Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Aggiornamenti su Star, pitbull colpito dalle pallottole della polizia di New York

Aggiornamenti su Star, pitbull colpito dalle pallottole della polizia di New York

È l’associazione animalista Lexus Project a rilasciare, finalmente, un comunicato stampa che aggiorna sulle condizioni di Star, il pitbull di un senzatetto ferito quasi mortalmente dalla polizia di New York qualche giorno fa.

Del caso di Star abbiamo già avuto modo di parlare in varie occasioni: qui trovate il link a tutte le notizie in merito.

Al momento del ferimento, Star stava cercando di proteggere il suo proprietario, il senzatetto Lech Stankiewicz, che era vittima di un attacco epilettico su una strada dell’East Village newyorchese.

Gli agenti intervenuti sul posto, ritenendo Star minacciosa, le avevano immediatamente sparato contro riducendola in fin di vita. Nonostante almeno un proiettile in testa, Star è tuttavia sopravvissuta ed è stata trasportata all’Animal Care and Control (ACC) di New York.

Il pubblico si è immediatamente preoccupato delle sue condizioni e insospettito dalla mancanza di aggiornamenti in merito e dalla discrepanza nelle informazioni fornite.

Gli attivisti per i diritti animali hanno pertanto chiesto l’intervento dell’associazione Lexus Project, normalmente finalizzata alla protezione legale dei levrieri da corsa, e che tuttavia si è immediatamente messa in moto per reperire aggiornamenti certi sul pitbull ferito.

Durante lo scorso weekend, Lexus Project ha rilasciato il seguente comunicato ufficiale: “Sappiamo che molti di voi sono preoccupati e oltraggiati da quanto accaduto a Star. Questo è un aggiornamento e anche se sappiamo che volete sapere di più, per favore rispettate il fatto che questo è quanto possiamo dichiarare al momento”.

“Star è ancora viva e sta ricevendo cure veterinarie e aggrappandosi alla vita. Forniremo aggiornamenti non appena ci verrà permesso. Grazie per il vostro supporto e la vostra comprensione”.

Secondo Blog For Paws, le condizioni di Star restano comunque critiche. Inoltre, si scoprono particolari quantomeno preoccupanti relativamente alla sparatoria di cui è stata vittima.

Lo spray al peperoncino spruzzato sul muso del cane non sarebbe stato utilizzato come deterrente prima di arrivare alle armi, ma dopo che Star era già stata atterrata dalle pallottole, in un excursus praticamente privo di senso.

Inoltre, il cane sarebbe rimasto a guaire di dolore per circa dieci minuti dopo il ferimento, prima che qualcuno si decidesse a fare qualcosa per aiutarlo. Forse anche di più, dal momento che il testimone oculare che riferisce questo dettaglio dichiara anche di essersi poi allontanato, non riuscendo più a sostenere la situazione.

Il testimone, Johnny Rodriguez, dichiara anche che uno degli agenti, vedendolo filmare la scena, lo avrebbe anche minacciato di arrestarlo.

Spiega Rodriguez, riferendosi alla dichiarazione della Polizia di New York secondo cui lo spray urticante sarebbe stato usato su Star prima di aprire il fuoco: “Se l’hanno usato io non li ho visti. Ma sono rimasto lì per tutto il tempo”.

Dal video, inoltre, si evince che il cane sia stato colpito dallo spray urticante appena dopo essere stato abbattuto dalle pallottole. Un’azione che ha fatto sì che Star urlasse di dolore, e che ha fatto piangere alcuni bambini presenti sulla scena.

Dopo l’agonia di almeno dieci minuti, Star – che poteva a malapena muoversi e che sanguinava copiosamente dalla testa – è stata trascinata via con un cappio attorno al collo.

Rodriguez continua raccontando di essere stato prelevato dagli agenti e trasferito in Centrale, dove il telefonino gli sarebbe stato momentaneamente sequestrato al fine di scaricare il video che conteneva. In effetti, le riprese pubblicate su YouTube in merito a quanto accaduto, e successivamente rimosse, sono state caricate da un altro testimone sulla scena.

Possono comunque essere ancora visionate a questo link.

Lech Stankiewicz, un immigrato polacco, aveva adottato Star da un rifugio newyorchese. Il cane era stato vittima di abusi, e tra lui e il senzatetto era stato amore a prima vista.

Stankiewicz, che soffre di crisi epilettiche, ha recentemente sofferto di un peggioramento delle sue condizioni generali a causa dell’abuso di alcol e droghe e i cittadini che abitano la zona in cui l’homeless è stanziale dichiarano che Star è ben cosciente dei problemi del suo proprietario, del quale è protettiva.

Nella foto: Star e il proprietario giacciono a terra dopo la sparatoria (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. non voglio crederci!! ma come è possibile che succedano queste cose e come al solito i “veri” colpevoli abusano della loro uniforme da persone ignoranti e poco intelligenti rimanendo impunite. Meglio che io non sia stato presente, di sicuro sarei finito in galera!!!!…

  2. c’è poco da commentare, l’animale umano è il peggiore,

  3. Povera Star, peccato a perdere siano sempre gli animali…. vorrei solo vedere se questi “agenti” ignoranti e idioti soffriranno almeno la perdita dello stipendio.. almeno per 2 mesi

  4. concordiamo, finchè sapremo condivideremo.

  5. Questi AGENTI CONTINUANO A MENTIRE SULLA SITUAZIONE, bisogna fare chiarezza anche se si tratta (SOLO) di un cane. La legge deve punire certi abusi sia sugli animali quanto sugli umani

  6. purtroppo queste notizie non sono troppo confortanti… sia per lo stato di salute di Star, sia perchè si scoprono ulteriori “altarini” nel comportamento della polizia troppo spesso brutale con i deboli e gli indifesi (si pensi anche alle uccisioni a bruciapelo di due uomini nei giorni scorsi… hanno fatto prima a massacrare che a cercare di calmare delle persone confuse e malate…), povera Star prego con tutto il cuore che tu ce la faccia!! Tante carezze anche se da lontano…
    Non bisogna distogliere l’attenzione da questo caso altrimenti fanno scivolare tutto sotto silenzio…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com