Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Dangerous Dog Act: storia di Fudge, uccisa a 5 mesi perché mix pitbull

Dangerous Dog Act: storia di Fudge, uccisa a 5 mesi perché mix pitbull

La storia di Fudge va raccontata non solo per mantenere alta l’attenzione su quanto sta accadendo a Lennox, di cui abbiamo ampiamente parlato, ma anche per mostrare al mondo l’orrore che si nasconde dietro quella legge-fantoccio, razzista e iniqua, chiamata Dangerous Dog Act (o Breed Specific Legislation, la sostanza non cambia).

Sulla pagina Facebook ufficiale dedicata a Lennox è possibile notare il link ad un’altra pagina: quella appunto dedicata a Fudge.

Fudge, come Lennox, come Tony (soppresso pochi giorni fa) è stata vittima della BSL e non è riuscita a salvarsi.

La storia di Fudge arriva dal Regno Unito, dove dal 1991 è in vigore una legge che bandisce i pitbull e i meticci pitbull e che procede alla loro distruzione in quanto “geneticamente pericolosi”.

Il 22 marzo 2011, forze dell’ordine non meglio identificate si presentano a casa di Carole Eden, 61 anni. Sono quasi le dieci di sera.

La donna viene informata dalle “guardie zoofile” che il suo cucciolo, Fudge, è soggetto alla BSL in quanto “somigliante ad un pitbull”.

Racconta la signora Eden: “Fudge dormiva quando arrivarono. Non appena li sentì entrare in casa, però, si alzò e corse loro incontro, scodinzolando e cercando qualche carezza. Gli ufficiali mi dissero che era un pitbull e che pertanto dovevano provvedere al suo sequestro. Mi chiesero di firmare alcuni documenti, ma io non avevo con me i miei occhiali e quindi mi alzai per andarli a prendere. Una delle guardie mi appoggiò una mano sul braccio, dicendo che non ce n’era bisogno, che i documenti indicavano solo che non c’era stata coercizione”.

“Gli credetti, perché così ti insegnano. Ti insegnano a fidarti delle autorità. Credetti che Fudge sarebbe stata solo sequestrata per ulteriori accertamenti, e invece un’ora dopo che l’avevano portata via ricevetti una telefonata. E mi dissero che era morta. Perché i documenti che avevo firmato dicevano che concordavo con la sua distruzione”.

Al momento della soppressione, la piccola Fudge aveva a malapena cinque mesi di età. Ovviamente non aveva mai manifestato alcun comportamento aggressivo.

La morte della piccola lascia la famiglia Eden completamente devastata.

Il giorno dopo, la signora Eden si reca da un legale, e scopre che sempre secondo la legge, un cane sotto i nove mesi di età non può essere individuato con certezza come appartenente ad una razza piuttosto che ad un’altra, e che pertanto non si può stabilire se rientri nella lista dei cani geneticamente pericolosi secondo la BSL.

Un successivo esame sul corpo senza vita della piccola Fudge, effettuato da un veterinario esperto, sottolinea come il cane non avesse neppure, in realtà, un numero di caratteristiche sufficiente a identificarlo come pitbull. La sua giovanissima età rendeva sostanzialmente impossibile capire l’esatto aspetto che avrebbe avuto da adulto.

La signora Eden e la sua famiglia hanno denunciato le autorità. Sebbene sia troppo tardi per riportare in vita questo cucciolo incolpevole, è necessario che si combatta perché la BSL venga finalmente abrogata e perché nessun altro cane debba mai più patire una simile fine.

Per Fudge è stata creata una petizione, che potete trovare a questo indirizzo e che vi consigliamo di firmare e condividere, in cui si chiede un periodo di stallo dopo il sequestro in modo che le famiglie possano individuare perlomeno una linea di difesa senza che il cane venga immediatamente ucciso.

Dichiarano i legali della famiglia Eden: “Purtroppo non è la prima volta che veniamo contattati da proprietari ignari delle ripercussioni di quello che stavano firmando, al momento della cessione del cane. Ci deve essere più trasparenza in merito alle opzioni disponibili per le famiglie e bisogna permettere ai proprietari di prendere le decisioni necessarie. Con una maggiore trasparenza, Fudge forse sarebbe ancora viva”.

La questione di Lennox, che sta creando sconcerto e reazioni in tutto il mondo, ha riscaldato gli animi e riportato l’attenzione sul Dangerous Dog Act, del quale si chiede una revisione immediata.

Non bisogna mollare la presa. Perché Fudge e Tony sono morti, ma almeno per Lennox ci deve essere ancora una speranza.

Nelle foto: Fudge e la piccola urna che contiene le sue ceneri (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. Povera Fudge.Ma come si sono permessi?
    5 mesi,solo 5.
    Non dovevano ammazzarla come non dovevano ammazzare gli altri.
    Nemmeno io voglio più aiutare un umano.
    La BSL è una legge che è stata promulgata solo per egoismo.
    Questi sono solo poveri cani (come la piccola Fudge)totalmente innocenti.
    Non hanno fatto niente,ma proprio nulla.

  2. Annavittoria Vitagliano

    …questo mondo di merda non esplode mai?

  3. veramente non se ne puo’ piu’ di questi sopprusi chi ha fatto una legge simile dovrebbe essere condannato

  4. Questi esseri abnormi hanno sentimenti?Che IDDIO VI STRAMALEDICA

  5. patrizia giovagnoli

    esatto a dover sparire siamo noi non aiutero’ mai piu’ un umano solo animali

  6. CHE DIRE NOI UMANI NON SAPPIAMO AMARE, SIAMO NOI DELLE BESTIE SENZA COGNIZIONE.
    .

  7. é proprio vero,l essere umano sa solo seminare dolore ,cattiveria,disperazione.

  8. Il nazismo ritorna in forme più subdole ma i concetti sono sempre gli stessi: “distruzione” di ciò che viene considerato pericoloso… ma secondo dei parametri che non hanno nessun senso! … non vi ricorda nulla??? Concordo con Marina, siamo noi la razza geneticamente pericolosa! Ma come si può uccidere così degli esseri innocenti? Essere così ottusi e in malafede?! Bisogna battersi con tutta la forza possibile perchè questa legge venga abolita!

  9. Che orrore…
    Continuo ad insistere nel dire che l’unica razza “geneticamente pericolosa” è la razza umana!!! Dovremmo scomparire dalla faccia della terra con uno schiocco di dita.

  10. i burocrati fanno schifo. ma perchè eleggiamo gente incapace. non bastava sterilizzarla e sensibilizzare la proprietaria?
    nessun rispetto della vita e dei sentimenti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com