Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Lega del Cane e Earth denunciano: è emergenza animali gettati tra i rifiuti

Lega del Cane e Earth denunciano: è emergenza animali gettati tra i rifiuti

Come immondizia. Tra L’Aquila e Roma sono stati oltre una quindicina gli animali soccorsi solamente negli scorsi giorni dopo essere stati gettati nei cassonetti.

L’agenzia giornalistica ASCA riporta la dichiarazione dell’associazione animalista, impegnata nella giornata di ieri nel recupero di ben 14 animali gettati nei bidoni dell’immondizia: “Sono gli abbandoni più odiosi, quelli che fanno comprendere il disprezzo per la vita degli animali acquistati prima come giocattoli e poi buttati tra i rifiuti quando diventano un fastidio”.

Continua Earth: “In un solo giorno sono arrivate all’ufficio legale di Earth ben otto telefonate di cittadini che, avendo ritrovati animali tra i rifiuti, volevano denunciarne l’abbandono e chiedere informazioni su come comportarsi”.

Sei cuccioli sono stati ritrovati in Via di Salone a Roma: nati da pochissimo, avevano gli occhi ancora chiusi ed erano visibilmente disidratati. Poi è stata la volta di una famigliola di cavie peruviane, la cui femmina, che aveva appena partorito, è morta per un colpo di calore.

E ancora, un gattino di pochi giorni di vita e in fase di allattamento è stato gettato in un cassonetto sulla Tiburtina, mentre due conigli di grosse dimensioni sono stati ritrovati in Via di Torre Spaccata.

La Lega del Cane de L’Aquila, dal canto suo, ha rilasciato un intero comunicato stampa: “Nei giorni scorsi la Sezione di L’Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane è intervenuta – su segnalazione di una socia – per accudire due cuccioli – un maschio ed una femmina – di pochi giorni, che erano stati abbandonati in un cassonetto dentro una scatola, in zona S. Elia (L’Aquila).

Al momento del ritrovamento i piccoli apparivano addirittura privi di vita, essendo la scatola piena di formiche: fortunatamente alcuni cittadini li hanno soccorsi e successivamente si sono messi in contatto con la nostra associazione.

Una volta giunti in rifugio, i piccoli sono stati immediatamente alimentati con latte artificiale, attraverso il biberon: dopo un paio di giorni, però, il maschio purtroppo non ce l’ha fatta, provato dal distacco dalla madre e dalla mancanza prolungata di cibo; sin dall’inizio era apparso il più debole dei due ed aveva stentato ad alimentarsi.

Con i cuccioli così piccoli, è difficilissimo intervenire a causa della poca – o nulla – copertura da parte della madre e della conseguente esposizione al rischio di malattie. Speriamo che la cucciola possa farcela: noi ce la stiamo mettendo tutta.

Anche questa volta, condanniamo l’orrendo gesto che una mano ignota ha compiuto, abbandonando al loro destino due esseri indifesi ed una madre che probabilmente ora si starà disperando, separata dai suoi cuccioli, andando incontro a patologie – quali la mastite – conseguenti al mancato allattamento.

Ci sembra utile ricordare, ancora una volta, che l’abbandono è un reato – punibile penalmente – e che la sterilizzazione è l’unico strumento efficace per combattere il randagismo e tutelare i nostri animali. Ormai sono molti i canali a cui il cittadino, in eventuale difficoltà, può rivolgersi, per tanto non esistono scuse o giustificazioni per un gesto così orribile e crudele.

Ricordiamo i numeri utili per le segnalazioni di animali smarriti, feriti, da sterilizzare o in difficoltà:

Asl – Servizio Veterinario 0862.368906 oppure 0862.3681 (per contattare fuori orario d’ufficio il veterinario reperibile).

La Sezione di L’Aquila della Lega del Cane resta a disposizione per qualsiasi informazione ai seguenti riferimenti: 329.9064859 – info@cuccefelici.com.”.

Foto: uno dei cuccioli soccorsi dalla Lega del Cane a L’Aquila (fonte diretta).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. La cosa triste è che non c’è una legge, non c’è una volontà politica e giuridica, e non c’è REALMENTE NIENTE in favore degli animali.
    La cosa ancora più triste forse è che il vicino di casa in questo momento sta buttando animali nell’immondizia e nessuno ci fa caso o non se l’aspetta, o non sembra strano che su 10 persone 12 sono super-amanti degli animali?
    Basterebbe non prenderli stì cazzo di animali, no? O sterilizzarli, ma per arrivare alla sterilizzazione ci vuole davvero una mente illuminata!

    Un’ECATOMBE ci vorrebbe!

  2. Come si fa ad avere il cuore di abbandonare a sicura ed orribile morte, dopo giorni di agonia e di paura, degli esserini che dovrebbero ispirare soltanto tenerezza e sentimenti di protezione? Sono convinta che chi non si fa scrupolo a compiere azioni del genere sia un mostro anche nei confronti delle altre persone, perchè se non si ha sensibilità non la si ha per nessuno in difficoltà, che sia animale, vecchio o bambino. Sono persone orribili, egoiste e ottuse! Come dite nell’articolo non ci sono scuse! Ci sono molti enti a cui rivolgersi, luoghi anche in cui sterilizzare gli animali a costi contenuti, comunque chiedere aiuto è sempre meglio che lasciar soffrire e morire degli innocenti! Poveri piccoli…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com