Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / London, il pitbull che ha perso due zampe e ha imparato a stare in piedi

London, il pitbull che ha perso due zampe e ha imparato a stare in piedi

Ha letteralmente imparato a stare in piedi e a camminare London, il giovanissimo pitbull diventato una star in California.

Il cane, di sei mesi di età, è rimasto vittima di una terribile caduta dal terzo piano di un edificio che ha avuto conseguenze disastrose per entrambe le zampe anteriori. Fratturati in più punti e totalmente irrecuperabili al momento del soccorso, i due arti sono stati entrambi amputati.

London avrebbe potuto ridursi ad un vegetale e vivere la sua vita costantemente sdraiato. Invece ha deciso di alzarsi in piedi e iniziare a camminare in posizione eretta.

Una storia che ha un che di miracoloso, se non fosse per le ombre che nasconde. All’epoca dell’incidente, infatti, le gravi fratture avrebbero potuto essere sistemate con un intervento veterinario tempestivo che, però, non c’è stato. Gli ex proprietari di London, infatti, decisero di non optare per un soccorso immediato e il cane rimase in quelle condizioni per settimane.

Un mese dopo l’incidente, finalmente, London venne soccorso dalla Humane Society di Del Norte, in California, era ormai troppo tardi: i danni subiti avevano causato lesioni permanenti che avevano totalmente compromesso il funzionamento delle zampe, diventate due inutili appendici.

“Quando cadde venne abbandonato lì da solo fino a che, sempre da solo, imparò a muoversi come poteva”, racconta l’associazione Panda Paws, che ora si occupa del suo recupero, “Era evidente che fosse stato abbandonato sul cemento perché aveva lesioni sulle zampe. Ma non appena abbiamo cominciato a nutrirlo e a portarlo sull’erba, lui si è illuminato. Come se sapesse che un nuovo viaggio stava per cominciare, e che non sarebbe tornato in un posto dove gli facevano del male”.

Amanda Giese, presidente dell’associazione Panda Paws specializzata soprattutto nell’intervento su animali afflitti da particolari disabilità, ha optato per l’amputazione e valutato che London avrebbe potuto proseguire la sua vita deambulando con un carrellino.

“Le radiografie mostrarono le gravissime fratture e lo sbriciolamento delle ossa delle zampe anteriori. Venne abbandonato così, senza poter più camminare, e per questa ragione si adattò all’avere zampe che non lo sorreggevano più”.

Certamente la Giese non immaginava che il giovane pitbull avrebbe invece preferito alzarsi in piedi sulle zampe posteriori.

“Se ne va in giro spingendo il corpo con le zampe posteriori e se ha bisogno di stabilizzarsi usa il muso, come la terza gamba di un treppiede. Gioca, è felice, adora rotolarsi nell’erba come qualunque altro cane. Dopo l’amputazione sta ora affrontando un recupero di due settimane e poi comincerà l’idroterapia per rinforzare le zampe rimaste e la schiena. Per noi lui è il vincitore di una medaglia d’oro. Sapevamo che era un vincente, uno che ce l’avrebbe fatta”.

Al momento attuale, London gode di ottima salute e ha ben poche difficoltà a spostarsi. Con l’andare degli anni, la sua colonna vertebrale potrebbe tuttavia risentire di un movimento che, per un cane, resta totalmente innaturale. In quel momento dovrà iniziare ad usare il suo carrellino.

Per ora, comunque, va bene così: London ha vinto. Al domani penseremo domani.

Nelle foto: London (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Tanta felicità London <3 la tua forza di volontà è commovente <3

  2. Sei fantastico|| Che occhi, che sguardo! La voglia di vivere e di essere felice traspare dal tuo musetto bellissimo!!

  3. auguri London, e il carrellino il piu’ tardi possibile….

  4. Meraviglioso, in tanta miseria, ancora più FORZA. Ciao London sei bellissimo! 🙂

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com