Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Breed Specific Legislation: Dre è stato liberato ed è a casa. Vittoria!

Breed Specific Legislation: Dre è stato liberato ed è a casa. Vittoria!

Le petizioni sono servite. La mobilitazione generale è servita. Dre, pitbull sequestrato in base alla BSL che ha ucciso Lennox, è stato liberato ed è già tornato a casa.

La notizia ha cominciato a trapelare nella giornata di ieri, direttamente sul profilo Facebook della proprietaria del cane.

È stata successivamente confermata dal sempre attento quotidiano Examiner.

La città di Brighton, in UK, e la proprietaria di Dre, Mary O’Brien, hanno raggiunto un accordo e si è proceduto alla scarcerazione dell’animale, che è ritornato a casa alcune ore fa. La condanna all’eutanasia è stata pertanto sospesa, e Dre è salvo.

“Siamo soddisfatti del risultato di questo caso e felici che sia stato raggiunto un accordo nell’interesse di Dre e della sua famiglia”, ha dichiarato Jennifer Edwards, fondatrice e avvocato dell’associazione The Animal Law Center.

“Questo caso è stato seguito da migliaia di amanti degli animali in tutto il mondo, che saranno ora sollevati di sapere che Dre è stato autorizzato a tornare a casa dalla sua famiglia”.

L’accordo è stato raggiunto grazie alla testimonianza di un esperto di comportamento canino che le stesse istituzioni cittadine hanno ingaggiato per definire con il massimo dell’obiettività la personalità del cane accusato. Un traguardo meraviglioso che per Lennox non è mai stato neppure preso in considerazione, dal momento che le relazioni sulla sua affidabilità caratteriale sono state sistematicamente rifiutate dal Concilio Cittadino di Belfast.

Secondo l’esperto di comportamento cinofilo, Dre non rappresenta in alcun modo una minaccia per gli esseri umani o per gli altri animali e tale constatazione ha fatto sì che le istituzioni decidessero per il suo rilascio.

In ogni caso, la proprietaria Mary O’Brien dovrà seguire un corso di educazione determinato proprio dal comportamentalista canino in modo che Dre possa ottenere, nell’arco di qualche tempo, la certificazione di Canine Good Citizen (Buon Cittadino Canino) da parte di un ente terzo.

Il caso era iniziato lo scorso 25 luglio, quando Dre era fuggito da un cancello lasciato inavvertitamente aperto assieme all’altro cane degli O’Brien, un dobermann. I vicini di casa, vedendo i due cani per strada, avevano immediatamente allertato le autorità.

Secondo David Edelstein dell’associazione Team Pit-a-Full, si trattò di un comportamento sconsiderato dal momento che la denuncia venne fatta per “due cani cattivi che vagavano per il circondario” quando in effetti si trattava al più di “due cani che vagavano per il circondario”.

Dobie, il dobermann, era rientrato nella proprietà degli O’Brien prima dell’arrivo delle autorità.

Dre invece era ancora sulla strada e quando gli uomini dell’Animal Control, per lui perfetti sconosciuti, lo avevano stretto minacciosamente all’angolo, aveva abbaiato e ringhiato di paura.

Non si era mai sporto per aggredire né tantomeno aveva morso ma quell’abbaio era stato sufficiente per confinarlo in quarantena e bollarlo come “cane cattivo”: praticamente una condanna certa all’eutanasia.

Considerata l’ovvietà di un sequestro determinato primariamente da una discriminazione nei confronti della sua razza (Dre è un pitbull), la petizione istituita per riportarlo a casa aveva da subito raccolto decine di migliaia di firme. L’allerta, alle stelle in un momento delicatissimo come quello seguito all’orribile e ingiusta morte di Lennox e Wicca, ha portato i risultati sperati e per Dre si è proceduto nel modo corretto, ossia permettendo ad un comportamentalista certificato di valutare la sua personalità e trarre le dovute conclusioni.

Dre, durante la detenzione, ha manifestato seri problemi di salute.

Nella foto in apertura: Dre finalmente a casa (fonte).

Di seguito, un video che testimonia la sua liberazione.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Questa legge è giusta.
    SE FOSSE APPLICATA DALLO STUPRO IN SU SUGLI ESSERI UMANI!
    Invece di ammazzare animali assolutamente innocenti si pensasse a fare giustizia ed ELIMINARE un sacco di feccia della società!!!

    Sono contento che sia tornato a casa, la foto è un collasso, 3 patatini + la mamma 😀 …ahahahahahaha!!!
    Fantastico!

  2. rimangono sempre dei gran bastardi assassini,senza alcun titolo!.vogliono una BSL a tutti i costi????…la usassero per sopprimere tutti coloro che hanno trucidato il povero valente in spagna,con un’eterna agonia e i suoi testicoli infilzati n una lancia.queste manifestazioni ,peraltro ricorrenti,sono l’espressione della piu’ putrida barbarie insista nel dna umano,che si rivela REALMENTE pericolosa per la societa’ e per il singolo.
    giustiziassero costoro,anziche’ mansueti animali!

  3. E’ proprio una bellissimanotizia, finalmente…bsl vai a fari fottere. I pitbull sono dolcissimi non ci sono razze pericolose ma esseri umani se cosi’ si possono chiamare si…sono loro pericolosi…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com