Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Texas: serial killer a caccia di cani abbandonati e randagi

Texas: serial killer a caccia di cani abbandonati e randagi

Secondo il sito Care2, qualcosa di incredibilmente sinistro sta avendo luogo nella città di Houston, in Texas. Qualcosa di ancora più deplorevole dei continui abbandoni cui siamo costretti ad assistere ogni giorno.

Qualcuno, o molto più probabilmente un gruppo di persone, ha preso di mira i randagi della zona, gli animali abbandonati e li sta torturando in un macabro gioco di gatto col topo. La questione va avanti da oltre un anno.

“Dopo aver sentito dell’orribile massacro di cuccioli sulla riva del fiume San Jacinto, vicino a Houston, ho cominciato ad investigare”, spiega la volontaria animalista Rhonda Heffernan. “Al mio arrivo ho trovato i corpi torturati di cinque cuccioli. Meticci di chihuahua. C’erano altri cani terrorizzati nascosti nei boschi circostanti”.

I media locali cominciano ad essere interessati alla faccenda, ma nessun colpevole è stato ancora individuato dalle forze dell’ordine. Il sospetto peggiore, tuttavia, è che si tratti di più di una persona.

“Abbiamo trovati cani decapitati, investiti dalle auto, uccisi a colpi di pistola, smembrati e abbiamo testimoni oculati che raccontano di persone intente a rincorrere i randagi con i quad”, continua Rhonda, “Con l’aiuto di alcuni volontari, abbiamo finora portato in salvo 45 cani ma abbiamo ancora bisogno dell’aiuto delle istituzioni”.

L’obiettivo dei volontari animalisti della zona è quello di sempre: fermare gli abbandoni con l’aiuto delle istituzioni e attraverso campagne educative e portare in salvo cani e gatti lasciati per la strada.

L’organizzazione che sta lavorando sul posto, la Stop Crosby Puppy Massacres (qui la loro pagina Facebook), ha posizionato un cartello vicino alla zona degli abbandoni ed è riuscita, assieme alla SNAP di Houston, ad organizzare una giornata completamente dedicata alla sterilizzazione degli animali.

Quello che ci si augura al momento, naturalmente, è che le forze dell’ordine si mettano d’impegno per individuare e fermare la banda di aguzzini che ha preso di mira i randagi della zona: torturare e uccidere animali sfortunati non solo non è una modalità di controllo della sovrappopolazione, ma è anche la dimostrazione di seri disturbi mentali.

Nella foto: uno dei cani terrorizzati portati in salvo dai volontari (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Sarebbe corretto ed equo prenderli a martellate molto lentamente per giorni e poi sciacquarli col napalm e un fiammifero, non sai che risate!
    Schifosissimi pezzi di merda vi auguro la morte!

  2. Auguro a queste persone di trovare una morte orribile il prima possibile! Non sono parole da dirsi ma davvero auguro tutto il male del mondo a esseri così abbietti… magari proprio di trovare sulla loro strada un serial killer molto molto sadico!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com