Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Detroit: cane si fa sparare in faccia per proteggere la sua padrona. È vivo

Detroit: cane si fa sparare in faccia per proteggere la sua padrona. È vivo

Quella di Niko è un’altra storia miracolosa perché, a giudicare dalle sue condizioni, era assai improbabile che potesse sopravvivere.

Niko è un Labrador di sei anni e vive con la sua famiglia umana a Detroit, negli Stati Uniti.

L’episodio di violenza di cui è stato vittima è relativo allo scorso sabato, quando un rapinatore si è introdotto nottetempo nell’abitazione della sua proprietaria, Gail King.

Gail e Niko, che si trovavano insieme in soggiorno, avevano sentito dei rumori provenire dalla porta d’ingresso. Il cane si era subito allontanato per capire cosa stesse accadendo.

Alla vista del rapinatore, ormai già dentro casa, Niko si era frapposto tra l’uomo e Gail ricevendo in premio un colpo di pistola in piena faccia.

Gail King aveva appena fatto in tempo a vedere il suo amato cane crollare a terra in una pozza di sangue prima che una pallottola colpisse anche lei.

La donna, ferita al petto, è sopravvissuta ma avrà bisogno di una chirurgia ricostruttiva.

Anche nel momento più tragico, tuttavia, l’unica cosa a cui Gail pensava era Niko, che giaceva a pochi passi da lei.

“Tutti mi dicevano di stare seduta”, racconta la donna, parlando dei soccorsi dopo l’aggressione, “ma io volevo sapere come stava il mio cane”. La donna si rifiutava persino di salire all’ambulanza, di andare all’ospedale. Si è arresa solamente quando il suo vicino di casa le ha promesso che si sarebbe occupato del labrador ferito.

Le condizioni di Niko non erano affatto buone.

Trasportato d’urgenza all’Affiliated Veterinary Emergency Service, un ospedale veterinario di Detroit, il Labrador ha dovuto subire un immediato intervento chirurgico finalizzato a tamponare i gravissimi danni al muso.

La fotografia delle condizioni di Niko all’arrivo in clinica, nella sua versione originale, la trovate a questo link, ma tenete presente che non è un bel vedere – tanto che abbiamo preferito fornirvene una versione edulcorata.

Il dottor Jeff Dizik, che ha operato Niko, spiega che il cane ha perso diversi denti a causa delle pallottole, oltre a subire un gravissimo trauma facciale. Tuttavia, dovrebbe riuscire a sopravvivere.

“Niko presentava un bel danno soprattutto a carico del lato sinistro della mascella e dei passaggi nasali, praticamente distrutti”.

Le donazioni per aiutare il cane sono arrivate subito da tutto il mondo e per Niko sono stati raccolti oltre 15 mila dollari. Le spese veterinarie, finora, ammontano a “soli” 5000 ma la riabilitazione sarà comunque molto lunga.

Gail King è tornata a casa lo scorso lunedì. Niko, invece, si trova ancora in clinica ma l’intervento per ricostruirgli il muso sembra essere riuscito, dopo sei ore di lavoro e oltre cento punti di sutura.

“Lui è il mio angelo custode” commenta la proprietaria, “e so che mi ha salvato la vita perché se non fosse corso verso la porta, il rapinatore si sarebbe fatto strada dentro casa. Non so se avrebbe finito semplicemente col rapinarmi o se invece mi avrebbe uccisa. Ma penso che il mio cane mi abbia salvata”.

La polizia di Detroit sta naturalmente investigando per individuare ed arrestare il rapinatore.

Foto: Niko subito dopo la sparatoria e a seguito dell’intervento di ricostruzione facciale (fonte).

Guardate il video di Niko qui

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Sei il migliore ciccio! 😀
    Dai che ti riprendi bene.
    Un grandissimo esempio, auguri di buona e veloce guarigione.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com