Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Rovigo: chiede acqua per il cane in un bar, barista rifiuta

Rovigo: chiede acqua per il cane in un bar, barista rifiuta

Qualche giorno fa la notizia di una ciotolina d’acqua fatta pagare 20 centesimi in un bar, oggi quella del rifiuto, addirittura, a dare da bere ad un cane assetato.

L’episodio ha avuto luogo a Rovigo, in Veneto, e sta avendo risonanza nazionale tanto che anche il quotidiano Il Resto del Carlino ne parla.

A denunciare il fatto agli organi di stampa è Cristiana, proprietaria del cane che si è visto rifiutare un goccio d’acqua.

Qualche giorno fa, mentre si trovava a passeggio con Bella, labrador di cinque anni, nel centro di Rovigo, la donna decide di fermarsi a riposare in un bar che frequenta spesso, localizzato su Corso del Popolo.

La giornata è molto calda e Bella sta patendo l’afa e Cristiana chiede da bere per il cane.

Il barista risponde che il servizio, da quel giorno, non è più disponibile.

Cristiana sottolinea che con un altro barman che generalmente lavorava nel locale non c’erano mai stati problemi, e che aveva sempre servito a Bella un goccio d’acqua in un semplice bicchierino di carta. Un gesto d’attenzione a costo zero e di grande civiltà che il nuovo collega ha deciso di non imitare.

“Non è solo per il rifiuto, ma dove sta tutto l’amore e l’attenzione per i cani che in questi giorni ci commuovono guardando semplicemente il telegiornale”, dichiara la donna a Il Resto del Carlino, probabilmente riferendosi alla grande attenzione mediatica destinata ai cani liberati da Green Hill.

“Offrire una ciotola d’acqua mi sembra un bel gesto di civiltà, non derivante da obblighi di legge”.

Cristiana sottolinea che la gentilezza degli esercenti dei bar è vitale per sopperire ad una sgradevole carenza del centro di Rovigo: “Non ci sono fontanelle, e per questo mi sembra che la soluzione della ciotola fuori dal bar sia la migliore per i cani. Vorrà dire che in quel bar non porterò più il mio cane, ma il locale avrà perso anche me come cliente”.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

23 Commenti

  1. questa vecchia e civilissima legge non è mai stata abrogata! In teoria tutti gli esercizi pubblici dovrebbere disporre ciotole e acqua per cani e gatti! 🙁 Nella mia città, molti negozi hanno esposto una copia del provvedimento sopra il contenitore! :)))

  2. innanzitutto complimenti per la grammatica…:( la cosa sconcertante è che è stato il cane a rimanere con la sete…se un cane sporca il padrone deve pulire ma non devono pagare per questo glia altri cani ma gli umani!!!!

  3. Non entro nel merito della questione, ma per favore Sig. Federfauna, potrebbe per favore prendere lezioni di grammatica italiana prima di scrivere qualsiasi cosa? PLS! Il Dott. Manzoni si unisce al mio appello, si sta rivoltando nella tomba!! 😉

  4. C-O-M-P-L-I-M-E-N-T-I per l’ I-G-N-O-R-A-N-Z-A !!!!

  5. a proposito, sta letteralmente MACELLANDO la lingua italiana. va bene che le piace la carne, però così esagera.

  6. proprio perchè siamo in una repubblica democratica le persone sono libere di esprimere il loro dissenso tanto quanto lei, federfauna campania, ha, sfortunatamente, la libertà di venire qui a provocare ogni volta che se la sente.

