Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Lennox: proteste a Belfast. E ci si chiede se il cane sia ancora vivo

Lennox: proteste a Belfast. E ci si chiede se il cane sia ancora vivo

Sgomento e dolore sono seguiti alla dichiarazione dello scorso lunedì, da parte della famiglia di Lennox, di non opporsi alla decisione governativa di uccidere il cane tramite iniezione letale.

Per i pochi che ancora non conoscessero l’assurda storia di Lennox, questo link fornisce a ritroso tutte le informazioni che è necessario sapere.

Dopo oltre due anni di lotte, il Belfast City Council non molla la presa sull’incrocio bulldog-labrador sequestrato alla sua famiglia per la sua somiglianza con un pitbull, e destinato ad essere soppresso a causa della vergognosa Breed Specific Legislation, che marchia alcune razze come “geneticamente pericolose”.

Vale la pena ricordare che Lennox, oltre a non aver mai mostrato alcun segno di aggressività, era anche il cane di servizio di una bambina disabile.

Al momento attuale, pur dopo la dichiarazione della famiglia del cane in cui risulta evidente l’intenzione di “gettare la spugna” per non “causare a Lennox ulteriori sofferenze”, non esiste una data certa per l’eutanasia.

Le proteste in Nord Irlanda e in tutto il mondo, intanto, si fanno assordanti. La città di Belfast, nella quale il cane è detenuto in un luogo segreto dal 2010, sta organizzando una serie di presidi, cortei e manifestazioni per protestare contro l’errore madornale compiuto dalle autorità cittadine che, più per principio che per motivazioni accertate, sembrano ormai intenzionate a porre fine alla vita di Lennox.

Chiunque si trovasse a Belfast e fosse interessato a partecipare alle proteste, può contattare gli organizzatori all’email slamina2009@gmail.com.

Mentre si organizzano le dimostrazioni pacifiche, il pressing continua anche via email e per telefono: la cittadinanza prega le alte istituzioni di Belfast, incluso il Segretario di Stato, di concedere a Lennox la grazia e, dunque, il perdono. Che equivale alla possibilità di vivere.

Di seguito riportiamo un modello di lettera per la richiesta di “Compassion, Grace and Mercy” in favore di Lennox, con gli indirizzi a cui inviarlo.

Westminster

House of Commons, London, SW1A 0AA

Tel: 020 7219 5185

Fax: 020 7219 3955

patersono@parliament.uk

Constituency

No constituency office

Tel: 01978 710073

Fax: 01978 710667

owen@shellbrook.demon.co.uk

To: sos@nio.x.gsi.gov.uk patersono@parliament.uk  owen@shellbrook.demon.co.uk  

Cc: peter.robinson@mla.niassembly.gov.uk  

Rt. Honourable Owen Paterson, Secretary of State Northern Ireland.

URGENT PLEA FOR A PARDON/INTERVENTION TO ALLOW EXPORT OF “LENNOX” TO THE USA OR OTHER COUNTRY OUTSIDE THE UNITED KINGDOM WHERE LENNOX HAS BEEN INVITED

Dear Sir,

I am writing to you with regard to a travesty about to occur in Northern Ireland and to beg you to please intervene and help save a life.

The life in question belongs to Lennox, a seven year old American Bulldog Labrador Cross who was living happily with his family in Northern Ireland.  On May 19, 2010,  Lennox was seized by council officials as an alleged “pit bull type” and taken to secluded kennels whilst his owner was issued a warrant of seizure with an incorrect address for another location. 

While incarcerated in undisclosed kennels, Lennox’s family has never been permitted to visit him. It is now beyond two years that his family has not had an opportunity to interact with Lennox. According to the animal behaviourists who have examined Lennox and the various pictures on public view, Lennox’s health has been very much impacted while in custody.  Lennox has lost a lot of his body fur much of it falling in clumps, Lennox has open soars throughout his body, he suffers from an injured neck, he has an unattended bleeding paw, and he is administered anti anxiety medication on a daily basis to help alleviate his stress.

In a desperate attempt to save Lennox, his owner Carolyn Barnes’s supporters have created petitions and videos resulting in worldwide support to bring Lennox home.

