o poi.

Foto: Tyson morente tra le braccia di una disperata Daisy e la lama del coltello piegata dalla violenza dei fendenti (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. che rimanga in galera!! e che gli venga tolto il suo di cane, è una persona pericolosa!!

  2. Quello che mi viene in mente è che chi gira con un coltello non è normale.
    Le zuffe tra cani sono invece normali, anche se devo dire che anch’io non comprendo il perchè un cane non debba essere legato al guinzaglio in giro.
    Ci sono opportune locazioni dove può rimanere slegato (ovviamente se le circostanze lo permettono).
    Non ci sono giustificazioni, quest’individuo va internato direttamente, manicomio criminale a vita e via!

  3. figlio di p….a ma chi si crede di essere bastardo spero che muoia in galera a mazzate lo devono prendere altro che coltellate

  4. Povera bestiola! Una passeggiata, sfocia in una tragedia! Un episodio comesi vede spesso, di cani, che comunque il padrone deve saper gestire. Ma l’anormale èil violento che passeggia con un coltello del genere in tasca- Magari ti fossi tagliato i maroni!!!!

  5. Ah, lui dice che il cane è pericoloso?!!
    …dopo averlo ammazzato ferocemente con 2 coltelli lunghi 25 cm!??
    Bel modo di ragionà, si si bello proprio, condivisibile poi eh…come no!
    …a questo ce sarebbe da chiuderlo in gattabuia e lasciaccelo marci a vita…tacci sua!

  6. spero che questa persona,che non è nemmeno degno di essere un cane ,trovi qualcuno che gli dia 46 coltellate ma nei coglioni!!!!!!strnzoooooooooooooo

  7. è atroce ciò che è accaduto, ma perché la signora non metteva il guinzaglio al suo cane? una parte di colpa ce l’ha anche lei, io ho tre cani e posso capire ciò che lei prova, ma se il suo cane fosse stato tenuto con tutti i crismi, questo non sarebbe accaduto. Se fossi in lei mi sentirei parecchio in colpa… i pazzi in giro ci sono, cerchiamo di non dar loro appigli per scatenare la loro follia

  8. se ha avuto il coraggio di trafiggere così un cane con quella lucidità e crudeltà, sicuramente è una persona da stare attenti.. pericoloso.. !!
    Cmq mi piange il cuore per tyson.. R.i.P.

  9. Pazzesco! Speriamo resti a lungo in galera, e che magari qlc carcerato gli faccia lo stesso servizio.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com