Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Ucraina: il cucciolo di orso abusato per intrattenere i turisti di Euro 2012

[VIDEO] Ucraina: il cucciolo di orso abusato per intrattenere i turisti di Euro 2012

Ancora Ucraina, ancora abusi animali: stavolta a portare testimonianza dell’ennesimo atto di violenza ai danni delle creature non umane e l’affidabile associazione animalista austriaca Vier Pfoten, di cui abbiamo già parlato varie volte.

L’organizzazione ha infatti rilasciato il video che mostra gli abusi su un cucciolo di orso, chiamato Nastia, letteralmente rapito a sua madre e destinato a diventare “animale da fotografia” per i turisti che hanno invaso il Paese in occasione della sciagurata manifestazione Euro 2012.

L’immagine dolorosissima, che riportiamo in apertura di articolo, in cui il piccolo viene spinto senza tanti complimenti all’interno di una scatola da due uomini, stan piano piano facendo il giro del mondo per mettere in luce, per l’ennesima volta, il crudele trattamento degli animali in Ucraina.

Narnia è stato sigillato all’interno della scatola mentre ancora gridava terrorizzato. Il pacco è stato poi preso in consegna da un fotografo che da allora utilizza il cucciolo per scattare fotografie turistiche.

Il video reso pubblico da Vier Pfoten ha l’obiettivo di richiedere supporto nella richiesta allo zoo di Lutsk di riunire mamma orsa con il suo piccolo, che ha solamente quattro mesi di vita. Nelle riprese, mamma orsa gira come impazzita nella sua gabbia e si scaglia contro le sbarre mentre i lavoranti dello zoo le portano via il figlio.

Il portavoce di Vier Pfoten in Ucraina, il dottore Amir Khalil, ha dichiarato: “Le fotografie sono state scattate lo scorso maggio e sono state tra le più scioccanti che io abbia mai visto da quando lavoro in questa regione. In natura, un cucciolo di orso trascorre normalmente due anni con sua madre. Portarglielo via quando è ancora così piccolo significa traumatizzarlo. Inoltre, questo cucciolo viene utilizzato come attrazione turistica, con il risultato di ulteriore trauma permanente. La vendita di cuccioli d’orso a privati cittadini, in teoria, sarebbe anche vietata in Ucraina”.

L’intera galleria fotografica del rapimento del cucciolo può essere vista a questo link.

Foto: il cucciolo cerca di opporsi ai lavoranti mentre viene chiuso nella scatola (fonte).

Di seguito: il video diffuso da Vier Pfoten.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

25 Commenti

  1. Mi faccio schifo perchè faccio parte della razza umana, gli animali sono essere superiori! Spero che l’abbiano salvato

  2. ci risulta ancora nelle mani del fotografo che lo ha acquistato… quello che lo usa come attrazione turistica. vedremo di informarci ancora nei prossimi giorni.

  3. Elena Patalossi

    Qualcuno può dirmi se ha notizie dell’orsetto..Dov’è finito ora che tutta questa MERDA è finita? Elenakaly

  4. VERGOGNA,VERGOGNA VERGOGNA!!!!!!

  5. al momento non ci risulta.

  6. mi fate sapere se e’ tornato dalla mamma? VI PREGOOOOOOO

  7. BASTA BASTA MA PERCHE’ TANTO ODIO VERSO GLI ANIMALI????????????????????????????????????????

  8. Sono stanca… sono esausta… sono disgustata… sono orripilata… e mi vergogno di dover appartenere alla razza umana.

  9. Miso-calciomania?
    A questa non ci credo… non ho parole… cioè.. una ce l’ho, ma se te la dico mi sbattono fuori a calci.

  10. La vista di quest’immagine dà troppo dolore… non finirò mai di indignarmi e chiederm come si possa fare del male a queste creature innocenti per il “piacere di qualche idiota!!
    Facciamo qualcosa, chi può organizzi una PETIZIONE e sommergiamo le autorità ucraine di mail e proteste affinchè questo povero piccolo sia resituito a sua madre.

  11. lorenzo – questa è l’intenzione dichiarata dal fotografo che ha acquistato l’orso, che piaccia o meno, che sia misocalcistica o meno. è evidente che non tutti i tifosi in ucraina – si spera – appoggeranno tale iniziativa, ma offendersi perchè quello è il motivo per cui l’orso è stato preso è assurdo.

  12. Paola Ballanti

    non mi sento di guardare il video, ma se si propone una petizione, la firmo subito. Questo è quello che fanno agli animali, ma forse voi non sapete che trattamenti molto simili vengono riservati anche ai bimbi negli orfanotrofi: “tate” ubriache fradice picchiano senza pietà i piccini che disturbano…e non tutti ce la fanno…CHIARO ?

  13. E’ UNA COSA ORRIBILE…
    LA MADRE CHE VIVE IN UNA GABBIA ORRIBILE….
    E LE VIENE PORTATO VIA IL CUCCIOLO…
    CHE ORRORE
    BASTA BASTA

  14. Cistiana Marchioni

    semmai ne incontro un gli SPUTO IN FACCIa!!sia che c entri o no!è un popolo di malvagi,NON MERITANO PIETà….

  15. ‘per trattenere i turisti di Euro 2012′: questa è mistificazione.
    I tifosi stanno allo stadio, i coglioni stanno a fa’ ‘ste cose!
    Questa ‘miso-calciomania’ è ridicola.

    Comunque davvero brutta come cosa :\

  16. Senza parole, da ammazzare sti stronzi di merda, ma poi sto australiano è riuscito a risolvere il problema? spero di si…

  17. francescamaglianimali

    Ormai non ci spero più, ma una presa di posizione contro tutto quello che è successo in Ucraina era un DOVERE da parte di autorità politiche, sportive, giocatori. Chi non contrasta questi orrori se ne rende di conseguenza COMPLICE.

  18. Di solito odio quando si fa di tutta l’erba un fascio…ma ora e’ proprio da dire..che popolo di merda…ma che cazzo vogliono fare ancora???? Giuro sulla mia vita e spero che tanti altrettanto lo facciano di BOIGOTTARE PER SEMPRE L’UCRAINA!!! Tutto questo in nome del dio denaro maledetto…questi poveri animali sono gia’ destinati a una vita tristissima in gabbia,dividono anche una mamma dal suo piccolo..ulteriore schock per entranbi :(…Basta non se ne puo piu..Devono avere giustizia tutte queste vittime innocenti di sporchi luridi assassini……..

  19. PENA DI MORTE NON PERDIAMO PIU’ TEMPO IL CERVELLO UMANO NON SI E’ EVOLUTO.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com