Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Caltanissetta: gli mozzano la coda e lo gettano in un tombino. Salvato cucciolo

Caltanissetta: gli mozzano la coda e lo gettano in un tombino. Salvato cucciolo

Un cucciolo di cane di soli quaranta giorni è stato dapprima mutilato della coda e successivamente gettato sanguinante in un tombino.

Il fatto è avvenuto negli scorsi giorni nella cittadina di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, e al momento i responsabili non sono stati individuati.

I lamenti del piccolo sono stati fortunatamente uditi da una residente della zona che, allarmata, ha immediatamente provveduto a contattare Fabio Calì, presidente della locale sezione di OIPA.

“Abbiamo dovuto chiedere l’aiuto dei Vigili del Fuoco perché il cagnolino si trovava a tre metri di profondità, sofferente e con il rischio di annegare in caso di pioggia”, dichiara Calì.

“Qualcuno senza ritegno, infatti, dopo aver torturato il cane ha tolto la copertura in ghisa del tombino e ce lo ha gettato dentro, tanto che era impossibile anche per me poterlo recuperare”.

La coordinazione dell’associazione con i Vigili del Fuoco ha infine garantito il recupero del cucciolo.

Secondo quanto riscontrato in base ai primi soccorsi, il cane era in pessime condizioni e la coda  potrebbe essere stata mozzata con l’ausilio di un seghetto. Per questa ragione il piccolo avrà bisogno di alcune settimane per superare l’infezione e recuperare appieno le forze.

Secondo Il Giornale di Sicilia, la ferita si presentava infatti piena di sangue e pus.

“Qui ci vuole una seria educazione dei cittadini e la massima collaborazione dell’amministrazione comunale, che spesso delega a me il compito di occuparmi di tutti i cani abbandonati e trovati sul territorio, come se il problema non dovesse essere risolto a monte ma solo tamponato grazie a Fabio Calì”, commenta il presidente OIPA, evidenziando ancora una volta l’assoluta assenza delle istituzioni deputate in questo genere di situazioni.

Nella foto: il cucciolo soccorso (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. NO! NON SONO ANIMALI SONO SOLO SCHIFOSI ESSERI UMANI ADATTI A VIVERE NELLE FOGNE.

  2. COMPLETAMENTE D’ACCORDO!!

  3. Pezzi di merda dovete morire, vi auguro la morte, fosse per me forni crematori accesi 24/7 per queste nullità!

  4. Complimenti ai genitori per aver cresciuto ANIMALI capaci di cattiverie simili.

  5. certo che non verranno individuati….non cercano nelle fogne! magari lì possono trovarli.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com