Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Treviso: lascia morire di sete 20 capre, denunciato allevatore

Treviso: lascia morire di sete 20 capre, denunciato allevatore

È stato denunciato, l’allevatore che ha abbandonato a sé stesso un gregge di capre e ha provocato la morte, per sete, di ben venti di esse.

Il fatto arriva da Montebelluna, in provincia di Treviso.

Il bilancio delle vittime animali di questo ennesimo episodio di incuria avrebbe potuto essere ben più numeroso senza l’intervento dei Carabinieri, che hanno anche provveduto alla denuncia per maltrattamento di animali un allevatore sessantenne.

A guidare le forze dell’ordine sul luogo del maltrattamento è stata la proprietaria di una stalla, che aveva affidato le capre, una settantina in tutto, all’allevatore denunciato.

Al momento dell’arrivo sul posto da parte dei Carabinieri, gli animali ancora vivi erano ormai agonizzanti. Attualmente si trovano in cura presso i servizi veterinari dell’ULSS 8 e sono state affidate ad una cooperativa della zona.

È risultato dalle prime investigazioni che l’allevatore si sarebbe totalmente disinteressato della sorte delle bestiole, di fatto abbandonandole per giorni senza acqua né cibo.

Un residente della zona, avvertendo un odore nauseabondo provenire dalla stalla in cui erano custoditi gli animali, avrebbe quindi avvisato i Carabinieri. Qui, i militari si sarebbero trovati di fronte ad una scena raccapricciante: una decina di capre, ormai senza vita, erano state accatastate come rifiuti all’interno di un bidone e lasciate a putrefarsi nella calura.

Altri animali morti erano stati abbandonati all’interno dei loro recinti.

I pochi superstiti erano ormai sofferenti e scheletrici a causa della disidratazione e della mancanza di cibo.

Nella foto: il corpo senza vita di una delle caprette e una scheletrica superstite (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Prendetelo e legatelo mani e piedi sotto una casupola di alluminio, senza acqua. Ed affidato ad uno psicopatico come lui, lui stesso dovrà garantire dello psicopatico che lo accudirà, con crudeltà. Verme e insignificante balordo…. gli affidano gli animali e lui li lascia morire, che persona inutile… Affidatela ad uno psicopatico come lui.

  2. Silvia Merrill

    Per sara.
    Non sprecare la tua intelligenza per “capire cosa succede” nella mente di questa gente, non c’è niente da capire. Si tratta di persone crudeli e malvagie e come tali dovrebbero trattati e considerati. Punto.

  3. NON RIESCO MAI A CAPIRE – SAPERE – COSA SUCCEDE A QUESTI DISGRAZIATI CHE MALTRATTANO, FANNO MORIRE DELLE BESTIOLE. “SONO STATE DENUNCIATE.” E DOPO? MAGARI LI DANNO UN PAIO DI MESI DI GALERA CHE POI ALLA FINE NON FANNO NEMMENO, FANNO PAGARE LE MULTE – I SOLDI DOVE VANNO NON SI SA – E POI? SONO LIBERI ALTRA VOLTA DI FARE COME LI PARE. GIà NON PUNISCONO AD ESEMPIO (COME SI DEVE) CHI AMMAZZA GENTE, FIGURIAMOCI CHI AMMAZZA O MALTRATTA ANIMALI…

  4. stammati gennaro

    PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com