Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Rischia di chiudere la riserva per gli Orsi della Luna in Vietnam

[VIDEO] Rischia di chiudere la riserva per gli Orsi della Luna in Vietnam

Incredibile ma vero: l’importantissima riserva fondata in Vietnam da Animals Asia e destinata ad accogliere e rieducare gli sfortunatissimi Orsi della Luna rischia di chiudere.

La notizia è stata riportata recentemente da varie testate, che sottolineano come sulla struttura gravino pressioni di tipo governativo per trasformarla in una sorta di parco eco-turistico.

Ricordiamo che, nella riserva, è ospitato oltre un centinaio di orsi recuperati dalle odiose fattorie della bile. Di questa particolare forma di crudeltà animale avevamo parlato peraltro esaustivamente in un dossier, che trovate qui.

Non è la prima volta che Animals Asia, una delle associazioni internazionali più importanti e affidabili, è vittima di pressing governativo per lasciare la zona.

In questo particolare caso, e secondo quanto dichiarato dalla stessa associazione, sarebbe stato proprio il MARD (Ministero per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale vietnamita) ad informare Animals Asia di un’ordinanza di sfratto emessa dal Ministero della Difesa, che considererebbe l’area della riserva come una “zona di significativa importanza per la difesa nazionale”.

Quello che in realtà si vocifera è che dietro l’ordinanza di sfratto vi sia, in realtà, il progetto di un’azienda privata: quella, appunto, che vuole trasformare la struttura in un parco, con annessi alberghi (naturalmente).

Chiudere il santuario degli orsi della luna significherebbe non poter più gestire i 104 esemplari salvati dalle fattorie della bile e qui ospitati, oltre alla perdita di lavoro per i 77 operatori vietnamiti impiegati all’interno della struttura.

Inoltre, l’ordine di sfratto viola l’accordo siglato tra Animals Asia e il Governo vietnamita nel 2005 che autorizzava lo sviluppo del santuario su uno spazio di 12 ettari all’interno del parco di Tam Dao. 12 ettari assolutamente vitali alla riabilitazione di animali che, per tutta la loro vita, sono stati costretti in gabbie nelle quali non potevano neppure girarsi, con un catetere a prelevare la loro bile (da utilizzarsi nella medicina tradizionale asiatica), giorno dopo giorno.

“Il nostro centro di Tam Dao sarà chiuso e spostato altrove, se possibile”, ha dichiarato il direttore di Animals Asia Vietnam, Tuan Bendixsen, “Ovviamente siamo tutti scioccati per questa decisione e per le sue implicazioni”.

Animals Asia ha accusato il direttore del parco Tam Dao, Do Dinh Tien, di fare pressione sul Ministero della Difesa per sfrattare il santuario dopo non essere riuscito a trovare un accordo con l’associazione in merito alla costruzione di un albergo sul territorio. L’ONG sottolinea anche che la figlia di Tien sarebbe una delle fondatrici dell’azienda incaricata di costruire l’hotel su una porzione di territorio che Animals Asia aveva invece destinato al recupero di altri 101 orsi portati in salvo.

Si attendono sviluppi sulla questione: la decisione finale potrebbe essere presa dallo stesso Primo Ministro vietnamita, Nguyen Tan Dung.

È evidente che l’intera vicenda trovi motivazione in questioni di profitto, e non certo di difesa personale.

Aggiornamento: qui petizioni e mail da inviare È sufficiente seguire le istruzioni al link.

Foto: un orso della bile (fonte Karmastore).

Di seguito, un video che vi mostra cosa sono le fattorie della bile.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Ma spostare la riserva, magari con l’aiuto delle ‘grandissime associazioni animaliste’ internazionali tipo wwf e altre?
    Dove sono quando servono?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com