Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Sassari: cane in agonia dentro una grotta, salvato dai Vigili del Fuoco

Sassari: cane in agonia dentro una grotta, salvato dai Vigili del Fuoco

È stato letteralmente miracoloso il salvataggio, da parte dei Vigili del Fuoco di Sassari, di un cane intrappolato dentro una grotta sotterranea.

La notizia è stata diffusa questa mattina dal quotidiano La Nuova Sardegna e racconta di un cane da pastore ormai agonizzante, a rischio di morte per fame e sete, immobilizzato all’interno della grotta sotterranea Sa Ucca de su Tintirriolu, nel Comune di Mara.

L’animale era stato avvistato nella giornata di domenica da alcuni speleologi, che ne avevano sentito gli ormai flebili lamenti.

Gli speleologi sono tornati in superficie e hanno immediatamente chiesto aiuto.

Si è quindi formata una vera e propria task force composta dal Gruppo della Compagnia Barracellare di Mara, i Vigili del Fuoco del Gruppo Speleologi, il veterinario ASL Andrea Sarria e Taxidog, con la sua ambulanza veterinaria.

La dimostrazione che basta un po’ di impegno da parte di associazioni e istituzioni per mettere in moto un meccanismo perfetto e ben oliato, in grado di portare a termine senza sbavature operazioni di salvataggio come questa.

I Vigili del Fuoco si sono addentrati all’interno della grotta sotterranea attraverso uno stretto cunicolo, percorso strisciando.

Racconta il pompiere Simone Franca: “Noi avevamo indumenti estivi e all’interno c’erano non più di cinque gradi. Il cane era all’interno della grotta alta sei-sette metri e dove c’era anche dell’acqua. Era difficoltoso muoversi. Il cane da pastore era agitato, spaventato e naturalmente pronto a difendersi con i denti, seppur debole. Quindi siamo entrati con cautela: sappiamo come comportarci e abbiamo reso mansueto il povero animale”.

Le condizioni del cane erano pietose. Ridotto ormai a pelle e ossa, aveva il corpo ricoperto di piaghe ed ulcere. Mostrava una estesa ferita sulla testa che era già stata aggredita dalle larve di mosca. Secondo i soccorritori, il cane si trovava intrappolato da almeno cinque o sei giorni.

I Vigili del Fuoco, dopo averlo tranquillizzato, hanno provveduto ad imbrigliarlo e a riportarlo finalmente in superficie, dove il dottor Sarria gli ha prestato le prime cure di emergenza grazie all’attrezzatura presente nella ambulanza veterinaria: fluidi, antibiotici, cortisone.

Il cane si trova ora ricoverato al pronto soccorso di Sassari.

Sarebbe stato meraviglioso riscontrare una sinergia del genere anche in tanti altri casi tutti italiani finiti tragicamente. Un esempio? Quello del cane spirato nel bidone di catrame dopo ore di agonia, per il quale nessuna istituzione si è degnata di sollevare il fondoschiena dalla sedia, e per la cui morte nessuno ha pagato, neppure con una tirata di orecchie.

Nella foto: il cane soccorso dai Vigili del Fuoco di Sassari (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. bello leggere ke almeno qualcuno ha cuore e aiuta gli animali invece di picchiarli o maltrattarli!complimenti siete stati grandi

  2. Grazie ai Vigili del Fuoco, agli speleologi ed a chi è intervenuto per aiutare questo cagnolino. GRANDISSIMI! 😀

  3. Un elogio anche da parte mia a tutte le persone impegnate in questa vicenda. Meno male che esiste ancora umanita’ nel cuore dell’uomo.

  4. Un grande GRAZIE a queste persone meravigliose.. speriamo che il cagnolone si riprenda e chissà… trovi anche una felice sistemazione… la Sardegna (di cui io sono orginaria) è una terra troppo sovente poco generosa con gli animali… Anch’io ho pensato subito a quel povero randagio morto in modo orribile nel catrame… non potrò mai dimenticarlo… ogni notizia di questo genere mi fa star malissimo… sarebbe bastato un po’ di impegno e di competenza per salvarlo… Vivere o non vivere non dovrebbe essere “questione di fortuna” …

  5. Bravi tutti <3

  6. stammati.gennaro

    UN ELOGIO AI VIGILI DELL FUOCO AI SPEOLOGI

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com