Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Roveredo: cinque gatti sepolti vivi per costruire il nuovo asilo

Roveredo: cinque gatti sepolti vivi per costruire il nuovo asilo

Non bastava la colonia felina sterminata per far posto ad una strada a Brescia (ne avevamo parlato qui): a Rovereto in Piano, in provincia di Pordenone, cinque gatti sarebbero stati sepolti vivi nei tubi interrati del cantiere del nuovo asilo sito in via don Cojazzi.

Il fatto è stato denunciato dai volontari animalisti che si prendono cura della piccola colonia.

La signora Daniela Russo si è accorta negli scorsi giorni che cinque mici mancavano all’appello. La colonia felina era da tempo stanziale nella zona adiacente il cantiere del polo scolastico.

È bastato indagare con gli stessi operai e muratori per accertare che i gatti sono rimasti soffocati dalle movimentazioni delle ruspe.

“Sono morti cinque gatti e, con molta probabilità, sono rimasti prigionieri nei tubi interrati”, dichiara la Russo, specificando che era abitudine dei felini dormire tra gli inerti del cantiere. “Gli operai mi hanno confermato che si avvertiva un odore nauseabondo provenire dall’area, che è circondata da transenne”.

Non solo: nei giorni precedenti, qualcuno dei muratori al lavoro nel cantiere aveva udito flebili miagolii provenire dalla strada ma, chiaramente, non aveva fatto nulla.

Ora, della colonia felina di circa trenta gatti, cinque non si trovano più ed è ormai assodato che non ricompariranno magicamente.

“I tubi passano sotto la costruzione per l’aerazione dell’edificio e sono interrati un metro”, spiegano gli operai. “Impossibile salvare i gatti a questo punto, sempre ammesso che siano rimasti incastrati lì dentro”.

L’odore di carne in putrefazione percepito da tutti, nella zona, non lascia molte speranze e gli animalisti della zona vogliono risposte: “Per scrupolo chiediamo una verifica. Non si possono commettere errori simili, intubando gli animali. Le spoglie degli animali mancanti non si trovano”.

E i restanti venticinque gatti? Con tutta probabilità, non potranno rimanere dove si trovano ora: è troppo pericoloso e per loro andrà cercata un’altra sistemazione.

“Non sono al sicuro dopo quello che è successo. Una gattina è incinta e bisogna procedere con la campagna di sterilizzazione. È necessario trovare un luogo privo di rischi”.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. grazie della correzione katia, provvediamo ad inserirla nell’articolo.

  2. vorrei specificare che Roveredo in Piano si trova in Friuli Venezia Giulia ed e’ in provincia di Pordenone.
    Gli addetti ai lavori si devono vergognare, giorni fa in America un cucciolo si era ficcato dentro a dei tubi sotto una casa e i proprietari della casa sono riusciti a tirarlo fuori e cosi’ salvarlo chiamando degli operai con tanto di ruspe senza badare ai costi e ai danni che la casa ha avuto…penso che una vita, qualsiasi tipo di vita sia piu’ importante di qualsiasi cosa.

  3. Bene… adesso l’asilo sorgerà sui corpi morti di piccoli innocenti, morti di un’atroce agonia… I miei migliori auguri a chi porterà i propri figli in quell’asilo (auguri ironici ovviamente)

  4. muratori molto sensibili… poveri micetti…. è una vergogna!!!

  5. Finiamola con queste stragi di poveri animali e nessuno è stato.,nessuno ha visto e via di questo passo!VERGOGNA,UN PAESE CIVILE E, fatto da gente civile!!

  6. stammati.gennaro

    PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com