Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Dossier / [VIDEO] Cane chiuso in macchina? Ecco cosa fare

[VIDEO] Cane chiuso in macchina? Ecco cosa fare

Un animale chiuso nell’abitacolo di un’automobile, nel caldo torrido estivo, può morire. Lo testimoniano i numerosi fatti di cronaca riportati dagli organi di informazione ogni estate e lo garantisce il buon senso.

È quindi importante definire alcune linee guida per intervenire nel caso in cui ci si trovasse di fronte ad un animale rinchiuso in una vettura e a rischio di colpo di calore.

La prima cosa da fare è non passare oltre, non fingere di non vedere o di non notare l’atto di negligenza che si sta consumando di fronte ai nostri occhi. E prendere atto che una situazione del genere può rivelarsi letale se non gestita in maniera opportuna.

Chiunque si trovi a gestire una simile eventualità si domanda, giustamente, cosa fare: infrangere il finestrino? Chiamare le forze dell’ordine? Cercare il proprietario dell’auto?

La risposta non è semplice, ma di certo per prima cosa è possibile valutare i segni di eventuale sofferenza dell’animale.

Un cane, o un gatto, o un qualunque altro animale rinchiuso all’interno di un’automobile rovente è a rischio di colpo di calore se manifesta i seguenti sintomi:

// tachipnea (eccessivo ansimare)

// scialorrea (eccessivo sbavare)

// difficoltà di respirazione

// segni di disorientamento

// collasso o stato di incoscienza

Queste sono caratteristiche che potete valutare già ad una prima occhiata, così come se l’animale sia rinchiuso nell’auto senza opportuna ventilazione, ossia con i finestrini chiusi.

La prima cosa da fare, una volta accertato lo stato di sofferenza dell’animale, è capire se il proprietario si trova nella zona e se dunque può aprire immediatamente l’automobile.

Se così non fosse, cercate di fare ombra all’interno dell’abitacolo, posizionando giornali sui vetri.

È opportuno poi tentare di abbassare la temperatura all’interno dell’abitacolo. Stando all’esterno, potrete farlo solamente bagnando l’automobile con acqua fredda – se potete.

Se uno spiraglio di finestrino è aperto, rinfrescate il cane con dell’acqua o cercate di bagnarlo per abbassare la sua temperatura corporea.

Nel frattempo, contattate immediatamente le forze dell’ordine: sono tenute ad intervenire e hanno la facoltà di aprire l’auto anche senza l’autorizzazione del proprietario.

Se riuscite ad estrarre il cane dall’abitacolo e riscontrate la possibilità di un colpo di calore, è necessario l’intervento di un veterinario: l’ipertermia, ossia l’aumento della temperatura corporea, è una condizione molto pericolosa che può portare anche alla morte.

Per quanto riguarda il primo soccorso dell’animale, queste sono le modalità con cui agire:

// spostate l’animale in un ambiente fresco, all’ombra

// raffreddate gradatamente il corpo con stracci bagnati di acqua a temperatura ambiente e poi, man mano, più fresca (NON raffreddate l’animale in modo repentino utilizzando ghiaccio o innaffiandolo con acqua gelata, gli provochereste uno shock)

// gli stracci bagnati vanno posizionati a livello del collo, sotto le ascelle e a livello inguinale

// non forzate l’animale a bere

// il ricovero presso una struttura veterinaria deve essere il più possibile rapido

Ricordate che essere proattivi e tempestivi può, in situazioni come queste, salvare la vita a un animale.

Foto: la campagna americana per la prevenzione dei colpi di calore negli animali (fonte).

Di seguito: il video promozionale sull’argomento diffuso dal “dog whisperer” Eldad Hagar.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Se trovo un cane in difficoltà chiuso in auto sotto il sole IO spacco il vetro, poi dopo aspetto l’arrivo dei vigili.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com