Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Alghero: cane avvelenato nel cortile dell’azienda, si cerca il responsabile

Alghero: cane avvelenato nel cortile dell’azienda, si cerca il responsabile

Una femmina di pastore tedesco, Zara, è stata avvelenata e uccisa all’interno del cortile dell’azienda della sua famiglia, ad Alghero.

L’ennesimo episodio di violenza segue di pochi giorni quello del ferimento a colpi d’arma da fuoco di un gattino, in via Kennedy. Ne avevamo parlato in questa news.

Anche nel caso di Zara, l’aggressione si è perpetrata in pieno centro urbano, in via Canepa.

Qualcuno ha somministrato al pastore tedesco non una, ma ben tre polpette di carne macinata imbottita di un mix esplosivo di veleno per lumache e topicida.

Zara, prima di morire, ha agonizzato per ore.

Al ritrovamento del corpo senza vita del cane, i proprietari hanno contattato la Polizia che, giunta sul posto, ha svolto i rilievi del caso.

Zara non è l’unico cane avvelenato in zona: qualche giorno fa un meticcio era stato salvato per miracolo in via Valverde.

Tuttavia, l’individuazione degli avvelenatori seriali non sembrerebbe essere cosa semplice per le forze dell’ordine.

Daniele, il proprietario di Zara, la ricorda così: “Era molto buona e giocherellona e non meritava una morte così atroce e dolorosa. Vorrei che venisse scoperto il vigliacco che ha commesso questo gesto, augurandomi che la morte del mio cane non sia vana e serva a scovare queste persone”.

Nella foto: a sinistra, il veleno ingerito e a destra, la giovane Zara (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. E’ da più di vent’anni che l’Ytaglia è già un paese di merda.
    Io li brucerei tutti quanti. Vivi!

  2. sbaglio o anche l’italia isole comprese sta diventando un paese di merda…. ???!!!

  3. Però dopo averlo individuato e preso, dovrebbero metterlo su un palo ad agonizzare in piazza, non lasciarlo libero con un buffetto sulla spalla e un ammonimento a ditino alzato… ecchecavolo!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com