Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Savona: cane si getta nei rovi per salvare un gattino appena nato

Savona: cane si getta nei rovi per salvare un gattino appena nato

Si chiama Leone, il cane eroe che si è lanciato in un roveto per portare in salvo un gattino di pochi giorni di vita.

Il fatto arriva da Savona, e racconta dell’amicizia “che non conosce specie” tra due animali che la mentalità umana spesso individua come nemici.

Leone, meticcio di due anni di età, ha lasciato che le spine gli ferissero il muso e il corpo quando si è infilato di testa in mezzo ai rovi: il suo obiettivo era quello di recuperare un cucciolo di gatto appena nato e subito abbandonato, prigioniero e incapace di uscire dal pericoloso cespuglio.

Racconta Marina Scasso, proprietaria di Leone: “Non credevo ai miei occhi quando ho visto il mio cane tornare verso casa tenendo in bocca un gattino piccolissimo. Una scena commovente. Lo teneva con delicatezza incredibile e lo ha portato da me”.

E pensare che gli abitanti della zona chiamano Leone “il cane fifone” per via della sua timidezza.

Invece venerdì scorso il meticcio si è dimostrato coraggiosissimo e soprattutto molto più generoso della media degli esseri umani.

Marina Scasso racconta che nel corso di una passeggiata Leone si è lanciato di corsa giù per una collina.

“È partito di colpo, come se avesse sentito qualcosa, e si è inoltrato in mezzo ai rovi. Pochi minuti dopo è riapparso tenendo qualcosa in bocca. Era un gattino minuscolo. Lo ha tirato fuori dai rovi con una sicurezza che mi ha davvero colpito”.

Il piccolo portato in salvo da Leone è, con tutta probabilità, il fratellino di un altro gattino fatto ritrovare davanti a casa Scasso soltanto il giorno prima, dentro una scatola di cartone.

Se non fosse stato per il “cane fifone”, sarebbe morto: al momento del soccorso, il piccolo era così esausto e disidratato da non avere neppure più la forza di miagolare.

Ora, a casa Scasso, Leone vive con entrambi i micini salvati, che hanno ancora bisogno di essere allattati al biberon ogni due ore.

Grazie, Leone, per averci ricordato cosa significa l’umanità.

Nella foto: Leone con la sua mamma umana (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. degno del grande Giovanni Leone

  2. Un bacione al cane eroe.

  3. Non offendiamo gli animali parlado di umanità… loro sono le bestie che si salvano tra di loro, noi siamo gli umani che li abbandoniamo a pochi giorni di vita.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com