Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / [VIDEO] L’India considera il bando ai test dei cosmetici sugli animali

[VIDEO] L’India considera il bando ai test dei cosmetici sugli animali

Il Ministro della Salute indiano ha dichiarato lo scorso mercoledì che il governo sta considerando di bandire dal Paese la vivisezione destinata al mercato cosmetico, secondo una proposta di PETA India.

I dirigenti della famosa e controversa associazione animalista hanno avuto modo di parlare del problema con esponenti del Ministero della Salute indiano nell’ambito di una campagna contro i test sugli animali.

Secondo quanto dichiarato dalla stessa PETA, il governo indiano si sarebbe dichiarato disponibile a considerare un bando ministeriale alla vivisezione destinata ai cosmetici. Mentre i dirigenti di PETA India cercano di ottenere un incontro faccia a faccia con il Ministro della Salute in persona, Ghulam Nabi Azad, la campagna dell’associazione per mettere fine all’utilizzo degli animali per i test di creme, profumi e smalti sta riscuotendo un grande successo nel Paese, avendo già guadagnato piena approvazione dal Consiglio Indiano della Ricerca Medica.

“Testare i cosmetici sugli animali è fuori moda, non necessario, porta alla morte degli animali e non fa assolutamente nulla per proteggere i consumatori”, dichiara PETA India, aggiungendo che i metodi alternativi esistono da tempo e che sono assai più affidabili, oltre che più etici.

Al momento attuale, sono oltre mille le aziende che, in tutto il mondo, hanno bandito i test sugli animali, eppure molte altre scelgono ancora di sottoporre creature senzienti ad esperimenti dolorosissimi nel corso dei quali sostanze tossiche vengono spalmate, iniettate, spruzzate, fatte ingurgitare.

A causa delle immani differenze fisiologiche tra uomo e animali, questi test sono totalmente inutili.

Nella foto: una scimmia sottoposta a vivisezione (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Speriamo che finalmente qualcosa cambi!!!
    E comunque possiamo fare qualcosa anche noi … le donne devono acquistare prodotti “cruelty free” (ad esempio sul sito della Lav c’è l’elenco) e scrivere il loro dissenso alle società che invece promuovono la sperimentazione dicendo che non acquisteranno più i loro prodotti finchè non saranno aboliti gli esperimenti animali.
    Se tutte le donne che si truccano si comportassero in questo modo sono certa che le cose cambierebbero… Bisogna lottare!!
    Gli interessi economici devono smettere di essere più importanti della vita di milioni di creature innocenti!!

  2. stammati gennaro

    VORREI SAPERE PERCHE’ LA MADONNA NON FA LE SUE APPARIZIONI IN QUESTI LABORATORI LAGHER PER SALVARE GLI ANIMALI;FORSE NON SI DEGNA;INSIEME A *********** P.PIO.I VEGGENTI CHE VEDONO ********** DIO ;NON VEDONO QUESTE ATROCITA?LE RELIGIONI SONOM TUTTE ************.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com