  7. ma a cosa e dovuto tutto questo scalpore? ma siamo in una repubblica democratica? una persona può decidere ho no come vivere la propria vita senza subire le vostre critiche? conosco un prete che ospita i drogati a casa sua e gli da vitto e alloggio, li fa dormire a casa sua, io lo reputo umanissimo e voi ? lo fareste? e per questo qualcuno dovrebbe condannarvi ho insultarvi? su via chi e senza peccato scagli la prima pietra, per quanto riguarda i 20 centesimi per la ciotola d’acqua, il proprietario quando paga tasse e spese e sta con un attività commerciale aperta mica lo fa per beneficenza, mica vi chiede i soldi a fine mese, ogni uno fa come meglio crede, mandategli i nas? ancora con questi urli da mercato? se i nas andrebbero i tutti i canili rifuggi o tutti quei luoghi dove veramente i cani vengono tenuti in ostaggio da persone che si dichiarano amanti degli animali , allora credo che ne vedremo delle belle, e poi vorrei proprio vedere , perchè l ha negat, ,come quel signore che fuori ad un bar noto di mondello con il suo cane, gli fece un porcile tra gelati spiaccicati a terra e bicchieri di plastica stacciati e una bella cagatina nel locale e poi bello lesto lesto andò via, e il cameriere dovette ripulire tutto, credete che la prossima volta se quel cameriere butta fuori il padrone sbaglia? ormai e risaputa la scostumatezza di molti che hanno i cani, che credono di essere i padroni di giardini pubblici, di strade, di palazzi, lo sloam che bisogna fare tra le cacche ,o bambini che giocano in un prato e si trovano con le mani imbrattate di cacca di cane, e poi quanto una persona ne ha subite tante se prende una decisione non se ne puo’ dare una colpa,

  8. ma non ci posso credere..negare un goccio d’acqua ad un povero cagnolino!! Non è solo inciviltà ma anche brutalità, cattiveria e disumanità!!!!

  9. Spero che non perda solo te come cliente…ma tanti tanti altri!

  10. la forgia simona

    che schifo…….nn comment

  11. la notizia comunque è andata anche al telegiornale perchè l avevo già sentita io spero che si dica il nome del bar perchè questo cretino non guadagni neanche un soldo l acqua non si nega a nessuno io quando vado al bar e chiedo un pò d acqua per stella il mio cane nessuno me l ha mai negata anzi delle volte mi danno i contenitori oiccoli dove si mettono le lasagne che sono anche più capienti di un bicchiere d acqua

  12. ciao palmino, purtroppo non lo conosciamo – sappiamo solo quello che era riportato alla fonte.

  13. Ma cosa costa un po’ di acqua del rubinetto messa in un bicchiere di plastica!?!?!?!?Mah…

  14. Nome e indirizzo del locale: ci pensiamo noi a fargli la pubblicità che merita…….

  15. Si può sapere il nome del bar di Rovigo.

  16. Un brava a Cristiana, l’importante e “punire” chi si comporta senza senso, colpendolo nel portafoglio. Lo faccio anche io: un hotel non vuole il mio cane? No problem, perde una vendita…

  17. Prima o poi avrà sete anche lui.. non di acqua, magari, ma di umiltà, amore e attenzioni che non troverà.. Dio vede e provvede.. (chiunque sfamerà la piu’ piccola delle creature, avrà sfamato me…)

  18. Un centinaio di anni fa mi pare ci fosse un’ordinanza del magistrato civico di trieste che poneva in obbligo ai commercianti di porre al di fuori del proprio esercizio una ciotola d’acqua a disposizione degli animali randagi del territorio, in caso di mancato adempimento pena sanzione adeguata.
    Questo credo si sapesse già.
    Quello che mi fa incazzare pero, è che certi stronzi neanche in 100 anni capirebbero mai un cazzo!

  19. Perche’ non scrivono l’indirizzo del bar di modo che la gente eviti di dare da mangiare a persone senza cuore?

  20. Vergogna!

  21. mandategli i NAS a quel bar 🙁
    l’ACQUA NON SI NEGA A NESSUNO !!!!!

  22. nicolettalabella

    E’ vergognoso!!!!!! Quel barrista deve ringraziare che non cero io con il mio cane. altro che perdermi come cliente!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com