Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Bolzano: è in fin di vita il cane salvato dai cittadini

Bolzano: è in fin di vita il cane salvato dai cittadini

Non sta bene per niente, il cane salvato a Bolzano grazie all’intervento di numerosi cittadini. Della storia, di incuria, violenze e abbandono, avevamo parlato ieri in questa news.

Qualche ora fa il quotidiano online AltoAdige Geolocal ha pubblicato alcuni aggiornamenti sulla situazione, dichiarando che le condizioni del cane recuperato nel sottopassaggio che da via Trento porta ad Oltrisarco sono molto gravi e che potrebbero concludersi con il suo decesso.

La prima cosa che va specificata, rispetto alle prime informazioni segnalate ieri, è che l’animale non è giovane.

Inoltre, i veterinari hanno riscontrato che le zampe posteriori, quasi del tutto immobili, non mostrano fratture quanto piuttosto un devastante caso di artrite mai curata, così grave da far apparire rotti gli arti.

Il resto di quanto detto ieri rimane sostanzialmente invariato: la cattiva gestione dell’animale, il disinteresse dei proprietari, le vecchie cicatrici, le accuse di violenza.

Il veterinario Giovanni Lorenzi, che al momento si sta occupando del cane, dichiara: “Abbiamo iniziato la terapia. Poteva dare l’impressione di essere un cucciolo, ma è anzianotto. Abbiamo fatto anche dei controlli: quattro mesi fa era riuscito a fuggire di casa. L’avevamo recuperato e spiegato ai proprietari che aveva bisogno di cure. Ma non pensavamo certo di ritrovarlo in queste condizioni terribili. È molto dimagrito e l’artrosi sta facendo il resto. Non sappiamo nemmeno come sia possibile che sia fuggito di nuovo da casa in quelle condizioni”.

I proprietari di questo cane sporco, magrissimo, sofferente di una malattia devastante e totalmente ignorata sostengono di non averlo percosso.

Al contempo, dicono di non essersi neppure accorti che mancava da casa – un’affermazione che senza dubbio lascia spazio a molte riflessioni.

Continua il dottor Lorenzi: “Secondo il loro racconto il cane avrebbe aperto la porta d’ingresso, si sarebbe trascinato giù per le scale, e poi avrebbe percorso, con le zampe posteriori in quello stato, un bel pezzo di strada prima di essere trovato dagli abitanti di Oltrisarco”.

È evidente che vi siano molti dubbi in merito a quanto raccontato dai proprietari, se non altro perché l’animale, quando è stato soccorso, ha tentato inutilmente la fuga su zampe che non lo reggevano e pare quantomeno improbabile che, da solo, sia riuscito a percorrere tanta strada.

“Io posso solo ribadire che le sue condizioni sono molto gravi e che probabilmente non ce la farà”, conclude il dottore. “Bisogna anche pensare alla sua qualità di vita: sta soffrendo tantissimo”.

Quell’artrosi mai curata, costantemente ignorata e mai gestita con terapie precise che avrebbero potuto rallentarla ha finito col deformargli le zampe. Il cane è ora è in fin di vita e non sembra aver più la forza di lottare.

I cittadini di Bolzano che l’hanno soccorso non hanno dubbi sulle responsabilità di quanto accaduto.

Una donna dichiara: “So chi sono i suoi padroni e so che è stato picchiato più volte. Io personalmente l’avevo già recuperato in un’altra occasione. Quando gliel’ho riportato, gli hanno tirato un calcio e mi hanno insultata. Sono vecchia e avevo paura di passare dei guai. Per questo non ho detto nulla”.

Nella foto: il cane recuperato.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

14 Commenti

  1. tutti sapevano e nessuno ha fatto niente???? Compreso il veterinario?? Che shifo ….povera anima non posso pensare alla sua sofferenza e i tutto questo dove ca…o e’ la legge????

  2. Tutti quelli che hanno visto e hanno restituito il cane sono complici di tutte le sue sofferenze…ma se tutti sapevano che era maltrattato perchè gliel’anno riportato?

