Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Spotorno, cinghiali mansueti amici dei turisti. Le autorità: uccidiamoli

Spotorno, cinghiali mansueti amici dei turisti. Le autorità: uccidiamoli

A Spotorno ci sono cinghiali che dell’uomo non hanno paura e che anzi, si comportano in modo innocuo e assai amichevole.

Si tratta di tre femmine adulte con diversi cuccioli al seguito che, nei pressi del campeggio di via Magiarda, hanno preso l’abitudine di avvicinarsi senza timore ai turisti per prendere dalle loro mani qualche boccone di cibo. Addirittura le madri permettono agli esseri umani di accarezzare i loro cuccioli senza avere alcuna reazione aggressiva.

Un atteggiamento docile che potrebbe costare loro la vita, perché ENPA Savona denuncia la possibilità che gli animali vengano uccisi.

“Lo spettacolo ha però creato il malcontento di un paio di residenti, che hanno denunciato la situazione al Comune, con il sindaco che ha addirittura chiesto l’intervento del Prefetto e della Provincia”, dichiara Savona News, “Sembra così che ieri vi sia stato un sopralluogo della Polizia Provinciale per vedere dove sistemare le gabbie e catturare gli animali e fucilarli”.

Insomma, per gli animali non c’è pace. Li uccidiamo quando li giudichiamo cattivi e quando pensiamo siano troppo buoni. Invadiamo il loro habitat e ci lamentiamo se anche loro lo occupano.

È evidente che, a monte, vi sia una quasi totale incapacità dell’essere umano di condividere spazi collettivi con altre specie.

ENPA Savona ha naturalmente invitato gli enti pubblici che potrebbero rivelarsi coinvolti negli abbattimenti a valutare soluzioni alternative. Ha anche proposto qualche utile suggerimento, come l’allestimento, nel bosco e a ragionevole distanza dai complessi abitati, di una zona attrezzata per gli animali selvatici. Qui, chi lo desidera potrebbe continuare a nutrire i cinghiali, anche per ovviare alla grave carenza di cibo causata dagli incendi boschivi degli scorsi anni e dalla malattia del castagno, che ha privato gli animali dei frutti selvatici.

È evidente che, se non ha a disposizione nutrimento all’interno del proprio habitat, il cinghiale si spingerà altrove alla ricerca di cibo, raggiungendo zone abitate dagli esseri umani. È un atteggiamento naturale che seguirebbe qualunque specie, quella umana inclusa, si trovasse nella medesima situazione.

“Esiste da qualche mese un dialogo costruttivo tra ENPA e Assessorato dell’Ambiente del Comune, e si spera quindi che si mettano definitamente via i fucili”, commenta ENPA, “Lo hanno capito tutti meno la Coldiretti. Uccidere non è la soluzione del problema dell’esubero della popolazione dei cinghiali”.

Nella foto: uno dei docili cinghialini savonesi (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. No cioè, fatemi capire… Questi animali non hanno mai fatto male a nessuno, si avvicinano agli esseri umani solo per un po’ di cibo e nient’altro, addirittura le madri permettono ai turisti di accarezzare i piccoli… E PER COLPA DI DUE COGLIONI DEFICIENTI CHE SI LAMENTANO PER CHISSA’ COSA DEVONO ESSERE UCCISI??? MA STIAMO SCHERZANDO???? IO DICO CHE SONO ‘STE DUE TESTE DI MINCHIA CHE CREANO MALCONTENTO, PERCHE’ NON FUCILIAMO LORO ALLORA????

  2. la decisione della sorte di questi animali si deciderà domani, i cacciatori e parte della cittadinanza vorrebbero venissero allontanati mentre invece…….sembra si decida per la soppressione……..
    LE BESTIE SIAMO NOI NON I CINGHIALI

  3. ….che dire a queste persone ?…,ci vorrebbe un bel regalo…una scatola di ciocolatini ripieni !…a buon intenditor poche parole…..

  4. ma che si ammazzassero loro, magari in piazza!

  5. Si vabbè ma che due… Se sono cattivi li ammazziamo, se sono buoni li ammazziamo, se sono così così li ammazziamo insomma il lietiv motiv è sempre quello di imbracciare il fucile… ma certa gente ha carenze nelle zone basse???
    BASTA!!!
    Gli animali hanno i nostri stessi diritti di vivere su questo pianeta, ogni angolo di questo pianeta è anche loro… se qualcuno non è daccordo quello da fucilare è lui non l’animale che “gli da fastidio”.
    BASTA!!!

  6. Incredibile… si distrugge e poi si continua a distruggere anche quello che viene alterato dalle nostre azioni “criminose”.
    Qui vicino a Torino c’è il parco della Mandria dove i cinghiali vivono liberamente in spazi in qualche modo protetti, al tramonti li si può vedere passare, a volte con i cuccioli… non credo che a Spotorno non ci siano spazi boschivi adatti ad accogliere questi animali innocenti, che nulla chiedono se non di vivere la loro vita, troppo spesso sconvolta proprio dalle nostre azioni maldestre e malevole…
    Se si mettono trappole con il solo intento di ucciderli si dimostra ancora una volta di essere ottusi e di voler risolvere le difficoltà con la forza e mai con la ragione e l’umanità che dovrebbe contraddistinguerci…

  7. i lennox sono tanti e di qualunque specie.
    le autorita’ altro non sono che uomini-di genere maschile-pavidi e arroganti..esatttamente come cacciatori e agricoltori.quanto poi al non prenderli in braccio e’ una balla ulteriore ,perche’ il vero timore e’ che se poi anche loro si addomesticano,rientramo a far parte degli animali da compagnia e quindi non piu’ cacciabili.

  8. ma siamo prpprio privi di ogni remore….. alt, prima di tutto vorrei dire, assolutamente no a prender ein braccio gli animali selvatici, è nocivo per loro, i profuni i detersivi i condimenti che noi usiamo potrebbero essere nocivi per loro, ed il contatto con la nostra pelle potrebbe protarle allergie o peggio, poi non date da mangiare vicino a raggruppament umani perche se voi date loro li, torneranno e potrebbero non trovare persone, educate, uno spazio nella foresta in cui poter lasciare, cibo per i cinghiali non sarebbe male, loro adorano tutti i tipi di ghiande e i futti sotterranei, mangiano bucci ae polpa di molti frutti, se avete delle mele che stanno andando a male non gettatele portatele a questi dolci animali, eviterete che vadano a far danni nei campi degli agricoltori, che loro malgrado dovrebbero sparargli per difendere il loro raccolt, ma mettere delle trappole per poi ucciderli….nooo vi prego, non fate cose di questo genre, non siamo in un lager, e non moriamo certo di fame, tanto da dover ammazzare degli animali.

  9. stammati.gennaro

    PENA DI MORTE ALLE AUTORITA’

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com