Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Palermo: gattino chiuso in un sacchetto e gettato nell’immondizia. Un denunciato

Palermo: gattino chiuso in un sacchetto e gettato nell’immondizia. Un denunciato

Si è concluso con la denuncia a carico di una persona il salvataggio di un gattino appena nato chiuso in una busta di plastica e gettato nella spazzatura, come un giocattolo rotto.

Il fatto è avvenuto qualche giorno fa a Palermo, nella problematica zona della stazione centrale, ed è stato riportato da Geapress.

È stata una donna, una volontaria animalista, ad udire dalla finestra di casa il miagolio disperato del gattino. Inizialmente non è riuscita ad individuare il cucciolo. Poi qualcuno lo ha messo a tacere e la donna, affacciandosi, si è accorta di un uomo che lanciava un sacchettino di plastica dentro un cassonetto dell’immondizia.

È stato sufficiente fare due più due.

La volontaria è scesa in strada e ha subito scandagliato la spazzatura, trovando il micino sigillato dentro la busta di plastica.

Il piccolo era ancora vivo ma ridotto in pessime condizioni. È evidente che qualcuno, infastidito dal suo pianto, avesse deciso di sbarazzarsene nel modo più vile e abietto possibile.

“Lo ha gettato come se si trattasse di un rifiuto in modo che i suoi lamenti, una volta per tutte, non potessero più infastidirlo”, racconta la donna a Geapress.

Il suo intervento è stato provvidenziale a salvare la vita del gattino che, diversamente, sarebbe senz’altro morto.

Dopo aver messo in salvo il piccolo, la volontaria ha richiamato indietro l’uomo che aveva gettato il sacchetto e, contestualmente, ha contattato le Forze dell’Ordine. L’incivile personaggio ha trovato il tempo di minacciarla, salvo poi fuggire a gambe levate all’arrivo della Volante.

Sabrina, questo il nome della volontaria, ha comunque sporto denuncia.

“Sono certa che non si tratta di un episodio isolato. Bisogna fermare e denunciare queste persone e i loro gesti ignobili. Spesso tanti animali chiedono aiuto solo perché affamati, denutriti, nella speranza di trovare cibo e coccole, ma ignari del costante rischio che corrono incrociando gente senza cuore e senza scrupoli”.

Nella foto: il piccolo portato in salvo (fonte Geapress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Ma come si fa a fare una cosa del genere? Un BRAVA alla ragazza che e’ intervenuta a salvare questo tenero gattino.

  2. occorrono pene piùsevere e applicarle! un grande Plauso alla ragazza che ha denunciato grazie di cuore

  3. Figlio di puttana! Devi ardere merda!
    Certa gentaglia non vale neanche l’aria che respira.
    Complimenti alla ragazza che senza paura lo ha denunciato. Grazie!

  4. Non riesco più a commentare queste brutture…..riesco solo a dire…. BASTA BASTA E ANCORA BASTA

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com