Northern Ireland has yet to fully implement  the same dog legislation as in mainland UK.  If Northern Ireland were to complete the same dog legislation Lennox could now be at home with his family.  The USPCA stated that the law in Northern Ireland could be changed simply and rather quickly by an order in Council.  As it is, Lennox was branded a “pit bull type” by the Belfast City Council despite a dog license issued yearly for five years by the same City Council who seized him. 

 It must be noted that Lennox never bitten n or attacked any human or any other animal in all the seven years of his life. There have been two independent comprehensive assessments conducted by professional Animal Behaviourists, – Ms. Sarah Fisher and Mr. David Ryan –  both arriving at separate conclusions confirming Lennox as a harmless, friendly dog posing no danger to humans.  For further reference, Ms. Fisher has made an excerpt of her Lennox examination available to public viewing.

It  must also be added that Lennox’s owners were always thoroughly responsible in their care of Lennox. Since a puppy they had him neutered, licensed, insured, DNA registered, Pet Safe registered and micro chipped. Lennox never had a complaint issued against him while living with his family nor was he ever allowed to run free outside of the boundaries of the family home.

If Lennox lived in Southern Ireland where no breeds are nationally banned, Lennox would never have been seized at all. Lennoxhas been offered a place of safety with a reputable rescue in many parts of the world where he could legally live out the rest of his life.  Most recently he was invited by an organization led by the reputable dog handler Mr. Cesar Milan in the United States of America.

I understand that you have the power to grant a Pardon and we beg of you to do all within your power to allow Lennox the chance of life by requesting Lennox be granted safe passage to the United States of America or any other country where a rescue placement is awaiting him. 

I am sure you are aware of how emotionally committed good owners are to their pets.  Dogs are part of the families to which they belong.  In this particular case the little girl Brooke Barnes, a child afflicted with asthma and physical disabilities, was very much attached to Lennox and consistently relied and depended upon him for her safety and well being.  Please spare the owner the further trauma of destroying Lennox so needlessly.  Please Pardon Lennox and allow a blameless animal the chance of life.

 Yours faithfully,

Ci si aggrappa disperatamente, a questo punto, alle uniche opzioni rimaste disponibili. È infatti ormai chiaro che le possibilità di far ricongiungere Lennox con la sua famiglia sono nulle: il Belfast City Council non concederà mail il nullaosta. Tuttavia, esistono offerte di adozione per il cane da ogni parte del mondo, e in particolare da due addestratori come Victoria Stilwell e Cesar Millan, che offrono asilo negli Stati Uniti.

La Stilwell sottolinea come vi sia la disponibilità concreta, economica e morale di accogliere il cane in un’area dove non è considerato pericoloso, e prega di non smettere di combattere. Anche Millan, lo scorso 23 giugno, ha segnalato di essere “coinvolto nella battaglia per salvare Lennox”.

Il tempo stringe, e sembra quasi di sentire l’orologio iniziare il suo conto alla rovescia. E mentre gli ultimi, frenetici tentativi di salvare un cane innocente si sovrappongono l’uno con l’altro, molti supporter si pongono dubbi più che giustificati sulle reali condizioni del cane. Il comportamento del Belfast City Council è, in effetti, più che sospetto: nonostante l’evidenza della mancata aggressività del cane, rifiuta di rilasciarlo. Si rifiuta anche la possibilità che possa essere visitato da un veterinario inviato dalla famiglia. Si rifiuta la possibilità che possa essere visitato dalla famiglia stessa. Si rifiuta di condividere fotografie recenti, e si rifiuta ai familiari un ultimo addio prima della soppressione.

Un accanimento di questo genere, oltre a levare nubi nerissime sulla sensibilità delle istituzioni di Belfast, mina sensibilmente la credibilità del loro operato e la verosimiglianza delle loro affermazioni.

Che fine ha fatto Lennox?

C’è chi pensa, tra i tanti supporter, che il BCC abbia molto da nascondere e che il cane non sia neppure più vivo.

