Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Svizzera: i corvi massacrati e usati come spaventapasseri nei campi

Svizzera: i corvi massacrati e usati come spaventapasseri nei campi

Lascia sconcertati la fotografia pubblicata dal sito d’informazione svizzero Tio.ch: mostra un corvo ucciso e appeso per le ali, come un macabro trofeo, nel bel mezzo di un campo coltivato.

Il fatto è stato denunciato dalla Società di Protezione Animali svizzera, la SPAB: corvi e cornacchie uccisi e successivamente impiccati, o comunque esposti, come spaventapasseri nei campi.

La SPAB è stata a sua volta informata di quanto accaduto da alcuni cittadini che si sono definiti indignati da “un atto barbaro ideato da due orticoltori del Piano di Magadino. Si tratta di metodi ottocenteschi che non hanno alcun effetto poiché i corvi si cibano anche dei cadaveri dei loro simili”.

Una precisazione assai vera, di certo non nuova neppure ai due orticoltori. È dunque abbastanza ovvio che l’esposizione dei corpi senza vita degli animali ha più il sapore dello spregio che della tutela del campo coltivato.

La SPAB sta ora indagando per scoprire chi abbia fornito il consenso alla cattura degli uccelli, e per definire con esattezza la modalità della loro morte.

Nella foto: uno dei corvi uccisi e messi in mostra (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Che tristezza… povere bestiole… questi bastardi devono pagare il loro gesto e devono essere messi in condizione di non poter compiere più orrori del genere!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com