Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Nuova Zelanda: il concorso dei bambini per vestire da umano l’opossum morto

Nuova Zelanda: il concorso dei bambini per vestire da umano l’opossum morto

Ci sono notizie di cui verifichiamo mille volte le fonti perché sembrano false, talmente sono assurde e orripilanti. Questa rientra nella categoria, e lascia sbalorditi, davvero senza parole, il fatto che sia vera.

Nella cittadina neozelandese di Uruti si è tenuto, lo scorso agosto, un concorso per bambini che sembra uscito dritto da un racconto dell’orrore.

L’obiettivo del concorso era già di per sé discutibile: la raccolta fondi per l’annuale caccia al cinghiale. Le modalità di partecipazione però, sono state ancora più assurde: i bambini della locale scuola elementare sono stati infatti invitati a vestire opossum morti e imbalsamati con costumi bizzarri che hanno incluso, tra gli altri, l’opossum pugile, l’artista, la sposa.

E così ci si è ritrovati di fronte ad un’oscena parata degli orrori in cui gli animali uccisi e impagliati venivano fatti sfilare, in scatole di cartone o tra le braccia di bambini delle elementari, indossando bikini e coroncine, sciarpe e pantaloncini.

Gli occhi fissi, le mandibole immortalate in una smorfia, i piccoli corpi congelati per sempre nelle pose date loro dal tassidermista.

Una sfilata di cadaveri.

Difficile pensare che qualcuno abbia potuto gradire un concorso simile, eppure la raccolta fondi ha portato all’incasso di migliaia di dollari da spendersi nel massacro degli ungulati della zona.

La scuola è stata criticata da più parti per aver incoraggiato i bambini a vestire i corpi di animali morti. Le associazioni animaliste internazionali hanno guardato con orrore la performance, e ascoltato con altrettanto sdegno la difesa degli insegnanti, che hanno definito la giornata “divertentissima”.

Il concetto è stato ribadito anche dalla Preside Pauline Sutton, che al Taranaki Daily News ha dichiarato: “C’era tantissima gente ed è stato divertentissimo”.

Già, divertentissimo. A meno di non essere un animale.

L’evento è stato bollato come inaccettabile e totalmente privo di buon gusto dalla SPCA, la locale Protezione Animali.

La portavoce dell’associazione Jackie Poles-Smith ha dichiarato in merito: “Gli animali meritano rispetto, a prescindere che siano selvatici o domestici. Incoraggiamo l’empatia verso gli animali anche quando sono morti, ed è una vergogna che proprio una scuola spinga i bambini a fare l’opposto”.

L’opossum non è, come spesso accade, nativo della Nuova Zelanda. È stato invece introdotto dagli esseri umani che non sono poi più riusciti a controllarlo. Il risultato è una caccia spietata, quasi uno sport nazionale.

Se avete voglia di guardare la carrellata degli orrori portata avanti da questa scuola elementare neozelandese, la trovate qui.

Foto: gli opossum profanati (fonte Daily Mail).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Marilena Albiero

    Ma porca miseria a quali livelli giungerà mai l’essere umano prima di capire che è ora di fermarsi? Quale educazione daranno questi neozelandesi ai loro figli? A volte sogno che un dio (qualunque sia) si stufi di questa nostra follia e con botto ci faccia sparire tutti da questa terra!

  2. francescamanimali

    piccoli nazisti crescono…

  3. Che cazzo di mondo!
    Non ci si crede.
    Sti bambini sono già dei mostri, come chi li istruisce.
    Fire ‘em all!

  4. Ma siamo veramente arrivati alla frutta!L’umanità è marcia,i bambini dei mostri

  5. Certo che Steven King potrebbe prendere spunto per la trama del suo prossimo libro:uno a uno tutti quelli che hanno partecipato a questo scempio vengono misteriosamente uccisi e magicamente tutti i cadaveri vengono ritrovati vestiti da carnevale. Con l’applauso ovviamente di tutti gli opossum vivi e non.

  6. Fate pena !!!! Perche’ non vi ammazzate vi vestite tra di voi !!!

  7. Se permettono di realizzare questi orrori siamo di fronte all’umanità ridotta allo zero.non ci sono parole.

  8. gennaro stammati

    l’essere umano ha un cervello sottosviluppato

  9. Sono allibita…………… per amore del pianeta terra, bambini così non dovrebbero crescere.

  10. evidentemente 🙁

  11. ma che schifo!!!!ma non altro da far fare ai figli???

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com