Sulla pagina Facebook ufficiale dedicata a Lennox, Joanne commenta: “Qualcuno ha realmente prove che sia ancora vivo? Questi dinieghi costanti mi fanno pensare che Lennox non ci sia più e che il BCC stia cercando di coprire questo fatto. Come restituire un cane se non lo hanno più? Come poter far esaminare le sue condizioni di salute da un veterinario? Come è possibile che alla famiglia di Lennox sia persino stato crudelmente vietato un ultimo addio? Se il BCC dovesse dire di no all’offerta di espatriare Lennox negli Stati Uniti, sarebbe da suggerire un’intera investigazione sul loro operato per il reato di corruzione. Qualcosa non va. Rivoluzione a Belfast”.

Dello stesso parere è Marie: “Ho la sensazione che Lennox sia morto qualche tempo fa mentre si trovava nelle mani del BCC, forse a causa di stress e malnutrizione. Tutto è piuttosto sospetto e quello che mi lascia sgomenta è che sia stata rifiutata alla famiglia persino la possibilità di far visitare Lennox al loro veterinario di fiducia. Come è possibile che non vi sia un’investigazione in corso nei confronti del Belfast City Council?”.

Angela aggiunge: “Tutto questo si riduce al fatto che il Council, semplicemente, non ha intenzione di ammettere di aver commesso un grave errore”.

E Wendy cerca di comprendere cosa si nasconda dietro l’improvvisa, imprevedibile resa della famiglia di Lennox: “Non vedete cosa c’è dietro le loro parole? Questa povera famiglia è esausta, completamente a pezzi, col cuore in frantumi e mentalmente stanchissima. Il Belfast City Council è rimasto in silenzio, ne sono convinta, solo per sfinirli ed ottenere la loro completa sottomissione. Attenzione: Cesar Millan ha detto che adotterà Lennox, la famiglia lo ha proposto al BCC eppure, nonostante l’opportunità di levarsi la patata bollente dalle mani, rimangono zitti e muti. Non esistono motivi per cui il cane non possa essere ricollocato negli USA. Tanto più che non credo che alla famiglia di Lennox verrà mai data la possibilità di rivederlo. Dobbiamo continuare a combattere. Prima di tutto per Lennox, e in secondo luogo per tutti i Lennox potenziali che vivono nell’Irlanda del Nord. Quando la pietra comincerà a rotolare quante altre vite verranno spezzate in nome di questa legge?”.

Zoe calca la mano sulla possibilità che Lennox non sia più vivo da tempo: “Qualcosa non va in tutta questa storia. C’è qualcosa che viene tenuto nascosto. Come possono ignorare tutto e tutti? Come può il Belfast City Council non dire mai una parola? Penso che quel povero cane sia stato eutanasizzato tanto tempo fa, e che tutto questo sia solo una farsa. Se non fosse così, vorrei che semplicemente qualcuno andasse dove si trova e lo tirasse fuori con le cattive. Fare le cose per bene non porta a nulla”.

Nel frattempo, si scoprono altri altarini – puntualmente fatti sparire dal Concilio di Belfast. Dice Patricia in proposito “Non ero a conoscenza del fatto che esistessero riprese video che mostravano Lennox mentre veniva picchiato. Erano su YouTube, ma sono state rimosse. Ho visto delle fotografie, e anche quelle erano marce”.

In effetti, da diversi giorni si vocifera che, nei due anni di detenzione, Lennox – un cane niente affatto aggressivo – sia stato sottoposto ai peggiori soprusi fisici e mentali da parte degli accalappiacani, con l’obiettivo di mostrare al mondo una sua reazione violenta. Una reazione che, anche in base alle testimonianze rese in tribunale, non c’è mai stata: nonostante gli abusi, Lennox ha sempre mantenuto l’autocontrollo. Un particolare che rende ancora più dolorosa e agghiacciante l’intera situazione.

Jessie, sulla pagina Facebook a lui dedicata, scrive: “Da quel che so si trova in un posto segreto, ma qualcuno deve pur sapere dov’è. È il comportamento del BCC a non suonare giusto. La scienza ha dimostrato che Lennox non è un pitbull, gli accalappiacani hanno ammesso di aver mentito di fronte alla corte, vi sono tante prove eppure non lo lasciano andare. Questo è un affronto all’umanità. È una maledetta caccia alle streghe”.

