Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Prato: preparava polpette avvelenate per i cani. Individuato

Prato: preparava polpette avvelenate per i cani. Individuato

È stato individuato e denunciato a Prato un uomo che preparava bocconi avvelenati da distribuire lungo la pista ciclabile Vaiano-La Briglia.

Si tratta di un 62enne originario di Perugia, scoperto dai Carabinieri di Vaiano e dalla Polizia Provinciale a seguito di varie segnalazioni da parte dei cittadini.

Le forze dell’ordine hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione dell’indagato scoprendo bocconi di carne sospetta, che verranno analizzati, e una trappola illegale per la cattura di fauna selvatica. Tutto è stato sottoposto a sequestro.

Secondo quanto trapelato dalle indagini, le azioni dell’uomo potrebbero fino ad ora aver provocato la morte di un cane e la grave intossicazione di un numero imprecisato di altri animali.

Il 62enne è ora accusato del reato di uccisione di animali che, secondo la Legge 189 del 2004, è punibile con la reclusione da tre a diciotto mesi. È tuttavia assai probabile che, nella migliore delle ipotesi, la questione si risolverà con una sanzione.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. ma perchè non gli hanno fatto mangiare le polpette ?io gliele avrei date per poi vedere cosa gli succedeva bastardo cane che galera tante mazzate

  2. stammati gennaro

    PENA DI MORTE

  3. Tre mesi di galera, ma solo dopo esseresi ingurgitato tutte le sue polpette… se sopravvive… Bastardo!!!

  4. Criminale e assassino, questo vecchio di merda deve pagare è solo un figlio di puttana, gli auguro di morire bruciato, visto che la giustizia ytagliana è pure peggio!
    Se un bambino raccogliesse quei bocconi avvelenati? Che cosa succederebbe?
    Possibile che non c’è un PM, un magistrato che capisca un cazzo?
    Gli commineranno una multina da 50 euro e risulterà nullatenente nel frattempo!
    Di certa merda si può anche fare pulizia! Al rogo.

  5. Vorrei anche io nome e cognome di questa persona per invitarlo a pranzo e preparargli mangiare avvelenato. A nome di tutti i cani morti.

  6. che cattiveria anche da parte di persone anziane dove un si aspetta un po’ piu’ di senso e sensibilita’. non capisco come mai questi individui riescono sempre a scamparsela con una sanzione. ci vuole un precendente penale: 18 mesi gli dovevano dare. cosi imparava e con lui anche il resto della societa’.

  7. Non ho parole per definire queste persone se così si possono definire ,purtroppo questi episodi si stanno allargando a macchia d’olio , ho visto morire animali avvelenati e questo ancora di più mi fa pensare e dire. Che questi personaggi vanno puniti ma nn solo con la sanzione ma con il carcere . Questa è la pena migliore … Quella peggiore nn posso scriverla … Ma se dovessi vedere compiere qualcosa del genere credo che la galera la farei io … Ma senza pentirmi mai!

  8. anche noi.

  9. non capisco se esiste una legge va applicata e che si faccia 18 mesi: a chi è morto il cane avvelenato, tra immani sofferenze, perchè non chiedete cosa ne pensa della sanzione da applicare al mostro? comunque, visto che il sistema non funziona, almeno voglio sapere nome e cognome dell’ignobile codardo.

  10. perchè non ci dicono nome e cognome??????????????????????????

  11. No, questo individuo è pericoloso e dovrebbe stare dietro le sbarre. Sicuramente una sanzione pecuniaria non è la pena che si merita!!! C’è il forte pericolo che continui ad uccidere altri animali non può cavarsela così semplicemente!!!! Mi auguro che ci sia un giudice pro-animali che lo condanni severamente a una pena più severa perché è veramente ignobile il gesto che ha commesso, ingiustificabile!!!!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com