  3. dalina ha perfettamente ragione in tutto e per tutto! le sue considerazioni non fanno una piega!!! e roberta..ti dico grazie io, spero che ti diano il vecchiarello e che possa passare serenamente gli ultimi anni della sua vita..ps ma l’omessa custodia non vale più come reato?!

  4. mi auguro solo che i padroni del cane paghino x tutto questo altrimenti qualcuno li spero faccia giustizia da solo,vergogna certa gente nn deve avere assolutamente nessun animale.

  5. veteriario venduto!
    praticamente suggerisce l’eutanasia con la scusa della “qualita’ della vita del cane”….ora!
    ma quando lo ha restituito ai “proprietari non se l’era mica posto il problema della vita d’inferno che il cane subiva!eppure il suo ruolo prevede che possa denunciare anche lui,ma…quanti sono i veterinari che fingono di non sapere per evitare rogne…???????????????
    certo,dopo il polverone dal quale ne esce senza farci una bella figura,adesso si preferisce forse che ritorni il silenzio sulla cosa..e quindi salta fuori che e’ anzianotto…che signica cosa??’boh..che ha l’artrita mai curata..(ma davvero???)etc etc tec..
    mercenario e basta!

  6. per favore tenetemi informata lo ospito io nel mio rifugio, ho già un vecchietto di 19 anni non ho problemi ad occuparmi anche di lui.

    se avete anche dei contatti per favore fatemi sapere

  7. …a pensare come tener fuori di galera Berlusconi. E’ un lavoro a tempo pieno non può proprio occuparsi di altro… sigh…

  8. mi lascia stupefatta il comportamento di certe persone, capisco la paura di affrontare i proprietari, ma se fossero andati dai carabinieri o da altri avrebbero contribuito in maniera anonima a preservare ulteriori dolori fisici e morali a questa povera bestia, quindi, un poco colpevoli sono tutti !!!!!!

  9. ciao elina, purtroppo al momento non abbiamo altre novità.

  10. La signora accorsasi della difficoltà, poteva provare a chiamare qualche associazione, o altri vicini o qualcuno, alla fine avrebbe risposto credo, nelle difficoltà ci si fa forza l’un l’altro, anche se l’individualismo impera su tutto ormai, questo è vero, posso anche capire.

    Non so se mi dispiace di più per questo meravigliosa creatura animale o il fatto che individui del genere non paghino per le crudeltà commesse (chi è crudele e violento con qualcuno lo sarà sempre con tutti gli altri) quando secondo me dovrebbero essere impilati e diretti verso un forno crematorio.
    E non sto scherzando.

  11. è ancora vivo? ci sono notizie?

  12. allora devo dire la mia sono obligata la prima cosa nn si erano accorti che nn cera vuol dire che nn gli davano manco a mangiare nn gli lavavano le ciotole e nn davano manco dell’acqua da bere xche se fai tutto cio ti accorgi se il cane ce o no! poi anche per le coccole nn puoi ire nn sapevamo manco che era scappato luridi ecc ecc !come si fa a nn insultare gente cosi!nn serve la legge xche la legge nn fa nulla io a queste persone darei una bella punizione multa a pagare e se nn pagano galera vedrai poi come smettono e sarebbe una lezione anche per gli altri che fanno la stessa cosa !io spero che per loro una punizione ci sia ma grave per certe persone dico questo son ben contenta di quello che in italia succede xche se la meritano tutta!basta maltrattare i cani e gatti che nn domandano nulla solo amore e afetto brutti figli di p……..!

  13. Ma perchè se la gente sapeva che era picchiato lo riportavano indietro??? Capisco aver paura ma portarlo in modo anonimo presso qualche associazione/rifugio e spiegare la situazione forse avrebbe impedito a questo povero piccolo di finire in queste condizioni e forse gli avrebbe permesso di conoscere l’affetto e le cure di persone per bene.

  14. no vi prego facciamo qualcosa, non si può andare avanti così? dov’è la legge? DOV’E’????????

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com