Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Bergamo: pitbull preso a pugni fino a vomitare sangue, sequestrato

[VIDEO] Bergamo: pitbull preso a pugni fino a vomitare sangue, sequestrato

Veniva brutalmente picchiata ogni giorno Zoe, una femmina di razza pitbull sequestrata ieri dalle Guardie dell’OIPA a Telgate, nella bergamasca. Il responsabile delle continue violenze era il suo proprietario.

OIPA si è recata sul posto a seguito di circostanziate segnalazioni ed è bastato un sopralluogo muniti di telecamera per immortalare proprio il momento degli abusi. Nel primo dei video che riportiamo in chiusura di articolo, le guardie si trovano a poca distanza dall’edificio in cui l’aguzzino vive con il cane. In sottofondo, è possibile sentire i guaiti disperati del pitbull mentre è, come ogni giorno, oggetto delle sevizie.

L’uomo è stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali ai Carabinieri di Grumello del Monte e la cagnolina sequestrata. I militari dell’Arma, dopo aver visionato le riprese effettuate dalle Guardie Zoofile, si sono immediatamente recate sul posto per interrogare il sospettato, che ha ammesso i maltrattamenti.

Il proprietario di Zoe è un pregiudicato già noto alle Forze dell’Ordine che, è stato reso noto, ogni sera tornava a casa e massacrava di botte il cane, un esemplare giovanissimo e costretto a vivere sul balcone. L’uomo picchiava Zoe sul terrazzino, sotto gli occhi dei vicini, al parco, nel proprio garage, colpendola con raffiche di pugni violentissimi fino a farle vomitare sangue.

Le sevizie continuavano da mesi nonostante le minacce dei vicini di chiamare le forze dell’ordine. Minacce che, finalmente, si sono tramutate in fatti nella giornata di ieri.

Il cane, non microchippato, è stato sottratto ora alla custodia del suo aguzzino e ricoverato presso il canile sanitario di Grignano, Bergamo. Verrà sottoposto a tutti i controlli veterinari del caso e successivamente gli si cercherà una nuova casa.

Zoe è giovane e, nonostante le violenze patite, è di indole molto dolce e pacifica.

Dichiara il delegato OIPA Bergamo Davide Ambrosone: “Questa vicenda deve servire da esempio a quanti assistono a violenze su animali e per omertà non denunciano i responsabili alle autorità competenti. Se le persone che hanno assistito al pestaggio avessero girato la testa dall’altra parte, ora il cane sarebbe probabilmente morto. Denunciare i reati è una precisa responsabilità di ogni cittadino e la collaborazione tra cittadini, associazioni e Forze dell’Ordine deve orchestrarsi in un circolo virtuoso che porti a contrastare efficacemente soprusi di questo genere).

Nei due video che seguono: i pianti disperati di Zoe durante le violenze e la felicità del cane dopo il sequestro.


© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. perchè non mettono il nome di questo figlio diP:?!! dovrebbero mostrare la sua faccia, anzi devono E VIETARE KE PRENDA ALTRI ANIMALI!!!!
    Buona vita Zoe!

  2. Zoe buona vita…purtroppo hai conosciuto la cattiveria dell’uomo…da oggi conoscerai solo la felicità.
    E a quello schifoso del suo vecchio padrone gli farei fare la stessa fine, con relativo soggiorno sul balcone fino alla fine dei tuoi giorni.

  3. Questo scarto umano è da punire in modo molto netto e severo e soprattutto gli deve essere proibito detenere animali!!!
    Quando anche in Italia ci sarà la pubblicazione dei nomi e cognomi corredati di fotografia dei mostri che maltrattano gli animali?
    A te piccola Zoe auguro una vita felice e soprattutto senza più violenza!

  4. gente a cui si dovrebbe fare quello che loro anno fatto ai cani in piu’ dare ammende salatissime e proporzionali all’ offrsa data anche alla soceta’ stesso persone crudeli da monitorare da vicino sono capaci di fare qualsiasi atto non lecito

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com