Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Catanzaro: accalappiacani strangola cane per catturarlo

[VIDEO] Catanzaro: accalappiacani strangola cane per catturarlo

Ha rischiato di morire strangolato, un cane randagio accalappiato a Catanzaro lo scorso 2 agosto.

L’episodio è diventato pubblico a seguito di un video reso noto su YouTube in cui alcuni cittadini protestano con gli accalappiacani per le loro violentissime modalità di intervento.

Il cane, corpo a terra e lingua penzoloni, riesce a malapena a muoversi, sanguina dalle fauci e, ovviamente, cerca di difendersi come può dall’aggressione.

In sottofondo, un cittadino ripete: “Lo state ammazzando!”, mentre una donna è al telefono, forse alla ricerca di qualcuno che possa intervenire.

Secondo i più recenti aggiornamenti della webzine Mediterranews, l’obiettivo della cattura del cane era il suo ricovero presso un rifugio. Ma certamente la modalità di intervento lascia l’amaro in bocca, assomigliando pericolosamente a certi filmati che arrivano dalla Romania.

L’accalappiacani del video era, chiaramente, autorizzato all’intervento dal Servizio Veterinario e non si è fermato nonostante le proteste dei cittadini che stavano assistendo alla scena.

Il cane vittima dell’atto di violenza si chiama Braccobaldo e da tempo risiede in via Pascali. È una sorta di cane di quartiere, un amico fedele accudito da alcuni cittadini della zona ma, di fatto, anche un cane senza padrone.

All’arrivo dell’accalappiacani, non appena è diventata evidente la violenza della cattura, i residenti in quel momento sul posto hanno estratto i telefonini e filmato le immagini che vedete in chiusura di articolo.

Resta da capire cosa faranno ora le istituzioni per punire il comportamento di questo dipendente comunale.

Dichiara l’associazione Anima Randagia: “Accalappiare un cane a Catanzaro per poi rinchiuderlo in una struttura sotto sequestro per la quale sono in corso indagini importanti e denunce per casi gravi di maltrattamento sembra essere una barzelletta. I metodi di accalappiatura non sono idonei e in molti comuni d’Italia lo strumento denominato ‘cappio’ è già stato accantonato da anni”.

E mentre in Facebook nasce una pagina di solidarietà dedicata a Braccobaldo, si scopre che fortunatamente il cane sta meglio ed è tornato a casa, ossia in via Pascali.

Braccobaldo è ancora molto spaventato ed è, in questo momento, curato amorevolmente dai volontari che si sono sempre occupati di lui.

Nella foto: un momento del filmato.

Di seguito, il video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. qualcuno sa chi è questo bastardo?

  2. dipendenti asp cz, stra pagati non fare un c…. dalla mattina alla sera.

  3. le atrocità succedono ovunque, nessuno è immune.

  4. voi dite che i napoletani sono infami ma io vi dico che se era successo a napoli specialmente davanti ai miei occhi giuro che il gabbio glielo mettevamo a l oro alla gola a questi bastardi xd che infami la stessa fine devono fare infami bastardi coglioni xd…

  5. concordo sul licenziamento, prendo con un grano di sale le parole dell’aidaa.

  6. Mi scuso per non essere stato molto chiaro su quanto scritto sopra.
    Ho riportato solamente quanto letto nel blog dell’AIDAA qualche giorno fa in merito alle 4 denunce inoltrate alla PR di Catanzaro, non sono del luogo, neanche correggionale, tuttavia ribadisco con forza quanto scritto in calce al mio post di sopra, DEVE ESSERE LICENZIATO IMMEDIATAMENTE! CRIMINALE!

  7. Chiedo anche io che il video sia segnalato a Stoppa. Io non posso fare nulla, ma loro volendo si’. Non si puo’trattare cosi’ un animale. E noi paghiamo…..anche quell’essere li’. Grazie

  8. Mostrooo!!!!!! Giù le mani dai cani!!!!!

  9. Mandate il video a Stoppa! Mandatelo alle Iene!
    Perchè dobbiamo pagare dei caproni del genere? A CASA!!!!

  10. Le istituzioni non faranno niente, questo è l’esempio ytagliano.
    Sono state inoltrate più di 4 denunce a carico del soggetto che strangolava il cane alla procura della repubblica di Catanzaro a seguito del reato commesso, ma sono certo che come sempre il tutto svanirà in una bolla di sapone.

    Queste sono le persone che RUBANO LO STIPENDIO ED IL LAVORO AI GIOVANI E NON HANNO RISPETTO DI NIENTE E DI NESSUNO!
    VAFFANCULO PEZZO DI MERDA!

  11. Questi bastardi hanno anche uno stipendio statale!! Io non voglio pagare lo stipendio di gente così! Ma come possiamo essere in mano ad esseri del genere! Appenderei lui per il collo per poi chiedergli cos’ha provato a morire soffocato!!! Povero Braccobaldo, le immagini della sua espressione sono spaventose, incivili, non degne di una comunità umana! Togliete il lavoro a questo ominide e fategli provare un po’ di fame… magari impara cosa significa essere randagio!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com