Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] USA: tartaruga legata ai palloncini e fatta volare. Salvata e adottata

[VIDEO] USA: tartaruga legata ai palloncini e fatta volare. Salvata e adottata

Ci sono fatti di cronaca che lasciano interdetti. Si ha la speranza che non siano veri, che si tratti di bufale. Poi si scopre che sono reali e si resta ancora più sconcertati.

Verso la fine di agosto, nella città californiana di Oceanside, una tartaruga di terra venne avvistata incagliata tra i rami di un albero di eucalipto.

Gli abitanti della zona videro l’animale tra il fogliame e si resero conto che qualcuno ne aveva avvolto il carapace con il nastro adesivo, per poi fissarlo a numerosi palloni rossi e verdi.

Chanelle Wright, una dei testimoni, dichiara che la tartaruga “agitava le zampe cercando di liberarsi, ma qualcuno l’aveva costretta lì”.

I cittadini chiamarono la Humane Society per chiedere aiuto e le guardie zoofile dovettero, a loro volta, richiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco per soccorrere l’animale.

Durante l’attesa dell’arrivo dei pompieri, un improvviso colpo di vento fece volare palloni e tartaruga lontano dall’albero. Fortunatamente, il soccorso tempestivo dei Vigili evitò che l’animale morisse.

La tartaruga, un esemplare maschio ribattezzato Thomas, era stata notata da un’abitante della zona qualche ora prima. Era tra le mani di alcune persone adulte che portavano anche i palloncini. La donna aveva pensato che si trattasse di un giocattolo. Quando si era resa conto che invece si trattava di una creatura vivente e che stava volando via, aveva cercato di afferrare i palloncini ma senza successo.

Il CEO della San Diego Humane Society, Gary Weitzman, ha definito la vicenda come “uno degli scherzi più crudeli mai visti”.

Non c’è, in effetti, assolutamente nulla di divertente nel fasciare una creatura indifesa con del nastro adesivo per poi farla volare in aria, attaccata a palloni gonfi d’elio. Ancora meno divertente è scoprire che l’azione sia stata commessa da persone adulte, che dovrebbero avere un chiaro discernimento dei concetti di bene e male, giusto e sbagliato.

Le investigazioni per identificare i responsabili dell’orrido scherzo sono ancora in corso, e ci sono tracce che potrebbero portare a qualcosa di concreto.

La buona notizia è che Thomas, almeno, è stato adottato. Nella giornata di mercoledì, a portarlo a casa è stata una professoressa di nome Alicia Berg. Thomas vivrà in un bel parco, che la Berg utilizza per insegnare ai bambini il corretto trattamento delle creature non umane.

Perché una vittima è sempre una vittima, a prescindere dalla specie cui appartiene.

Foto: Thomas legato ai palloni (fonte Examiner).

Di seguito, il video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Ma perchè?
    Al di là di domande retoriche e altre stupidaggini, il perchè di tutto ciò?
    Meno male che è andata bene, li prenderanno? E se li prenderanno cosa gli faranno?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com