Cecilia parla di un totale fallimento delle istituzioni: “Spesso sentiamo parlare del fallimento del sistema giustizialista. Questo caso mette in luce l’ovvietà di questo sistema legale che è assolutamente sbagliato. Belfast deve vergognarsi profondamente e prendere atto di aver grossolanamente fallito”.

Nelle foto: Lennox accanto al simbolo della sua campagna (fonte interna), Lennox cucciolo (fonte), le condizioni di Lennox al canile (fonte), Lennox lecca il volto della dipendente del BCC che, in tribunale, lo accuserà di essere un “cane terrificante” (fonte), Lennox in gabbia al canile (fonte), l’ambiente in cui il cane è rinchiuso (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

27 Commenti

  1. Non penso sia ancora vivo… Ha subito la stessa persecuzione di Gesù Cristo, povero essere innocente!

  2. Condivido pienamente ogni tua parola.

  3. è terribile questa situazione……ma che bestie sono quelle che lo hanno trattato o lo trattano ancora così…….spero possano morire all’istante……io spero che sia ancora vivo e che lo tirino fuori di li’……chi è colpevole deve pagare….che figura barbina ha fatto l’irlanda…non credevo proprio una cosa da preistoria…….dobbiamo sapere cosa è successo…….

  4. pure i maltrattamenti in canile…sono veramente una vergogna!!! Se è vivo bisogna tirarlo fuori di lì! Se non lo è…dobbiamo comunque fare pressione per mostrare il nostro sdegno! Devono pentirsi e smettere di fare queste assurdità. Sono incivili!

  5. la famiglia non deve arrendersi

  6. infatti nn dobbiamo fermarci,dobbiamo continuare a fare pressione…………..io spero vivamente che LENNOX sia ancora vivo lo spero con tutto il cuore….se nn fosse cosi’ i colpevoli dovranno pagare caramente questo!!!

  7. io dopo che ho visto la foto di come è oggi lennox piango da giorni, non ci posso credere, è una storia assurda e allucinante ma mi domando visto che il cane era da compagnia per la bambina disabile, perchè non si mossi anche gi assistenti sociali che seguono la bambina e comunque come hanno potuto torturare questo povero angelo x ben 2 anni chiuso in un buco di posto e quella grandissima buona donna per non dire altro della dipendente come ha potuto testimoniare che il cane è pericoloso dopo che lui le leccava il volto sono veramente schifata

  8. rendiamoci conto a che livello di abiezione ci troviamo…

  9. Il perdono per cosa ? E sopratutto a chi ? All’uomo ?
    Con quale diritto un uomo si permette di togliere la vita di un’altro essere ?
    Ma chi c***o siete ???
    Più conosco gli animali e più odio gli uomini…

  10. NE SERVONO PARECCHIE DI BOMBE !! MA NON C’E’ PROBLEMA…CI SONO LE FABBRICHE APPOSTA CHE LE PRODUCONO !!!

  11. CONCORDO…CON LE LACRIME AGLI OCCHI E CON UNA RABBIA TERRIFICANTE!!! BISOGNA MOBILITARSI TUTTI PER CHIEDERE GIUSTIZIA, PER FARLA PAGARE CARA A QUEI CIALTRONI CHE HANNO COMMESSO QUESTO CRIMINE E SOPRATUTTO PER EVITARE CHE POSSA RIPETERSI UNA VIGLIACCATA DI QUESTO STAMPO !!!

  12. antonio angelone

    non ho parole e come se quel cane fosse mio.

