Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / È il lemure il mammifero a più alto rischio di estinzione al mondo

È il lemure il mammifero a più alto rischio di estinzione al mondo

La IUCN (International Union for Conservation of Nature Species Survival Commission) ha, la scorsa settimana, tenuto una conferenza in Madagascar per discutere del destino delle 103 specie di lemure rimaste nel mondo, ed è giunta alla scioccante conclusione che siano i mammiferi a più alto rischio di estinzione dell’intero pianeta.

“il Madagascar ha di gran lunga la più alta proporzione di specie minacciate di qualunque altra regione abitata da primati e di qualunque altro Paese al mondo. Il risultato è che crediamo che i lemuri siano, probabilmente, il gruppo di vertebrati a più alto rischio di scomparsa”, ha dichiarato il primatologo Cristoph Schwitzer, a capo dell’area di ricerca dei Bristol Zoo Gardens ed esperto di primati del Madagascar per lo IUCN.

Oltre il 90% delle specie di lemuri presenti al mondo rientrato nella lista rossa degli animali “in pericolo critico”, “in pericolo” oppure considerati “vulnerabili”. Si ritiene che il peggioramento delle condizioni dei lemuri possa essere attribuito alle modifiche che i loro habitat hanno subito dal 2005 ad oggi. Il più raro di tutti è il lepilemure settentrionale, di cui rimangono al mondo solamente diciotto esemplari.

L’instabilità politica nell’area di elezione di questi animali ha incrementato la povertà e, di conseguenza, anche la caccia illegale e il contrabbando, che sta distruggendo la foresta tropicale del Madagascar, dove i lemuri vivono. Gli scienziati credono inoltre che il declino nel loro numero avrà effetti negativi sul turismo, peggiorando la situazione economica del Paese e dunque creando ulteriori problemi.

Si cerca, al momento, di lavorare su un piano di recupero per i lemuri e, nell’arco di tre anni, si progetta la nascita di 30 o 40 strategie, da finanziarsi con un budget variabile tra i 5 e i 10 milioni di dollari – secondo quanto dichiarato alla CNN dal presidente di Conservation International Russel Mittermeier. Una cifra che può sembrare alta ma che, per Mittermeier, è assai limitata per salvare un intero habitat e un’intera specie vivente.

L’unica nota positiva della conferenza appena tenutasi in Madagascar è relativa alla scoperta di una nuova specie di lemure-topo nell’est del Paese. Andrà naturalmente protetto con le unghie e con i denti.

Foto: un lemure (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com