Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / I cani mostrano empatia per le persone che piangono

I cani mostrano empatia per le persone che piangono

15 mila anni di esperienza dicono agli esseri umani che i cani “sentono il nostro dolore”. Ora è un nuovo studio a suggerire che questa empatia sarebbe assolutamente reale.

Lo studio è stato portato avanti dall’Università di Londra sotto la supervisione della ricercatrice e psicologa Deborah Custance.

La dottoressa Custance e la collega Jennifer Mayer hanno condotto dei test su 18 cani di famiglia, di razze diverse, alla presenza prima dei loro proprietari e poi di alcuni estranei. In tutti i casi, i cani venivano messi di fronte a situazioni in cui gli esseri umani parlavano, fingevano di piangere, canticchiavano. Un test semplice che è stato sufficiente a percepire la differenza, nel cane, tra la semplice curiosità e la pura empatia.

I ricercatori sono giunti alla conclusione che molti cani rispondono maggiormente ad un essere umano quando ritengono che stia piangendo. E che rispondono in una modalità sottomessa che mette in luce sia l’empatia quanto l’offerta di conforto.

Particolare non trascurabile: questo tipo di reazione avviene non soltanto con il proprietario, ma con qualunque essere umano piangente.

Dichiara la Custance: “Il canticchiare era proposto come atteggiamento relativamente nuovo, utile a creare curiosità nel cane. E il fatto che l’animale comprenda perfettamente la differenza tra un canticchiare sommesso e un pianto dimostra che la risposta al dolore dell’uomo non è mai dettata dalla pura curiosità”.

“Al contrario, il pianto ha un significato particolarmente emotivo per i cani e provoca una risposta più forte. Se gli approcci del cane durante il pianto fossero motivati da una ricerca di conforto egoistico, sarebbero più marcati con il proprietario invece che con l’estraneo. Invece queste preferenze non sono state riscontrate. Il cane si avvicina e cerca di consolare qualunque umano stia piangendo. Questo dimostra che la loro è una vera e propria risposta alle emozioni, e non ai propri bisogni – ossia che è empatia e volontà di offrire conforto”.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. eh già 😀 bastava vivere con un cane per capirlo. però siccome tanta gente pensa che in fondo gli animali mica provano i sentimenti, ma solo istinto, è meglio smentirli con risultati scientifici… tanto più che questi test non hanno comportato vivisezione!

  2. bravi…. hanno scoperto l’acqua calda…. potevano chiedere la stessa cosa a chi ha già un animale…. avrebbero risparmiato soldi ed anni di lavoro

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com