Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [PETIZIONE] Le vittime della BSL: Wicca, condannata a morte come Lennox

[PETIZIONE] Le vittime della BSL: Wicca, condannata a morte come Lennox

Secondo le autorità canadesi, l’eutanasia di Wicca dovrebbe avere luogo proprio in questi giorni. E il popolo che per oltre due anni si è battuto per la libertà (mai arrivata) di Lennox continua a lottare, cercando il miracolo dell’ultimo secondo che per il cane di Belfast non c’è stato.

Wicca è un American Staffordshire Terrier di cinque anni che, lo scorso giugno, è stato accusato di aver graffiato il ventre di una donna che l’aveva svegliata di soprassalto mentre riposava accanto al suo proprietario sulla terrazza di un bistrot.

La donna non ha mai sporto denuncia contro il cane o il suo padrone, ma un’ambulanza era stata chiamata sulla scena e, a quanto sostiene uno dei paramedici intervenuti per medicare la donna, Wicca avrebbe pizzicato anche lui, seppure in maniera del tutto innocua.

Il proprietario di Wicca, Christos Papakostas, si è visto negare la possibilità di un appello dalla corte di Montreal, lo scorso lunedì. La fotografia che lo mostra seduto a terra, mentre abbraccia Wicca dopo la condanna a morte, sta facendo il giro del mondo.

Secondo quanto dichiarato dal Tribunale lunedì, Wicca dovrà essere eutanasizzata nell’arco di pochi giorni.

Il legale che rappresenta Papakostas, Elaine Rosemberg, sottolinea come, in effetti, non esista alcuna prova delle accuse formulate nei confronti del cane: “Tutto quello che ho visto è una foto della vittima, la prima e sì, era stata graffiata, ma dire che si sia trattato di un morso è un’assurdità. Non c’è nessuna testimonianza, da parte di questa donna, che avvalori le accuse”.

Papakostas sostiene, probabilmente a ragione, che alla base dell’ordine di distruzione del cane vi sia un’assoluta discriminazione della sua razza. In effetti, a causa della Breed Specific Legislation pitbull e molossi in generale vengono condannati a morte e uccisi ogni giorno senza neppure la possibilità di un contraddittorio o di una difesa: il caso di Lennox è solo l’ultimo di una lunga serie.

Il proprietario di Wicca continua spiegando che il cane non voleva assolutamente aggredire nessuno, ma che è saltato addosso alla donna e al paramedico solo perché era eccitata: “Si era spaventata? Sì. Ha morso? Non lo sappiamo. La signora non è mai andata all’ospedale, non si è mai fatta mettere dei punti. Si è solo spalmata un po’ di pomata”.

L’avvocato Rosemberg sottolinea come la condanna a morte senza prove evidenti sia, di fatto, uno scivolone legale ingiusto che causa solamente terrore in qualunque proprietario di cani: secondo queste regole, infatti, la BSL potrebbe colpire chiunque, in qualunque momento, per qualunque motivo. Un cane potrebbe difendere il padrone da un’aggressione ed essere condannato a morte, paradossalmente.

La petizione per salvare Wicca, che trovate a questo indirizzo, è già stata filmata da migliaia di persone preoccupate che, solamente a pochi giorni di distanza, si verifichi un altro “caso Lennox”.

Secondo quanto comunicato nelle scorse ore sulla pagina Facebook ufficiale dedicata a Wicca, il rifugio di Berger Blanc, dove il cane è detenuto, si sarebbe fino ad ora rifiutato di praticare l’eutanasia.

Lo scorso 25 luglio, una manifestazione pacifica in onore di Wicca è stata al Parc Extension di Montreal così come una veglia: l’obiettivo è, naturalmente, di convincere il Concilio Cittadino a non seguire le disgraziate orme del Belfast City Council.

Al momento attuale, la sorte di Wicca è letteralmente appesa ad un filo.

Nella foto: Chris Papakostas dice addio al suo cane fuori dall’aula del tribunale, a Montreal (fonte) e lo status dalla pagina Facebook ufficiale dove si annunciano i dubbi delle ultime ore (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. uomo riesci ad essere veramente spietato con chi non lo merita e con chi non puo’ difendersi……………………….ma alla fine pagherai caro tutto.

  2. lacrime, per l’ingiustizia e la crudeltà dicui solo l’uomo è capace!!!

  3. dobbiamo riuscire tutti insieme a cambiare questa legge schifosa e razzista

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com