Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / New York: arrestato l’uomo che aveva pestato il pitbull in ascensore

New York: arrestato l’uomo che aveva pestato il pitbull in ascensore

Detto, fatto: le autorità newyorchesi sono già riuscite ad individuare e arrestare il responsabile dell’odioso atto di violenza nei confronti di un cane, di cui avevamo parlato in questa news.

L’uomo, chiuso nell’abitacolo di un ascensore e convinto di non essere ripreso dalle telecamere di sorveglianza, aveva percosso selvaggiamente l’animale, che si rintanava in angolo cercando di evitare i calci e i pugni, e concluso la sua performance sputandogli addosso con sdegno.

L’arrestato è il 28enne Brian Freeman e la Polizia di New York gli ha messo le manette ai polsi lo scorso lunedì.

Le telecamere installate all’interno di un ascensore delle Wagner Houses ad Harlem avevano ripreso l’azione punitiva nei confronti del cane lo scorso 26 agosto.

Secondo quanto dichiarato da NBC New York sarebbe stato proprio il suocero di Freeman a riconoscere il cane, che si chiama Hazel e che successivamente all’arresto del proprietario è stata subito sequestrata e affidata alle cure dell’Animal Care and Control di Manhattan. L’uomo aveva già comunque provveduto a togliere il pitbull dalle mani del genero e a farlo ricoverare in un rifugio per prestargli le prime cure.

Nonostante le ripetute violenze, il cane, un pitbull di solo un anno di età, sta abbastanza bene e non mostra segni di lesioni permanenti.

L’aguzzino Brian Freeman non è una faccia nuova per le autorità: a partire dal 2000, è stato infatti ripetutamente arrestato per aggressione, rapina e possesso di droga.

Ora potrà aggiungere alla fedina penale anche la crudeltà verso gli animali.

Al momento attuale, il 28enne è detenuto in carcere e potrà uscire su cauzione solamente pagando 3500 dollari, ma il suo avvocato, in tribunale, punterà sui dubbi relativi all’identificazione del suo cliente solamente basandosi sulle riprese.

Nelle foto: la piccola Hazel dopo il sequestro (fonte) e il suo aguzzino in corte (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Gli avvocati sono come le puttane, vanno con chi li paga… anche con questa faccia di scimmia (chiedo scusa alle scimmie)…

  2. Crepa idiota microcefalo!!!!! Vorrei che leggesse i nostri commenti! Un bacione alla piccolina!

  3. per fortuna l hanno arrestato e speriamo che marcisca in galera quel porco

  4. quando si tratta di italiani non si vede mai la loro faccia e nemmeno scrivono il nome per intero, devono essere protetti … per la privacy….almeno all’estero non hanno questo falso pudore

  5. Ma bruciatelo sto parassita!
    Per fortuna che c’è ancora gente come il cognato che gli ha dato il benservito.

    Basta guardare la foto della cagnolina per stare male e pensare che l’avrebbe fatto sicuramente su di un bambino se non fosse stato arrestato.

  6. che brutto mestiere esser avvocati di certi esseri…

  7. Mi sono sempre chiesta come fanno gli avvocati a guardarsi in faccia dopo aver difeso un colpevole. Verso gli umani o verso gli animali per me è uguale, ed è ancora peggio quando chi viene percosso non si può difendere …. Questo essere ignobile meriterebbe di marcire in galera, tossico di merda!!! Comunque grazie al suocero (fra l’altro dovrebbe preoccuparsi anche della figlia….) ora il cucciolotto è salvo – e l’essere schifoso purtroppo ancora vive

  8. vai cucciolotta, ti auguro di trovare una famiglia che ti ripaghi delle cattiverie di quell’essere ignobile e vigliacco!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com