Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Bari: cuccioli chiusi in un sacco e gettati in un pozzo. Sono salvi

Bari: cuccioli chiusi in un sacco e gettati in un pozzo. Sono salvi

Sono salvi i sette cuccioli – due maschi e cinque femmine – chiusi in un sacco e gettati in un pozzo in campagna, a Grumo, nel barese.

I piccoli erano stati sottratti alla madre a poche ore dalla nascita e rinchiusi all’interno di un sacco che probabilmente aveva contenuto del concime. Successivamente, l’aguzzino si era recato in aperta campagna e aveva lanciato il fardello sul fondo di un pozzo di Grumo Appula.

Ad accorgersi dei piccoli un uomo che faceva jogging nella zona, e che li ha sentiti guaire.

Sono intervenuti sul posto i volontari dell’associazione ADAN (Associazione Difesa Animali) che sono riusciti miracolosamente a portare in salvo i cuccioli.

“Non si tratta di un fatto isolato”, dichiara una dei volontari a Geapress, “Recentemente ne abbiamo recuperati altri, sempre chiusi nel sacco. In un caso era stato lanciato contro una recinzione e un cucciolo è rovinato a terra. Ora quelli nel pozzo. Si è trattato di uno dei casi più gravi: non solo chiusi dentro al sacco, ma pure dentro un pozzo. Li abbiamo recuperati tutti sporchi e bagnati”.

Si ritiene che i piccoli fossero il risultato della gravidanza indesiderata di una cagna della zona. In ambito rurale, in molte zone d’Italia, è ancora purtroppo diffusa l’uccisione dei piccoli non voluti attraverso modalità che definire crudeli è dire poco.

Non è al momento noto chi possa aver compiuto il barbaro gesto.

Nella foto: i piccoli recuperati dal pozzo (fonte Geapress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Poveri tesorini…ci vorrebbe una campagna di sensibilizzazione alla sterilizzazione … ma per alcune persone spendere soldi per non mietere più vittime innocenti è uno spreco… meglio uccidere! E’ incredibile l’insensibilità e l’ignoranza ancora esistenti e dure a morire…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com