Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Cina: soccorso cane in fin di vita, aveva un pesante anello d’acciaio al collo

Cina: soccorso cane in fin di vita, aveva un pesante anello d’acciaio al collo

Non è quasi possibile immaginare come il cane salvato negli scorsi giorni in Cina sia riuscito a sopravvivere fino ad ora. Quello che è certo, tuttavia, è che sarebbe morto presto senza l’intervento tempestivo di alcune persone compassionevoli.

A ritrovare l’animale è stata la Polizia di Taiyuan, nella provincia cinese di Shanxi.

Il collo dell’animale è, come potete vedere nella foto in apertura, intrappolato da un pesantissimo anello di metallo che qualcuno deve avergli messo addosso quando il cane era ancora molto piccolo.

Il collare d’acciaio del peso di circa un chilo, ora che il cane è cresciuto, è diventato una trappola mortale tanto che il piccolo è stato ritrovato ormai in fin di vita, semistrangolato.

La polizia sarebbe ora alla ricerca del responsabile di questo odioso atto di crudeltà mentre per il cane si cercherà una nuova casa.

Dichiara uno dei soccorritori: “Mentre il cane cresceva, quel collare gli si stringeva sempre di più attorno al collo, impedendogli di respirare”.

Per liberare l’animale dalla trappola è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco perché l’anello non poteva in alcun modo essere sfilato dalla testa.

Il grande problema della Cina risiede nell’assoluta assenza di normative per la salvaguardia sugli animali. Una legge contro i maltrattamenti, in pratica, non esiste e inoltre i cani (e i gatti) finiscono ancora sulle tavole di molti cittadini nonostante le crescenti campagne d’opposizione portate avanti da gran parte della popolazione.

Nelle foto: il cane al momento del ritrovamento (fonte Daily Mail).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Poveretto,chissa’ che sofferenze. Un applauso x chi si e’ mobilitato per salvarlo.

  2. Boicottiamo i cinesi!! E’ una vergogna!

  3. Che tristezza.
    Fortunatamente ha incontrato delle brave persone che lo hanno aiutato.
    Grazie!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com