Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Il salvataggio quasi impossibile di un cane abbandonato e terrorizzato

[VIDEO] Il salvataggio quasi impossibile di un cane abbandonato e terrorizzato

La storia di Daisy arriva da Eldad Hagar, il vero “dog whisperer” (Caesar Milian non ce ne voglia, ma i suoi metodi non ci piacciono poi molto), colui che realmente riesce a mettere in salvo i cani (ma anche altri animali) dalle situazioni più disparate.

Di questo attivista per i diritti animali e della sua associazione no profit Hope For Paws abbiamo avuto modo di parlare diverse volte.

Daisy è uno degli ultimi cani portati in salvo da Eldad e, diversamente da tante altre volte, il soccorso questa volta non è stato dei più facili.

Questo giovane esemplare di Dogue de Bordeaux era stato abbandonato in Florida, in una delle aree più pericolose in assoluto: quella delle Everglades, ossia delle paludi. Una zona ad altissimo rischio di morte a causa non solo della scarsità di cibo ma della presenza di alligatori.

Un cane abbandonato in una situazione simile ha scarsissime possibilità di sopravvivere.

Daisy subisce il trauma dell’abbandono in modo drammatico, tanto da non permettere più a nessuno di avvicinarsi. Tanto da perdere quasi completamente la fiducia nel genere umano.

Difficile biasimarla.

Dopo ripetuti tentativi di recupero da parte dei volontari locali, si provvede a chiamare Eldad Hagar che vola da Los Angeles alla Florida.

Al momento dell’arrivo di Eldad sul posto i volontari nutrono e seguono Daisy da settimane. Stanno seduti per terra per ore, senza cercare di toccarla, limitandosi a farle compagnia.

Non serve a nulla: Daisy scappa non appena si fa una mossa sbagliata.

Il tempo stringe e il rischio è altissimo: non solo a causa dei predatori e dei pericoli presenti nella zona, ma anche perché le condizioni del cane stanno rapidamente deteriorandosi.

Basta poco, ad Eldad, per accorgersi che recuperare Daisy è assai complesso, soprattutto a causa del trauma psicologico subito.

Non appena si tenta di toccarlo, il cane fugge e va a nascondersi proprio nel punto più pericoloso: in mezzo alla palude.

Dopo giorni di tentativi inutili, si arriva alla conclusione che l’unico metodo che rimane da mettere in pratica è anche quello più pericoloso: sparare a Daisy un dardo soporifero e soccorrerla prima che collassi in un posto dove non può essere raggiunta.

Viene chiamato sul posto uno specialista di questo genere di interventi e il Dogue de Bordeaux viene subito colpita. Ma la vita reale non è un film, e un cane di quella taglia non si addormenta in tre secondi.

Daisy corre e corre, il dardo piantato nel corpo, ed è difficile starle dietro. Si avvicina pericolosamente alle Everglades, dove sarebbe troppo complesso recuperarla e somministrarle l’antidoto.

Miracolosamente, il sedativo fa effetto poco prima che raggiunga le paludi e Daisy crolla su un prato. Il veterinario ed Eldad riescono a raggiungerla e soccorrerla prima che sia troppo tardi.

È solo a questo punto che il video, con riprese ravvicinate, è in grado davvero di mostrare le pessime condizioni fisiche in cui è ridotta. Daisy sarebbe certamente morta se non fosse stata aiutata.

Mentre dorme, le viene somministrato l’antidoto e un’immediata flebo di fluidi, perché è quasi completamente disidratata. Poi viene caricata in auto per essere trasportata in clinica.

Daisy si riprende nell’abitacolo, nella preoccupazione generale: come potrà mai reagire ad una tale vicinanza un cane che aveva persino timore di essere toccato?

Non accade nulla. Daisy è completamente disorientata, ma non morde né ringhia. Ha solo tanta, tanta paura.

Ma l’inferno è finito.

I suoi problemi fisici – rogna, infezioni fungine e blocco intestinale – vengono fortunatamente risolti. E la prima volontaria che aveva cercato di soccorrerla se la porta a casa. Stavolta per sempre.

Guardate questo splendido video che mostra la storia e il salvataggio di Daisy.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. E’ meraviglioso che ci siano persone cosi’!!!!!! Tutto il mio affetto…..bravi

  2. E’ bello pensare che esistono al mondo persone come queste… Sono angeli!!

  3. 🙂

  4. questo è amore!

  5. Dolcissima <3

  6. UN ABBRACCIO AFFETTUOSO A TUTTO LO STAFF GRAZIE GRAZIE GRAZIE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com