  13. E’ orribile pensare che non si possa far nulla contro quella che è evidentemente una legge assurda e di matrice nazista. E’ incredibile che un autorità legale, che dovrebbe essere a tutela appunto della giustizia, possa torturare ripetutamente un INNOCENTE per dimostrare di aver ragione. Ma il cuore e la coscienza questa gente dove l’ha messa? Come può dormire e vivere tranquillamente? Dovrebbero vergognarsi persino di esistere!!! E tutte le persone che hanno contribuito a questa vergognosa vicenda dovrebbero essere punite dalla giustizia e dalla vita! Spero ancora che Lennox sia vivo ma penso che purtroppo la verità sia che l’abbiano già ucciso, e quello che fa ancora più male è sapere che ha vissuto, e forse vive ancora, in un ambiente mostruoso in condizioni mostruose… e poi i pericolosi sarebbero i cani…
    Siamo i più feroci, cattivi, arroganti e mostruosi animali del nostro pianeta…

  14. concordiamo…

  15. Nella mia zona c’è un proverbio in dialetto, di quelli stupidi, che dice… ” Il più buono dei rossi (intesi i capelli rossi) ha ucciso suo padre” questo proverbio ha la stessa fondatezza di ritenere un pittbul pericoloso… alla stessa stregua dovremmo allora uccidere tutte le persone coi capelli rossi???? mi sembra una cosa stupida…. capito IRLANDESI???

  16. si.anche io.e’ ora di finirla di comntinuare a giustificare ogni atto crudelmente umano come lecito perche’ superiore!
    si parla tanto di satanismo e questo non lo e’ forse?….
    questa gente porta l’inferno in terra..

  17. la grazia..’-…il perdono?…ma il perdono per che cosa????..visto che non ha mai commesso alcunche’..I GIUDICI DOVREBBERO PROSTRARSI DAVANTI A LUI PER CHIEDERE UMILMENTE PERDONO PER LA SEGREGAZIONE ,E LE ANGHERIE OLTRE CHE PER AVER COMMESSO UN ATTO IGNOBILE..MA sicuramente tutto questo baillame ha un unico senso.lo hanno ucciso gia parecchi tempo fa ma non lo hanno mai comunicato per timore di ritorsioni e perche’ hanno la loro coscenza macchiata di sangue inerme.
    ecco il motivo di tutta la segretezza e il silenzio:non hanno alcuna giustificazione da addurre.
    vorrei che venissero puniti per la loro arroganza e menzogna professionale morale e “umana”.
    e che morissero per “mano” umana e animale.
    farabutti vestiti da magistrati!

  18. E’ pazzesco come si siano accaniti su quel meraviglioso essere. Torturarlo per ottenere una risposta violenta. E’ folle. E’ orribile. E’ così molto umano.
    Spero proprio che ricomincino a mettere bombe sotto certi culi imparruccati.

  19. L’essere umano non perde mai occasione per spostare un passo avanti il proprio livello di miseria….

  20. è evidente che L’Irlanda del Nord non è quella ” Celtica”, ma quella orangista.. e mi spiace, visto che amo profondamente l’Irlanda, constatare che chi cacciava le streghe ieri, non è cambiato oggi.. i figli, sono uguali ai padri: Capre bigotte, ottuse e ignoranti,che si deliziano nel dolore , nella sofferenza e nella paura altrui , ma profondamente vigliacchi quando si tratta di rispondere in prima persona. Proporrei di escluderli dalla Comunità Europea, dai tour turistici e culturali .. tagliarli fuori dall’Irlanda col cuore, insomma. Stiano nel loro brodo fino all’estinzione, che, si spera, arrivi presto..

  21. Luisa Campanato

    Allora possiamo uccidere a quelli che sembrano una minaccia solo per il suo viso? mi sembrano molto selvaggi gli Irlandesi.

  22. a quanto pare non ci sono certezze 🙁

  23. it is an incredible shame on Ireland as a so called “civilized country” civilized? People killing innocent animals only becaus their face is not what they want it to be in connection with the rules they have established, shows a people of low intelligence, low capacity for feeling and compassion except in violence, which they have shown in their recent past to be unable to controle. Shame on ireland and on the people making this kind of decisions. Marisa Wessel – Netherlands

  24. Dobbiamo fare assolutamente qualcosa,nessuno riesce a sapere se e’ ancora vivo?

  25. Salvatore Di Maro

    In ogni caso non dobbiamo fermarci.
    Dobbiamo continuare a fare pressioni.
    Se Lennox è vivo questo potrebbe ancora salvargli la vita.
    Se è morto i colpevoli dovranno essere inchiodati alle loro responsabilità e
    non avrò mai pace finché non li vedrò pagare !!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com