Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / C’è un pitone in fuga a Vedano Olona: cittadini preoccupati

C’è un pitone in fuga a Vedano Olona: cittadini preoccupati

Anche se teoricamente dovrebbe essere innocuo, i cittadini di Vedano Olona sono un po’ preoccupati dalla presenza, “a piede libero”, di un pitone africano lungo un metro.

La notizia è stata riportata dal quotidiano La Provincia di Varese e racconta del rettile che riesce inspiegabilmente a scappare dalla teca, posizionata in una cantina (…), e che ora è “desaparecido”, scomparso.

L’animale potrebbe essersi aperto un varco attraverso i buchi della ventilazione del condominio nel quale viveva, in Via Adua, per poi dirigersi chissà dove.

Dice un inquilino: “Il serpente è innocuo, ma è evidente che trattandosi di un animale esotico un po’ di preoccupazione c’è. Lo stiamo cercando anche noi, speriamo di trovarlo al più presto. Qualcuno non scende neanche in cantina perché ha paura di incontrarlo da qualche parte”.

“Il serpente potrebbe essere dappertutto”, continua il condomino. “Appena siamo stati informati ci siamo mossi subito, abbiamo chiamato i Vigili del Fuoco e altre autorità competenti. Il proprietario dovrebbe già essersi rivolto anche alla Forestale. Speriamo venga individuato e catturato. Potrebbe essere finito nelle cantine adiacenti, non è facile trovarlo”.

Il dottor Rainer Schneider, erpetologo di Varese, conferma che il pitone non è assolutamente pericoloso: “Si tratta di un pitone africano, un serpente assolutamente innocuo, che non morde ed è docile e tranquillo. Comunemente viene chiamato anche serpente palla per la caratteristica forma che assume quando si impaurisce. Si tira indietro e nasconde la testa tra le spire”.

Se il rischio per gli esseri umani è nullo, lo stesso non si può dire per l’animale, che rischia invece di morire.

Il pitone reale sopravvive a temperature medio-alte, fino ai 31°, e un improvviso colpo di freddo potrebbe essere fortemente deleterio. Il ritrovamento, quindi, dovrebbe essere finalizzato a salvare la sua vita.

“Speriamo abbia raggiunto una caldaia così da non patire il freddo”, sottolinea, giustamente, il dottor Schneider.

Foto: repertorio (fonte Flickr).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. federfauna campania, è evidente che lei non ha colto il senso della risposta di dalina.

  2. Uno specialista della lingua italiana, casomai…!

  3. quindi lei reputa il dott Schneider un aguzino un vivisettore una persona di poco conto, mi dica lei chi e’? cosi vediamo il suo giudizio quanto vale nel mondo degli animali, e quanto può valere una sua battutina da bar dello sport.

  4. o uno di federfauna *sarcasmo*. ben detto dalina.

  5. finalmente che?…
    che uno per esser “specialista” deve necessariamente essere un cacciatore,o un allevatore,o un vivisettore,o un aguzzino che dir si voglia????????????????????

  6. finalmente sentiamo parlare in merito ad una notizia un vero esperto il dott Shneider ci auguriamo che questa pratica sia più frequente nel chiedere pareri specialistici, finalmente !!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com